Notizie Locali Comunicati

Mancini e Puletti si accorgono solo ora del degrado dell'ex ospedale di Città di Castello?

Bettarelli: perché la maggioranza di cui fanno parte ha dirottato i fondi da altra parte?

Print Friendly and PDF

“Appare incredibile apprendere a mezzo stampa e social come i due consiglieri regionali altotiberini della Lega, il leader di preferenze Valerio Mancini e Manuela Puletti, soltanto oggi si siano accorti che l’ex Ospedale di Città di Castello versa in condizioni fatiscenti e pericolanti”. Lo afferma il consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd). 

“Incredibile e assurdo - sottolinea - perché a tutti gli umbri ma in special modo ai loro concittadini, i due consiglieri dovrebbero spiegare come mai in questi anni abbiano votato contro tutti gli atti portati in Assemblea Legislativa dal sottoscritto per riqualificare questo immobile. Dovrebbero spiegare come mai la maggioranza che loro sostengono abbia destinato ad altro i fondi che erano stanziati per la riqualificazione e rifunzionalizzazione di questa struttura: quei 3 milioni di euro che nel gennaio 2018 l’Ufficio speciale per la ricostruzione aveva assegnato alla Regione Umbria (proprietaria dell’immobile) per l’intervento sull’ex ospedale San Florido di Città di Castello, ancora disponibili nel maggio 2019 ma poi impiegati altrove. Dovrebbero spiegare anche come mai stessa sorte sia toccata alle risorse del ‘Lascito Mariani’, perché se attorno a quel lascito e alla struttura dell’ex nosocomio cittadino la sinergia di Comune-Asl-Regione aveva costruito, prima dell’arrivo della Giunta a trazione leghista, il progetto della ‘Casa della salute’ stanziando fondi e arrivando alla fase conclusiva, abbiano scelto poi di non andare avanti e abbandonare quel progetto e con con esso definitivamente quell’immobile che oggi Mancini ritrae con aria scandalizzata in un reportage surreale. Consiglieri regionali di maggioranza che dopo quasi tre anni dalla loro elezione e quasi tre anni di silenzi e immobilismo sulla sorte dell’ex ospedale, si sono svegliati oggi solo per attaccare la Giunta regionale che sostengono invece che impegnarsi per reperire risorse”. “Perché - chiede Bettarelli - hanno votato contro agli atti legati alla riqualificazione dell’ex ospedale? Perché non si sono adoperati attraverso la propria Giunta che invece di trovare risorse le sottraeva ma soprattutto perché hanno continuato a votare bilanci e atti che non prevedono stanziamenti per il recupero dell’ex ospedale di Città di Castello? Una Giunta regionale incapace di governare che non ha mai stanziato risorse per l’ex ospedale di Città di Castello e consiglieri regionali che nonostante questo hanno sempre votato favorevolmente bilanci e atti. Una Regione - conclude - guidata da un partito, la Lega, di lotta e di governo i cui esponenti sono esclusivamente in cerca di visibilità, di qualche slogan e forse di qualche ‘like’, sempre  sulla pelle di tutti i cittadini, compresi tutti coloro che nel 2019 hanno dato loro fiducia”.

Redazione
© Riproduzione riservata
05/07/2022 17:46:40


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Agricoltura Aretina, è la conta dei danni: la Cia al lavoro per stime >>>

“Per l’area Sadam c’è voluto il fresco per svegliare il sindaco Agnelli” >>>

Primo passo di Città di Castello nel circuito internazionale delle Città della Ceramica >>>

Maltempo in Toscana, codice giallo esteso fino a venerdì >>>

Castiglion Fiorentino, dall'amministrazione massima attenzione per l'area ex zuccherificio >>>

San Giustino, con il PNRR finanziato un nuovo asilo >>>

Il parco nazionale delle Foreste casentinesi ospite del numero in edicola di Topolino >>>

UNIPG, istituiti laboratori per futuri geometri laureati in tutta l'Umbria >>>

Poste Italiane, in provincia di Arezzo prelievi senza carta >>>

Castel Focognano festeggia i cento anni di Angiolo Cardini >>>