Rubrica Curiosità

Promozioni online: cosa c’è da sapere su scadenze e condizioni dell’offerta

Alcune informazioni

Print Friendly and PDF

Internet ormai pullula di offerte e promozioni di ogni genere, che si sono moltiplicate a vista d’occhio in Rete, da qualche anno a questa parte. Il risparmio, oltre alla praticità e all’abbondanza e varietà di scelta, è il motivo principale che spinge i consumatori a comprare online. Grazie ai siti di comparazione, inoltre, oggi è possibile scegliere tra centinaia di occasioni promozionali, aggiornate al minuto e divise per ogni tipo di categoria, incluso ogni genere di servizio, di utilità familiare e per la singola persona.

Molte volte, per approfittare di un’offerta che si mostra particolarmente vantaggiosa in termini di prezzo, gli utenti confermano l’acquisto e non pongono la dovuta attenzione alla lettura delle eventuali scadenze oppure delle condizioni della compravendita.

Soprattutto quando la decisione d’acquisto avviene online, perché magari si è cliccato su un’offerta promozionale ricevuta via e-mail oppure da app - si ricorda che ad acquistare tramite mobile sono il 69,4 per cento dei consumatori totali - la rapidità della transizione si associa all’impulso emotivo di comprare.                                   L’acquirente digitale, dunque, si ritrova a confermare il carrello, incentivato dall’occasione e magari anche dalla temporaneità dell’offerta, che i venditori, guidati dal marketing, di solito mettono in risalto nei link e nelle finestre pubblicitarie.

Le sorprese però, possono essere alle porte, e la lettura delle condizioni dell’offerta è sempre consigliabile, prima di procedere al completamento dell’acquisto.

Il venditore, oppure l’operatore, se si tratta di un servizio, è tenuto ad indicare espressamente i termini e le condizioni di un’offerta, che devono avere ad oggetto la sua scadenza come anche il suo contenuto dettagliato.

In linea generale, se le scadenze delle promozioni non sono espressamente dichiarate, queste si considerano non soggette a limitazioni di tempo.

Per quanto riguarda la scadenza, questo è un parametro importante nel caso dei servizi, soprattutto quando si usufruisce di una promozione legata a un contenuto digitale, ad esempio la prova gratuita di una piattaforma in streaming o di un videogioco.  L’aspetto a cui fare attenzione è la presenza o meno di un rinnovo automatico a pagamento allo scadere del periodo promozionale, e delle possibili modalità di disdetta.

Dal punto di vista del contenuto, le promozioni legate ai servizi digitali possono essere limitate su iniziativa dell’operatore a una certa selezione di attività, soprattutto quando queste configurano una prova gratuita del servizio.                                            

Ne sono esempio il casino bonus senza deposito rilasciato dai concessionari del gioco legale a distanza, che, proprio per la loro gratuità, possono avere ad oggetto solo alcuni titoli della piattaforma, così come anche i software specifici in settori tecnici (fotografia, grafica), che, spesso, nella loro versione free sono incompleti nelle utilità.

L’importanza della verifica di termini e condizioni nell’ambito della fruizione dei servizi digitali è dato dal fatto che questi non sono inclusi nelle fattispecie previste dal diritto di recesso.

L’articolo 59 del Codice del Consumo stabilisce infatti che, qualora la fornitura di contenuto digitale sia stata erogata con l’accordo espresso dell'utente, a questa non si possa applicare il decreto legislativo n. 21/2014 sul “diritto al ripensamento”.

In ogni caso, visto che ogni genere di proposta di e-commerce è, di fatto, un'offerta al pubblico, questa viene tutelata dalla legge, che si pone dalla parte del consumatore, anche se, per quanto riguarda le promozioni, non esiste un’apposita legislazione.

L’Agcm, ovvero l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, tuttavia, difende gli acquirenti dalle pratiche commerciali scorrette, ed estende la tutela anche al canale online, in caso di mancata trasparenza dell’offerta.

Oltre al contenuto della promozione, che deve essere conforme e veritiero, e non ingannevole, va aggiunto che, ai sensi dell’articolo 1336 del Codice Civile in materia di “Offerta al Pubblico”, la promozione oggetto di pubblicità, che sia un bonus, un coupon o un codice di sconto, è irrevocabile dal momento in cui il consumatore ne viene a conoscenza.

Nel caso di revoca, che è possibile soltanto quando il contenuto promozionale non sia stato ancora pubblicizzato, il proponente deve riconoscere un indennizzo all’acquirente o al consumatore che ha aderito e sottoscritto la promozione, in quanto questa - si ricorda - si configura come una vera e propria proposta contrattuale.

Una specifica precisa va fatta in merito ai coupon e ai codici promozionali, che riguardano soprattutto i prodotti e che possono essere spesi direttamente online, come anche nei negozi affiliati, ad esempio un supermercato o un rivenditore di articoli di elettronica.                                                                                                          

Se il venditore si oppone al riconoscimento del buono, per motivi non espressamente dichiarati nelle condizioni (ad esempio, un esaurimento di scorte) l'acquirente può segnalare la mancata accettazione all’autorità competente, e questo è conveniente soprattutto se l’oggetto della promozione è di alto valore economico.

Quando l’offerta è indirizzata a uno specifico beneficiario, però, le tutele sono ancora maggiori.

Se ad esempio un consumatore riceve un buono o un coupon nominale perché è iscritto a un programma fedeltà, la natura dell’offerta è quella di un credito nei confronti del venditore proponente, ed ha dunque tutte le caratteristiche di un diritto, che si estingue nel termine di 10 anni.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/05/2022 11:43:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Curiosità

Customer journey: il viaggio del cliente verso la fedeltà >>>

Breve guida ai vini tedeschi >>>

Dalla vodka al sale: come evitare la puzza di muffa sul bucato >>>

Acquistare un'auto usata conviene, ma con le dovute precauzioni >>>

I mille usi delle bolle d'aria >>>

Farmacie online, tutto quello che devi sapere >>>

Pitbull, cane aggressivo? Sfatiamo un mito, ecco perché >>>

Freddo in arrivo: cosa utilizzare per restare al caldo sul divano? >>>

E-cig: dispositivi strategici che riducono l’uso di tabacco >>>

Il caffe' piu'costoso del mondo? Si chiama Kopi Luwak >>>