Rubrica Lettere alla Redazione

Siamo un Paese serio o una barzelletta per il mondo intero?

"Si parla più del ragazzo bendato che del carabiniere ucciso"

Print Friendly and PDF

Sto leggendo in tutti i quotidiani, sentendo in tv, radio di quel "povero" ragazzo che è stato bendato in caserma dopo che aveva - con 11 coltellate e dico 11 non una - ucciso un carabiniere in servizio. A questo punto mi viene il dubbio "ma siamo un Paese serio o una barzelletta per il mondo intero" forse sarà stato troppo bendarlo ma sicuramente ci saranno delle ragioni, ma sta il fatto che si parla più di questo "bravo" ragazzo che del carabiniere ucciso.Forse sarà colpa di questo carabiniere che è morto e vedrete che all'ultimo questo ragazzo passerà per uno incapace di intendere e volere e ritornerà in America e continuerà la sua vita "normale"

Comunque uno di noi all'estero che avesse ucciso un poliziotto altro che benda agli occhi!!!!

Bruno Tredici

Redazione
© Riproduzione riservata
01/08/2019 14:32:17


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Lettere alla Redazione

Roberto Neri: "Assurdo lo slittamento temporale di 3 giorni da parte del governatore Rossi" >>>

I sussidi rivestono un ruolo vitale, ma non devono essere considerati sostitutivi del lavoro >>>

Non ci lasciate soli >>>

Non parlate del Covid-19 ma pubblicate solo notizie positive >>>

Lettera aperta al sindaco di Città di Castello >>>

"Dobbiamo riaprire il prima possibile: non lavoriamo a stretto contatto con il cliente" >>>

Lettera aperta al Sindaco Ghinelli e al suo (prossimo) avversario Ralli >>>

Il dopo Coronavirus rischia di essere devastante per l'Italia >>>

Sarà tutto come prima ma ci vorrà del tempo, secondo me molto tempo ma sarà come prima >>>

Imprenditore umbro scrive al premier Conte: "Ora basta sbagliare" >>>