Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Francesco Cenciarini assessore del Comune di Umbertide

"Abbiamo rafforzato il servizio di polizia locale con l'armamento degli agenti"

Print Friendly and PDF

Prima esperienza politico-amministrativa per Francesco Cenciarini nel Comune di Umbertide, componente della squadra di giunta guidata dal sindaco Luca Carizia, in carica dal giugno 2018, data dello storico ribaltone elettorale. Cenciarini, 35 anni ad aprile, è nella vita professionale dipendente di un’azienda grafica; sposato, vive con la sua famiglia nella frazione di Calzolaro e ha la titolarità delle deleghe a polizia municipale, rapporti con le frazioni, ambiente e personale.

Cenciarini, tre anni e mezzo di mandato. Come sono stati per un assessore “esordiente” come Lei, con il Covid-19 che si è messo di mezzo e con l’opposizione sempre pronta a dare battaglia?

“La prima parte di questo percorso amministrativo la divido in tre parti. La prima, quella stimolante: appena arrivato, mi sono immediatamente messo al lavoro con il sindaco Luca Carizia per risolvere i problemi. Un impegno intenso, quotidiano, che dal giorno dell'insediamento a oggi non è mai cambiato. La seconda, quella dell'emergenza Covid, ci ha visto lavorare su più fronti per dare risposte certe ai nostri concittadini. La terza è quella del futuro, con la quale si costruisce l'Umbertide del domani”.

Quali sono stati i risultati più importanti conseguiti in questo lasso di tempo dal suo assessorato?

“È stato ed è un lavoro graduale. Penso ad esempio a quello sul fronte della sicurezza: abbiamo rafforzato il servizio di polizia locale, con l'armamento degli agenti; abbiamo reso più efficiente il corpo di polizia locale, assumendo tramite concorso due nuovi agenti e dato maggiore spazio agli interventi su strada. Senza dimenticare il potenziamento del sistema di telecamere di sicurezza nell'intero territorio comunale, con l'installazione di 29 telecamere negli ultimi tre anni. Un altro aspetto importante messo in atto dal mio assessorato è quello che riguarda l'ambiente; primo fra tutti, la messa in sicurezza e la riqualificazione della Pineta Ranieri, con degli interventi che daranno una nuova veste più bella e sicura a uno dei posti più amati dagli umbertidesi. Senza dimenticare l'attivazione dei Progetti Utili alla Collettività. Grazie a questi progetti, le persone che prendono il reddito di cittadinanza nel comune di Umbertide vengono impiegati in lavori che permettono una maggiore tutela del verde e del decoro urbano. Tutto questo mi rende orgoglioso. Sapere che l'amministrazione di cui faccio parte è riuscita a realizzare questo percorso è veramente significativo. Con il project financing che ha preso il via sotto questa amministrazione, ci sarà un impianto di illuminazione comunale più efficiente, che garantirà più decoro e soprattutto più sicurezza nelle ore notturne. Con un accordo tra Comune e Gesenu sono state installate nel territorio comunale cinque fototrappole movibili per contrastare l'abbandono dei rifiuti nelle zone di campagna. Abbiamo inaugurato il Centro del Riuso, che si trova vicino al centro di raccolta comunale di via Madonna del Moro per avvicinare i cittadini a una cultura del riuso basata sui principi di tutela ambientale e di solidarietà. A proposito del centro di raccolta, stiamo effettuando dei lavori attesi da decenni, per il suo ammodernamento e per adeguare il sito all'Autorizzazione Unica Ambientale”. 

Una delega assai più delicata di quanto si possa immaginare è quella al personale. Che tipo di situazione ha ereditato?

“Abbiamo trovato un personale efficiente e capace, che lavora sodo e che è sempre collaborativo nei confronti dell'amministrazione. Colgo l'occasione per ringraziare tutti i dipendenti del Comune di Umbertide per la grande professionalità e competenza sempre dimostrate”.

Occuparsi di polizia municipale significa di fatto lavorare in chiave di ordine e sicurezza. Quanto ancora c’è da lavorare sotto questo profilo?

“Occuparsi di Polizia Municipale vuol dire occuparsi della sicurezza urbana dei cittadini. Si tratta di una funzione estremamente complessa perché muta in base alle caratteristiche della società e più specificatamente in base alle caratteristiche della comunità locale. Questo vuol dire dover adattare l'attività sia dell'amministrazione che la vigilanza della polizia locale in base al mutare delle tante situazioni. Accanto alle funzioni tradizionali, come quella del rilievo dei sinistri stradali, dei servizi di educazione stradale, dei servizi di controllo e di organizzazione dei mercati e delle Fiere di Settembre. Prende sempre più spazio l'attività diretta a prevenire e contrastare i fenomeni di degrado della città e delle abitudini dei cittadini, vedi i controlli diretti al contrasto dell'abuso di sostanze alcoliche e all'uso di sostanze stupefacenti. Per questo motivo, gli investimenti si sono diretti verso una polizia locale più concreta e operativa. Grazie all'armamento e all'implementazione nel numero degli agenti e verso una videosorveglianza più estesa e più efficiente. Proprio questa strumentazione ha fatto sì che il rapporto tra polizia locale e polizia di competenza statale si sia fatto ancora più stretto, grazie all'interscambio delle immagini utilissime sia per le indagini della polizia locale che per quelle dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Un ringraziamento particolare va al comandante Gabriele Tacchia e a tutta la sua squadra per il lavoro che ogni giorno mettono in campo. Sul fronte della sicurezza urbana, quest'anno ci saranno delle importanti novità sulle quali è già al lavoro l'Ufficio di Polizia Locale”.

Francesco Cenciarini ha intenzione di proseguire il percorso politico-amministrativo che ha intrapreso, compatibilmente con l’evolversi della situazione?

“Abbiamo davanti un anno e mezzo di legislatura e, come avvenuto in questa prima fase, metteremo tutti noi stessi per raggiungere altri obiettivi che ci eravamo fissati all'inizio di questa avventura. Ci sono tanti progetti che devono essere portati a compimento. La voglia di continuare a fare per la comunità c'è e ci sarà sempre”.

Redazione
© Riproduzione riservata
21/01/2022 09:07:07


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Giampaolo Conti consigliere comunale a Umbertide >>>

Mondo Politica: intervista a Daniele Quartucci consigliere comunale a Citerna >>>

Mondo Politica: intervista a Laura Taddei consigliere comunale ad Anghiari >>>

Mondo Politica: intervista a Claudia Mazzoli assessore al comune di Bagno di Romagna >>>

Mondo Politica: intervista a Federico Cavalli consigliere al comune di Pieve Santo Stefano >>>

Mondo Politica: intervista a Michele Simoni vicesindaco di Monte Santa Maria Tiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista ad Antonello Antonelli presidente del consiglio comunale di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Enrico Salvi sindaco di Verghereto >>>

Mondo Politica: intervista a Lorenzo Melelli assessore al Comune di Monte Santa Maria Tiberina >>>