Rubrica Curiosità

E-cig: dispositivi strategici che riducono l’uso di tabacco

Le sigarette elettroniche sono protagoniste di una tendenza in forte aumento

Print Friendly and PDF

Avete cominciato a fumare anni fa e ora avete intenzione di smettere? Allora potreste prendere in considerazione la soluzione delle sigarette elettroniche, che sono protagoniste di una tendenza in forte aumento. Se da un lato è assolutamente vero che la dipendenza da nicotina non è per nulla semplice da contrastare, è importante sapere che ci sono diversi strumenti che possono tornare utili a riguardo.

Tra questi prodotti troviamo senz’altro la sigaretta elettronica, in grado di offrire un’esperienza diversa, anche se con alcuni punti in comune rispetto alle sigarette tradizionali. Procurarsi delle sigarette elettroniche è molto facile, visto che ci sono diverse piattaforme dove si possono comprare anche varie tipologie di liquidi speciali da svapare e tantissimi accessori per rendere l’esperienza dello svapo il più piacevole possibile.

Le sigarette classiche, quanti effetti dannosi per la salute

Non ci vuole certo chissà quale esperto per notare come la sigaretta classica presenta certamente un fascino del tutto particolare, ma al contempo porta in dote un gran numero di svantaggi, che si riflettono in maniera decisamente negativa non solo sulla salute di una persona, ma anche sotto il profilo economico.

È chiaro che la decisione di cominciare a fumare le sigarette tradizionali può avere tantissime motivazioni e ragioni, ma è certo che il fumo, soprattutto nel secolo scorso e nel mondo del cinema, è diventato quasi una sorta di icona e un simbolo di ostentazione di aspetti caratteriali come grande sicurezza in sé stessi e disinvoltura.

Un vizio che, però, con il passare del tempo ha manifestato tutte le sue gravi e pericolose controindicazioni. Non è certo casuale la frase “il fumo uccide”, posta su tutti i pacchetti di sigarette classici, che riassume molto bene tutte le conseguenze spiacevoli sulla salute di fumare. Le sigarette, statisticamente, sono in grado di provocare un numero di decessi che supera notevolmente quello per alcol e droghe. Tra i tanti effetti negativi sull’organismo c’è da dire come la dipendenza da nicotina favorisce l’insorgere di bronchiti, tumori polmonari, infarto, ictus, enfisema, problematiche alla sessualità maschile, aborti e pure dei danni ai reni.

Non solo, dal momento che pure il fumo passivo provoca numerosi danni, tra cui pure crisi asmatiche, polmoniti e bronchiti e, nei casi più gravi, anche il cancro. Tra gli altri aspetti piuttosto delicati troviamo l’odore sgradevole che il fumo lascia sulle dite e nei vari ambienti, soprattutto in quelli domestici. Per ultimo, è doveroso analizzare l’aspetto economico, visto che fumatore medio spende qualcosa come 1800 euro all’anno all’incirca per comprare le sigarette.

Le sigarette elettroniche: un’esperienza tanto simile quanto diversa

Dal momento in cui i vari prodotti vaporizzanti sono stati sviluppati e poi immessi in commercio, si è accesa una forte polemica che riguarda la scelta tra l’uso delle sigarette elettroniche oppure l’acquisto delle sigarette classiche.

Sostanze tossiche addio

Sono numerosi i vantaggi legati all’impiego delle e-cig al posto delle sigarette tradizionali. Prima di tutto, l’organismo non deve più subire l’ingestione di sostanze particolarmente tossiche. Si parla di circa 4 mila sostanze tossiche, nello specifico catrame, monossido di carbonio e cianuro di idrogeno, quelle legate al processo di combustione del tabacco, che si evitano.

Aiuto per ridurre dipendenza da nicotina e stop al fumo passivo

Le sigarette elettroniche sono uno dei tanti mezzi che si possono provare per cercare di contrastare in modo più efficace possibile la dipendenza da nicotina. Infatti, si può decidere la percentuale di nicotina liquida presente al loro interno, riducendola progressivamente fino ad azzerarla del tutto.

Importante anche rilevare gli effetti benefici rispetto al fumo passivo. Con le e-cig, in realtà, si suole parlare di vapore passivo. Rispetto a quello che avviene con il fumo passivo, infatti, le sostanze tossiche sono presenti in una percentuale davvero contenuta. Non solo, dato che in confronto al fumo passivo (che rimane 45 minuti) persiste molto di meno, circa 9 minuti, nell’ambiente.

Infine, anche se chiaramente è un aspetto importante, c’è da ribadire il risparmio dal punto di vista prettamente economico. Per poter cominciare a svapare, serve prendere in considerazione un investimento iniziale che si aggira intorno ai 50 euro. Annualmente, in media la spesa si avvicina ai 600 euro, quindi una cifra che equivale al 70% in meno rispetto alla spesa che viene sostenuta da un fumatore.

Tutto ciò che serve sapere sulle e-cig

Se abbiamo appena esaminato i motivi per cui conviene fare il passaggio dalle sigarette tradizionali a quelle elettroniche, è bene evidenziare come ci sono ulteriori informazioni da memorizzare. Ad esempio, le e-cig consentono di tenere sempre sotto controllo il dosaggio di nicotina, la cui percentuale sarà personalizzabile.

Tra gli altri punti di forza troviamo indubbiamente il fatto di garantire delle vaporizzazioni di nicotina liquida, comprensiva non solo di solventi, ma anche di aromatizzanti, spesso impiegati in ambito alimentare. Importante mettere in evidenza come l’uso delle sigarette elettroniche ha un impatto più limitato sull’ambiente, in termini di inquinamento, rispetto alle sigarette classiche.

Tra le principali caratteristiche delle sigarette elettroniche troviamo senza dubbio anche il fatto di integrare una batteria al litio che è ricaricabile. Quest’ultima consente di poter svapare in qualsiasi luogo ci si trovi e non ha bisogno, per poter essere alimentata, di un accendino. Un gran numero di ricerche sta lavorando per approfondire e analizzare meglio avvengono come lo sviluppo e la diffusione di sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene provocate da dei liquidi che non sono stati certificati nel corso della vaporizzazione. Come si può facilmente, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, è chiaro che si tratta di sostanze meno impattanti in confronto al tabacco classico.

Quest’ultimo è il principale motivo che spinge ogni anno sempre più fumatori a passare allo svapo, beneficiando dell’ampia scelta presente sul mercato caratterizzato dalla presenza di numerosi ‘player’ come l’italianissimo Terpy, noto per l’offerta di liquidi da svapo a marchio proprio.

Redazione
© Riproduzione riservata
26/10/2022 09:48:26


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Curiosità

5 segreti per avviare un e-commerce regolarmente >>>

5 Aspetti da conoscere prima di acquistare una maschera all'argilla >>>

Alla scoperta delle Ladoum, i Rolex del mondo delle pecore >>>

Un rivoluzionario tipo di cartone sfida l’egemonia della plastica >>>

Recensioni online: come capire se sono affidabili? >>>

Luci e ombre dell'automotive, un mercato in crescita ma che sta cambiando >>>

Vendite immobiliari, ecco come fare per riuscirci bene e in fretta >>>

Eccezionale ritrovamento in un remoto monastero etiope: recuperata la Bibbia più antica del mondo >>>

Vivere a Milano tra costo delle vita e opportunità di lavoro >>>

Customer journey: il viaggio del cliente verso la fedeltà >>>