Opinionisti Francesco Del Teglia

Forza ragazzi

La battaglia contro il Covid é diventata una lotta per la sopravvivenza

Print Friendly and PDF

Da oltre un anno in questa convivenza forzata col virus. Che ha ovviamente stravolto le nostre abitudini, oltre ad aver purtroppo procurato vittime a pioggia e causato danni economici rilevanti a tantissime categorie. Una lotta per la sopravvivenza – fisica, finanziaria, sociale – è diventata questa battaglia contro il Covid, e chissà quando finirà. In tutto ciò vorrei per un attimo soffermarmi sui giovani. Sono babbo di una ragazza di 18 anni, so quindi per esperienza diretta come stanno attraversando questa prova i ragazzi. Dall’oggi al domani i giovani hanno dovuto stravolgere la loro vita. A quell’età, lontani ma nitidi ricordi, hai voglia di assaggiare il Mondo, di vivere le esperienze, di stare a contatto coi tuoi simili. Sei un vulcano in perenne eruzione, affamato di vita e di cose da fare ogni giorno. Niente, tutto in blackout. A scuola ci si va ogni tanto a rivedere dietro una mascherina, non a riabbracciare e questo è brutto assai, compagni e insegnanti. Il resto lo trascorri davanti a un pc, in maniera asettica e priva di calore umano. I tuoi amici di tutti i giorni li vedi, se va bene, un paio di volte al mese, e come loro i fidanzatini e le fidanzatine. Attività fisica ridotta per l’impossibilità di fare sport di gruppo, di frequentare palestre e piscine. Solo, meno male, qualche passeggiata qua e là quando il clima lo consente. A quell’età piace anche andare a ballare. Niente, discoteche e locali chiusi, si balla da soli in camera alzando il volume dello stereo. Ragazzi ci vediamo a mangiare una pizza stasera? No, i locali son chiusi. Ragazzi, programmiamo un viaggio, una gita magari a Firenze, un’escursione? No, impossibile. Ragazzi, si va al cinema, a teatro? Come sopra, attività sospese. Tutto quello che ragazzi di 18 anni fanno in tempi normali, che ognuno di noi ha fatto quando aveva 18 anni, da oltre un anno appartiene ai sogni che ognuno di questi citti fa nella propria cameretta. Eppure. Eppure sti ragazzi stan dimostrando grande resistenza, capacità di sopportazione elevata, serietà nell’applicarsi comunque negli studi. Mia figlia l’altro giorno mi ha confidato “Sai babbo, son contenta di essere tornata a scuola, di socializzare nuovamente con compagni e professori, spero non richiudano tutto, abbiamo un tremendo bisogno di vederci dal vivo, di parlarci non attraverso un computer o un telefonino”. Vi comprendo ragazzi, e avete tutto il mio supporto di 60enne che ricorda con grande piacere gli anni in cui era lui un “citto” e mordeva la vita ora dopo ora. Questa dura prova che la vostra ancora giovane vita si è trovata a fronteggiare la state sostenendo bene, non lamentandovi più di tanto delle privazioni cui siete sottoposti, con la speranza e l’ottimismo che un giovane ha nel dna. Torneranno i tempi delle gite, dei concerti, dei balli, di quel contatto umano che aiuta anch’esso a crescere e a fortificarsi.  Forza ragazzi, non mollate di un centimetro, tornerete a riveder le stelle finalmente riabbracciandovi l’un l’altra.

Francesco Del Teglia
© Riproduzione riservata
15/04/2021 05:17:00

Francesco Del Teglia

Giornalista pubblicista di lungo corso, è inviato fisso per Sansepolcro e la Valtiberina Toscana del quotidiano Corriere di Arezzo fin dalla sua nascita, nel 1985, ma vanta esperienze anche a livello televisivo e collaborazioni con periodici vari. Politica e sport i campi di particolare competenza professionale. È stato anche addetto stampa di vari enti.


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Francesco Del Teglia

Forza ragazzi >>>

Il Covid ci rende Intolleranti >>>

I misteri della politica >>>

Addio a un grande liberale-riformista >>>

Adios Diego >>>

Sansepolcro tra politica e rotonde >>>

A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca >>>

Tra le pieghe del voto >>>

Speriamo che me la cavo! >>>

Un groppo in gola >>>