Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Paolo Carlini vicesindaco del comune di Citerna

Dobbiamo sempre cercare di puntare al massimo per poter raggiungere dei buoni traguardi

Print Friendly and PDF

Lavori pubblici e ambiente: sono queste le deleghe di cui si occupa Paolo Carlini, vicesindaco del Comune di Citerna. Molto attivo e motivato, Carlini sta svolgendo con il necessario interesse il suo mandato, rivelandosi uno degli uomini di fiducia del sindaco Enea Paladino. Anche per lui comincia a essere tempo di bilanci e di previsioni.

Vicesindaco Carlini, quattro anni pieni di amministrazione: quale bilancio si può stilare?

“In questi primi quattro anni di amministrazione, abbiamo avuto modo di poterci mettere alla prova su quelle che erano le nostre aspettative da amministratori; ad esclusione del sindaco, nessuno aveva esperienze nella pubblica amministrazione, ma avevamo dalla nostra un grande entusiasmo e la voglia di portare un importante contributo per migliorare il nostro Comune. Certo, ci siamo scontrati più volte con le lungaggini e la complessa burocrazia, eccessiva a mio avviso per un piccolo Comune come il nostro, ma necessaria per un rispetto delle regole e delle normative. Siamo stati sfortunati: pochi mesi dopo il nostro insediamento, la pandemia ci ha costretto a rivedere i nostri progetti ed a posticipare tutti gli interventi che avevamo messo in programma, ma allo stesso tempo si è presentata per noi una grande occasione, il Pnrr. Ad oggi, il mio assessorato ai lavori pubblici è attivo su tutti i fronti ed in continua ricerca di finanziamenti per poter intercettare quante più risorse possibili. Obiettivi ambiziosi, certo, ma dobbiamo sempre cercare di puntare al massimo per poter raggiungere dei buoni traguardi. Dal mio punto di vista, anche se di parte, il bilancio è positivo, abbiamo solo bisogno di più tempo per poter vedere il frutto del nostro lavoro”.

Sono arrivati i soldi per la provinciale numero 100: quali le tempistiche per la messa in sicurezza di una strada ritenuta pericolosa?

“Un importante risultato: 500mila euro per la messa in sicurezza della sp 100 tra Pistrino e Fighille, più precisamente nel tratto che va dalla località Quartiere al bivio di Citerna. Proprio in questo tratto, a causa di molteplici fattori, troppe volte abbiamo pianto per incidenti che hanno visto un tragico epilogo. Fin dal primo giorno mi sono adoperato per avere un dialogo propositivo con Regione e Provincia, cercando di sensibilizzare tutti gli enti superiori in modo da ottenere una messa in sicurezza della strada. Con la presidenza della Provincia ricoperta da Luciano Bacchetta, abbiamo ottenuto un impegno per la realizzazione di una rotatoria con l’incrocio di Citerna, mentre grazie all’assessore regionale Enrico Melasecche ed al consigliere regionale Vslerrio Mancini abbiamo ottenuto questa importante somma appunto per la messa in sicurezza del tratto detto. L’intervento prevede un allargamento della sede stradale ed un raccordo della doppia curva, per poi confluire nella nuova rotatoria. I tempi saranno fortunatamente brevi. Il finanziamento della Regione prevede infatti che i lavori di miglioramento della sicurezza vengano realizzati nell’annualità 2024. Possiamo pertanto affermare che anche questo importante intervento e punto del nostro programma, rientrerà nelle cose da noi fatte”.

A livello di ambiente, altro assessorato di sua titolarità, che cosa è stato fatto di significativo?

Nel capitolo ambiente si è lavorato e si sta lavorando per un incremento dei servizi di raccolta differenziata. Il nostro Comune ha raggiunto degli ottimi risultati: infatti, secondo il nostro gestore Sogeco, il Comune di Citerna ha raggiunto e superato il 70% in raccolta differenziata. Con il nuovo progetto e con l’entrata dei servizi proposti nella gara d’ambito, avremo un “porta a porta spinto” che sicuramente ci permetterà di incrementare ulteriormente questo dato. Come assessorato all’ambiente, inoltre, stiamo lavorando alla creazione di un regolamento di polizia rurale ed alla revisione ed adeguamento del regolamento sull’utilizzo dei fitofarmaci”.

È ancora presto per parlare di mosse elettorali in vista del 2024, oppure è iniziato il confronto in seno alla squadra? E cosa vuol fare Paolo Carlini?

“In questo momento direi che è abbastanza prematuro: stiamo pensando al nostro lavoro e cerchiamo di portare a casa risultati; a mio avviso, dovranno essere i nostri sostenitori a dirci se dovremmo continuare o rivedere le cose. Personalmente, l’intenzione di rimettermi nuovamente a disposizione c’è: mi piacerebbe vedere compiuti tutti quegli interventi e progetti che nel corso del primo mandato ho messo in fila. Pertanto, continuerò a dare il mio pieno appoggio al nostro sindaco, Enea Paladino”.

Redazione
© Riproduzione riservata
30/05/2023 09:26:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Sottosopra "Mettiamo a nudo" il sindaco di Città di Castello Luca Secondi >>>

Andrea Alberti: from Monterchi to San Francisco per i microchip del futuro >>>

Sottosopra "mettiamo a nudo" Sonia Fortunato, nota imprenditrice di Sansepolcro >>>

75 anni di storia per l’Aia Città di Castello >>>

Fabrizio Matassi, da promessa dello sport ad affermato ortopedico >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" l'assessore della Provincia di Arezzo Laura Chieli >>>

Ferrer Vannetti, imprenditore all’avanguardia e presidente di successo >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il presidente della Provincia di Arezzo Alessandro Polcri >>>

Sottosopra: "mettiamo a nudo" il vice sindaco di Sansepolcro Riccardo Marzi >>>

Intervista esclusiva al cantante aretino "Il Cile" all'anagrafe Lorenzo Cilembrini >>>