Opinionisti Alessandro Ruzzi

L'insostenibile leggerezza delle classifiche

Casi locali di statistiche alla come vi pare

Print Friendly and PDF

Ho espresso ripetutamente la mia perplessità sull'uso di statistiche nella stampa italiana, basandomi sulle parole taglienti del mio insegnante universitario di statistica. Le classifiche godono della mia stessa scarsa considerazione, specialmente quelle di fine anno con cui alcuni organi di stampa si esprimono sulla qualità di vita nelle città o sui parametri più strettamente economici. Elaborazioni costruite sui dati disponibili (e non tutti i dati sono disponibili e riepilogati) in base ai cosiddetti codici ateco che vengono utilizzati dalle amministrazioni e dalle camere di commercio per individuare gruppi omogenei di attività, ma che proprio in questi ultimi mesi hanno dimostrato la propria inconsistenza. Infatti è l'imprenditore, o chi per lui, a decidere quale sia la attività principale dell'azienda e a inquadrarla col relativo codice anche se poi svolge attività plurime il cui contributo alla formazione dei ricavi è appunto diverso.

Classifica usata a caso, basta leggere due testate aretine circa l'economia. Guardando alle vendite on line da aziende di Arezzo, una afferma "anche il Covid ci converte del tutto all’e-commerce, pure cresciuto negli ultimi mesi", l'altra "male .. le imprese che fanno ecommerce, il paradosso aretino" chiosando che, per imprese che fanno e-commerce, Arezzo si posiziona al 90esimo posto con una variazione percentuale dell'8,15% contro il primato di Lecco che ha avuto un incremento del 30,77%. Ho aggiunto il dato per sottolineare che quelli sono i numeri: l'interpretazione corretta è la seconda. La domanda è:

come si fa ad affermare il contrario, a presentare quei numeri come un piacevole risultato? Solo l'uso abbondante di alcolici lo permette...

Come insistere a bearsi dell'export di metalli preziosi, dato che pone Arezzo in testa ad ogni classifica export based, drogando il risultato complessivo e dando una idea falsata della posizione di Arezzo fra le altre città o provincie italiane. Mi aspetto scrivano che Arezzo ha miniere...

Perchè mai ho visto sottolineare che a valori altissimi di export corrispondono picchi di import. Ma non è significativo.

E' come credere che un tv locale è indipendente e terza quando parla di settori economici  (commercio nello specifico)  o di politici (dal comune locale o  vicino ): fuffa a go-go.

Alessandro Ruzzi
© Riproduzione riservata
03/01/2021 13:55:46

Alessandro Ruzzi

Aretino doc, ha conseguito tre lauree universitarie in ambito economico-aziendale, con esperienza in decine di Paesi del mondo. Consulente direzionale e perito del Tribunale, attento osservatore del territorio aretino, ha cessato l'attività per motivi di salute, dedicandosi alla scrittura e lavorando gratuitamente per alcune testate giornalistiche nelle vesti di opinionista. alessandroruzzi@saturnonotizie.it


Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono in nessun modo la testata per cui collabora.


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Alessandro Ruzzi

Il valore della carità >>>

Walter e me >>>

Vaccini: errori agghiaccianti >>>

Perplessità vaccinali: aggiornamenti... >>>

#attornainamerica >>>

Donne, finocchi, lesbiche e compagnia cantante >>>

La mia solidarietà a Draghi >>>

Saranno responsabili? >>>

L'insostenibile leggerezza delle classifiche >>>

Vergogna. Le mie scuse >>>