Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista ad Anna Conti assessore al Comune di Citerna

"La mia è un'esperienza impegnativa che condivido con persone capaci e tenaci"

Print Friendly and PDF

Cultura e pubblica istruzione: sono queste le deleghe ricoperte nella giunta comunale di Citerna da Anna Conti, altra figura alla prima esperienza in campo politico-amministrativo. E anche per Lei, come per tutta la squadra formatasi a seguito della vittoria elettorale del maggio 2019 che ha sancito lo storico ribaltone nel Comune altotiberino del versante umbro, un esordio con… Covid-19.

Al di là del Covid-19, come si sta rivelando per Lei questa esperienza di assessore?

“La definirei un’esperienza stimolante e impegnativa, che ho il piacere di condividere con un gruppo di maggioranza costituito da persone di grande capacità, tenacia e levatura morale, a partire dal sindaco; valori che sono fondamentali quando si ricoprono ruoli istituzionali. Scindere questa esperienza dal Covid è tuttavia difficile, avendo coinvolto la maggior parte del periodo della nostra amministrazione, iniziata a maggio 2019. Per me si è trattata quindi di una sfida nella sfida, visto che le deleghe che ricopro (cultura e scuola) hanno subito le limitazioni maggiori. Una circostanza che ha costretto a trovare nuove soluzioni e forme diverse di comunicazione, creando un vero e proprio spartiacque con il passato”.

Citerna vi ha dato fiducia nel 2019, ponendo fine alla lunga parentesi di sinistra e centrosinistra. Vi sentite quindi una responsabilità in più, quella di non deludere chi voleva il cambiamento?

“La responsabilità maggiore nasce dal ruolo che ricopriamo: gli amministratori comunali sono coloro che hanno un riscontro diretto con i propri cittadini e le cui azioni hanno un’efficacia immediata e costante nella quotidianità. Quindi siamo sempre “sul campo”. Per quanto riguarda il cambiamento, Eraclito dice che non ci bagniamo mai due volte nello stesso fiume, perché il fiume scorre e anche noi cambiamo di continuo. Credo sia la metafora perfetta: la nostra elezione  rappresenta un cambiamento che era fisiologico e naturale, dopo oltre sette decenni di visione univoca e di un modus operandi che si era cristallizzato su tanti aspetti, era normale una svolta, a partire dall’approccio con la gente e con le procedure amministrative”.

In tema di cultura, legata al turismo, Citerna si è guadagnata una bella finestra di visibilità su Rai Uno a “Linea Verde”. Ma su cosa vuol puntare il comune per valorizzare il suo territorio?

“La bellissima opportunità di “Linea Verde” si innesta nel percorso che abbiamo intrapreso fin dall’inizio della nostra amministrazione, costituendone un momento di grande prestigio. Il nostro obiettivo principale è stato da subito quello di promuovere il valore turistico del Cammino di Francesco, che soprattutto dopo il Covid  può rappresentare una scelta privilegiata, perché molti preferiranno un turismo di prossimità e di scoperta piuttosto che di massa, come abbiamo già visto con il boom di turisti della scorsa estate. In questo contesto, ci stiamo impegnando per valorizzare le tante ricchezze del nostro territorio, che hanno un valore assoluto a livello nazionale, ma che sono ancora poco conosciute: dai tesori rinascimentali di Citerna, al museo del grande scultore Bartoccini di Pistrino, al Piccolo Museo di arte figurativa di Fighille. Viste le sue ricchezze e la sua conformazione che offre tante locations diverse, vorrei che Citerna diventasse la cittadella dell’arte in tutte le sue forme, dall’arte figurativa , alla musica, alla letteratura. Stiamo lavorando in questa direzione”.

Lei è anche assessore alla pubblica istruzione. Una delega delicata, in vista della ripartenza post Covid?

“Sicuramente, la delega alla scuola è quella più delicata. Credo che i bambini e i ragazzi siano coloro che hanno dovuto sostenere il peso maggiore dell’epidemia, un grande fardello psicofisico di cui dovremo monitorare le conseguenze. Ci vorrà una grande attenzione nei loro confronti e la riapertura della scuola, che io caldeggio da tempo, sarà molto importante, perché costituisce il primo vero ritorno alla socialità. Per questo, ci siamo impegnati molto insieme a tutto il personale scolastico per garantire alla nostre scuole tutto quanto possibile per poter svolgere le lezioni in presenza in sicurezza ed in ambienti moderni e confortevoli”.

Condizioni permettendo, quale obiettivo ha in mente di realizzare per il 2021?

“Abbiamo in cantiere il progetto per una rievocazione storica che manca nel nostro Comune, che coinvolga tutte le associazioni, ma credo che le restrizioni dovute al Covid non permetteranno ancora di fare certi eventi quest’anno, quindi slitterà al 2022. Nel frattempo, sto lavorando su un progetto nuovo già iniziato lo scorso anno, una vera e propria operazione promozionale basata su nuove forme  di comunicazione, video e virtuali, che hanno avuto un grande riscontro di pubblico e permettono di raggiungere fasce di età più diverse e zone geografiche più distanti. Quest’anno faremo dei nuovi format con esibizioni in cui si esprimono varie forme d’arte, ma non voglio anticipare di più!”.

Siete già pronti per una eventuale ripartenza, sperando che la pandemia termini il più presto possibile?

“Non ci siamo mai fermati, in realtà! Speriamo che sia possibile riprendere in mano la nostra vita sociale e i contatti umani reali al più presto. Per quanto mi riguarda, ci sono l’entusiasmo e la voglia di offrire ai cittadini quei momenti intrattenimento e socializzazione tanto sospirati, dei quali abbiamo davvero bisogno dopo dei mesi così difficili!”.

Redazione
© Riproduzione riservata
15/04/2021 09:33:51


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Economia: intervista all'imprenditore biturgense Andrea Berghi >>>

Mondo Politica: intervista a Milena Crispoltoni Ganganelli assessore al comune di San Giustino >>>

Mondo Economia: intervista all'imprenditore Marco Cardelli >>>

Mondo Politica: intervista a Paola Giannelli assessore del Comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista all'imprenditore biturgense Claudio Mazzoni >>>

Mondo Politica: intervista a Federico Cavalli assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Mauro Betti >>>

Mondo Politica: intervista ad Anna Conti assessore al Comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Paolo Baschetti >>>

Mondo Politica: intervista a Sofia Cangi assessore al Comune di Pieve Santo Stefano >>>