Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Federico Cavalli consigliere al comune di Pieve Santo Stefano

“L'Archivio Diaristico Nazionale è una realtà unica a livello nazionale e internazionale"

Print Friendly and PDF

Da otto anni è consigliere comunale di maggioranza a Pieve Santo Stefano. Dapprima con Albano Bragagni e adesso con Claudio Marcelli. Eletto per due volte nella lista “Insieme per Pieve”, Federico Cavalli (28 anni) ricopre in questa legislatura il ruolo di consigliere delegato a bilancio e ambiente, più quello di consigliere della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale.

Cavalli, quali sono i punti qualificanti del bilancio 2022?

“Innanzitutto, il primo fattore cui bisogna sempre guardare è la salvaguardia degli equilibri di bilancio. In particolare, in un periodo così critico in cui i costi dell'energia sono notevolmente aumentati, occorre prestare attenzione e prevedere un cuscinetto di sicurezza, che permetta al bilancio di rimanere sempre in salute. Per il resto, l'obiettivo è quello di cercare di portare a termine più investimenti possibili. Per questo, la sfida del Pnrr e la ricerca di fondi nazionali e regionali è ciò su cui ci concentreremo. Abbiamo già presentato due progetti importanti insieme ad altri Comuni per la valorizzazione turistica di Pieve e per la riqualificazione sia del suo centro storico che delle sue frazioni. Speriamo che il nostro lavoro venga premiato”.

In che modo Pieve Santo Stefano sta ripartendo anche ora, dopo i due difficili anni di Covid-19?

“Per prima cosa, voglio dire che la popolazione pievana si è dimostrata, in questi due anni difficili, rispettosa delle regole e con uno spirito di solidarietà unico. In particolare, voglio citare il ruolo sempre centrale che svolgono le nostre associazioni: credo che debbano essere prese da esempio. Pian piano stiamo ricominciando a vivere le nostre piazze e i luoghi di aggregazione. C'è una grande voglia di stare insieme e la recente Sagra del Prugnolo, con i numeri incredibili che ha avuto, ha dato un segnale importante. L'amministrazione, sempre insieme alle indispensabili associazioni, ha già iniziato a predisporre un programma e l'estate pievana sarà ricca di eventi”.

Da delegato all’ambiente, quali risultati ha ottenuto Pieve sulla raccolta differenziata dei rifiuti e c’è intenzione di potenziare il sistema di raccolta più in generale?

“Questo è un tema molto complesso. Non si può parlare di risultati in termini di raccolta differenziata se non si comprende il sistema con cui si formano i costi, sul quale siamo da sempre particolarmente critici e sul quale mi batto nelle varie assemblee. Un sistema che ha comportato per tutti i Comuni, sia quelli con alte percentuali di raccolta differenziata sia quelli con percentuali minori, un aumento costante dei costi, con la normativa nazionale e regionale che, invece di rendere il sistema più semplice ed efficiente, lo hanno reso più complesso. La nuova proprietà di Sei Toscana ha presentato un piano di riorganizzazione dei servizi che dovrebbe aumentare la raccolta differenziata e allo stesso tempo l'efficienza. Ho seri dubbi che tutto questo accada, spero di essere smentito”.

Lei è consigliere della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale: qual è il pregio di questa realtà e in che cosa, eventualmente, deve compiere un passo in avanti?

“L'Archivio Diaristico Nazionale è una realtà unica a livello nazionale e internazionale, che porta il nome di Pieve in tutto il mondo. Il Piccolo Museo del Diario, con i numeri di visitatori in costante crescita, è il fiore all'occhiello di tutto ciò: un'esperienza unica che colpisce chiunque vi entri. Credo si debba essere orgogliosi di avere a Pieve un’entità di questa importanza, soprattutto per il valore inestimabile delle storie che sono qui raccolte. L'ulteriore cambio di passo, se ve ne fosse bisogno, ritengo sarà dato dal progetto della nuova sede all’ex asilo, per il quale il Ministero dei Beni Culturali ha specificatamente previsto dei fondi importanti. Una realtà di questo genere merita di avere una sede importante e rappresentativa”.

Lei è ancora molto giovane: quale giudizio esprime sulla guerra in atto in Ucraina e che cosa teme di più?

“La guerra è sempre da condannare con decisione. Sono fortunato a non aver mai visto la guerra, che però mi è stata raccontata molto bene dai nonni. La guerra lascia i segni. Ed essendo così vicina a noi, la paura maggiore è che noi e le generazioni future, anche indirettamente, potremmo portarne i segni. La realtà è complessa, però di certo in ogni guerra c'è una parte della popolazione che la subisce e basta, ovvero i più deboli. Per questo, mi dispiacerebbe molto se i giovani vedessero in qualche modo sfumare i loro sogni e i loro obiettivi per delle scelte scellerate da parte di alcuni. Il confronto e il dialogo, anche su posizioni diverse e distanti, ritengo debbano essere l'unica soluzione a qualsiasi tipo di problema”.

Redazione
© Riproduzione riservata
12/05/2022 12:02:26


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Giampaolo Conti consigliere comunale a Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Daniele Quartucci consigliere comunale a Citerna >>>

Mondo Politica: intervista a Laura Taddei consigliere comunale ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Claudia Mazzoli assessore al comune di Bagno di Romagna >>>

Mondo Politica: intervista a Federico Cavalli consigliere al comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Michele Simoni vicesindaco di Monte Santa Maria Tiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonello Antonelli presidente del consiglio comunale di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Enrico Salvi sindaco di Verghereto >>>

Mondo Politica: intervista a Lorenzo Melelli assessore al Comune di Monte Santa Maria Tiberina >>>