Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro

"Campagna elettorale “moscia” perché manca la passione politica"

Print Friendly and PDF

Dal Partito Socialista, del quale è stato segretario politico cittadino a Sansepolcro, ai Socialisti Italiani, poi l’uscita nel 2008 e il passaggio nel 2011 al Partito Democratico. Questo il percorso politico di Franco Mollicchi, che come pubblico amministratore è stato assessore al Comune di Sansepolcro e alla Comunità Montana Valtiberina Toscana, oltre che consigliere comunale a Palazzo delle Laudi. Parlare di politica con lui è sempre interessante e ridesta il clima anche in periodi di calma piatta.

Mollicchi, più volte abbiamo definito la campagna elettorale di Sansepolcro come la più “moscia” di sempre, salvo che non si ravvivi all’improvviso. Ciò dipende, a suo parere, dal fatto che la data della consultazione è stata posticipata, oppure c’è anche dell’altro?

“Per come la vedo io, è una campagna elettorale “moscia” perché manca la passione politica. La distanza dalla data delle elezioni c’entra poco e poi le elezioni sono molto più vicine di quanto si pensi: con un’estate in mezzo, di tempo effettivo a disposizione ne rimane alla fine poco. La mancanza di passione alla quale facevo riferimento è tipica dei nostri tempi: questa la sostanza. Non c’è quel dibattito necessario, anche in previsione dei fondi europei che la Regione Toscana ci deve trasferire a parametro”.

Vi è la possibilità nel centrosinistra di riuscire a compattare le varie “anime”, compresa quella parte del Movimento 5 Stelle che sembrava molto vicina ma che ora si starebbe riallontanando?

“Non seguo direttamente le trattative politiche: vi sono un segretario e un capogruppo di partito deputati a farlo. L’auspicio è che nel centrosinistra vi sia una coalizione solida, capace di avere una visione progettuale della città di qui ai prossimi venti anni. Mi auguro anche che vi sia una componente di impegno civico che serva per allargare la rappresentanza della città e una presenza del mondo dell’economia nelle sue varie articolazioni di categoria. Spero quindi che tutte coalizioni in lizza abbiano queste figure, trattandosi di componenti necessarie della città”.

Passando al centrodestra, pare che la scelta del candidato sindaco non abbia incontrato consensi unanimi fra i vari partiti e i movimenti. Non rischia allora di sperperare il patrimonio di voti accumulato alle scorse regionali, anche se alle comunali il discorso può cambiare perché davanti a tutto ci sta la caratura della persona?

“A un centrodestra disunito credo francamente poco. Questo schieramento può contare su un forte collante, non solo elettorale, ma derivante da impostazioni politiche di livello nazionale. Penso quindi che sia un centrodestra competitivo per Sansepolcro e mi auguro che sia solido e ad ampio respiro, con progetti di una certa validità, perché credo che il bene della città debba andare sopra la logica degli schieramenti e dei partiti. Il centrodestra è una potente realtà a livello sia locale che provinciale: ecco perché non credo a divisioni interne ad esso”.

Stando alle dichiarazioni di questi ultimi mesi, il sindaco Mauro Cornioli sarebbe stato abbandonato dalle forze che per cinque anni lo hanno sostenuto. Che cosa paga, a suo giudizio, l’attuale primo cittadino?

“Ma è poi vero che Cornioli sia stato abbandonato? Al di là delle notizie e dei comunicati che sono apparsi, nella sostanza siamo proprio sicuri che una parte – più o meno larga essa sia – lo abbia abbandonato? E soprattutto, in questa fase di incertezza Cornioli non potrebbe tornare a essere competitivo anche lui? Sapete benissimo che il sottoscritto - nei limiti della correttezza – non ha mai risparmiato critiche a Cornioli sul suo operato di pubblico amministratore, però allo stesso tempo dico: in democrazia si rende conto ai cittadini, per cui Cornioli ha il diritto-dovere di ripresentarsi all’esame dei biturgensi. Do allora per scontata la sua ricandidatura, anche in forme e con coalizioni diverse, poi sarà il corpo elettorale di Sansepolcro a dire la sua”.

La candidatura a sindaco di Andrea Laurenzi per il centrosinistra è da considerare sempre più solida?

“In questi anni, Laurenzi ha maturato esperienza, curriculum e capacità di resistere allo stress tali da farne uno dei candidati possibili. C’è un’altra domanda da porsi: vi sono altri candidati migliori? In caso di risposta affermativa, chi negherebbe a queste eventuali altre persone l’opportunità di giocarsi la partita?”.

Fosse Lei al posto del prossimo sindaco, quale prima mossa compirebbe in favore di Sansepolcro?

“Non esiste mai – a mio avviso - una prima mossa, però farei due cose non semplici. La prima è quella di aumentare il reddito pro-capite dei nostri cittadini, che al momento è basso. Ciò significa incrementare il valore aggiunto dei nostri prodotti e delle nostre imprese attraverso ricerca, tecnologia e innovazione. La seconda cosa consiste nel fare in modo che Sansepolcro, come istituzione e come politica (il sindaco in primis deve essere una figura politica e quindi appartenere a una coalizione politica), sia presente nei luoghi in cui si prendono i provvedimenti, prima che vengano definiti in forma istituzionale. La città non deve quindi più “subire” le decisioni, ma dovrà dire la sua su questioni che riguardano il suo futuro e mi riferisco ad ambiti chiave quali ad esempio la sanità, la rigenerazione urbanistica e la mobilità”.                     

Redazione
© Riproduzione riservata
13/05/2021 11:26:46


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Chiara Andreini segretario del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Libero Valenti assessore al comune di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista a Manuela Puletti esponente della Lega in Umbria >>>

Mondo Politica: intervista a Sara Marzà consigliere comunale a San Giustino >>>

Mondo Economia: intervista con Patrizio Pecorari responsabile Coldiretti Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Maria Cristina Polcri, presidente del consiglio comunale di Monterchi >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Andrea Marsupini >>>

Mondo Politica: intervista a Samuel Fedele assessore al comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista con Matteo Tarducci presidente di Confesercenti Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro >>>