Notizie Locali Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Milena Crispoltoni Ganganelli assessore al comune di San Giustino

Una delle conferme nell’amministrazione guidata da Paolo Fratini

Print Friendly and PDF

 

A lei, il sindaco Paolo Fratini ha riaffidato due anni fa le “leve” delle cultura. Milena Crispoltoni Ganganelli è una delle conferme nell’amministrazione comunale di San Giustino. Anche nelle elezioni del maggio 2019 è stata fra le più votate e l’operato svolto nella prima legislatura ha fatto sì che, nel segno della continuità, il suo mandato potesse proseguire. Oltre che di cultura, Milena Crispoltoni Ganganelli si occupa anche di turismo, scuola, pari opportunità, promozione della cultura della legalità e gemellaggi.

Quali ripercussioni ha avuto sulle attività culturali a San Giustino questo anno di Covid-19?

“Questo tempo, lungo e molto difficile, legato alla pandemia da Covid-19, ha arrecato nel nostro territorio conseguenze importanti, anche nel settore delle iniziative culturali. La nostra amministrazione che, lungo il corso degli anni, si è caratterizzata nel proporre eventi che hanno riscosso consenso e partecipazione, ha rimodulato per quanto possibile le proposte in base alla situazione. Durante l’estate 2020, con grande impegno anche da parte degli uffici, che ringrazio, sono state riproposte le serate jazz di “Experimenta” e, grazie alla preziosa sinergia con la Diocesi di Città di Castello, nella persona della dottoressa Catia Cecchetti, l’appuntamento con Chiostri Acustici. Serate, queste, che all’insegna del rispetto dei vari protocolli sanitari, hanno visto una significativa partecipazione, risultando essere, più di sempre, momenti particolarmente attesi di incontro sociale, oltre che opportunità preziose di ascolto di buona musica in uno dei luoghi più suggestivi del nostro Comune, l’Esedra di Villa Graziani. L’estate musicale è continuata con l’apprezzata serata sangiustinese del Festival delle Nazioni a Castello Bufalini. È venuta a mancare la Giornata del Trekking urbano, sempre molto partecipata e quello che dal 2017 è stato uno degli eventi più apprezzati non solo dai nostri concittadini, il Presepe Vivente al Castello Bufalini, così come le altre attività legate all’Isola di Natale che vedevano protagoniste le scuole e le associazioni. Grazie alle tecnologie informatiche e alla collaborazione della Cooperativa Sangiustinese, in sinergia anche con i vicini Comuni, sono state realizzate online serate in occasione di date particolari, quali il 27 gennaio e l’8 marzo. È stata una modalità nuova che ci ha permesso di poter rimanere in contatto con la cittadinanza e che, in parte, continueremo ad utilizzare: come amministrazione stiamo lavorando insieme agli amici dell’Astra e ai rappresentanti di alcune associazioni del settore cultura per organizzare un evento legato al 75esimo della Repubblica. Quel 2 Giugno del 1946 fu una svolta epocale, una festa e, come tale, vogliamo ricordarla. Non svelo i particolari di questa iniziativa, in cui sarà raccontato a più voci quello che fu il vissuto del nostro Paese. Voglio ringraziare i consiglieri del nostro gruppo per la grande collaborazione e sinergia con cui abbiamo intrapreso questo impegno. Il ringraziamento va anche alle nostre associazioni, sempre pronte ad intervenire con il proprio generoso contributo”. 

Lei è insegnante scolastica: come hanno vissuto questa situazione i suoi studenti?

“Come insegnante di Religione, ho 262 alunni. Con loro, anche per la disciplina che insegno, ho un dialogo ampio e approfondito che mi ha permesso di comprendere il disagio e le difficoltà che, a volte, hanno caratterizzato questo lungo anno. La scuola si è reinventata, mettendo in atto strategie per non lasciare indietro nessuno: la DaD ha fatto sì che i ragazzi non perdessero il contatto con la realtà scolastica, la quale però è altro: è socialità e relazione, confronto e dialogo, aula e cortile. Credo che i miei studenti, come noi tutti, abbiano davvero faticato tanto. A volte, è difficile concentrarsi in classe, figurarsi a distanza! Questo tempo ha segnato ognuno di noi, in particolare i bambini, gli adolescenti e gli anziani. Come assessore alle Politiche Scolastiche, sono grata alle nostre scuole per tutto ciò che hanno messo in atto per i nostri studenti. Ringrazio le famiglie per aver accolto l’Istituzione Scuola nella propria casa”.

In cosa si contraddistingue, rispetto alla prima, la seconda legislatura a San Giustino con sindaco Paolo Fratini?

“Ho accettato di ricandidarmi perché con il sindaco Fratini si è instaurato un rapporto di collaborazione e stima. Da lui, dal suo agire pronto e pragmatico, ho avuto modo di imparare davvero molto, in diversi ambiti, fra i quali quello delle relazioni interpersonali: sa discernere e misurare sempre le situazioni.  Questa seconda legislatura vuole portare a compimento progetti già iniziati e avviarne altri. Continuità e nuove progettualità: questo potrebbe essere lo “slogan”. Fra i progetti, sta a cuore la riapertura della biblioteca nei nuovi spazi di Palazzo Zanchi. Abbiamo traslocato per ristrutturare la sede in cui da anni essa si trovava, al fine di ricavare nuovi spazi da consegnare alla direzione didattica. Speriamo che, in un’ottica di priorità che devono sicuramente tenere conto dei bisogni derivanti dalla attuale situazione pandemica, si possa in un futuro non lontano aprire i nuovi spazi alla cittadinanza. La biblioteca, luogo e presidio forte di cultura, lungo il corso degli anni, ha iniziato a essere un punto di riferimento per gli alunni delle nostre scuole che l’hanno frequentata e vissuta. Dalla biblioteca è partito tre anni fa il progetto “Conoscere la lettura, volare con la fantasia sulle ali della storia”, che ha visto protagonisti gli alunni che frequentano attualmente le quinte A e B della primaria “Gianni Rodari” di Cospaia. Il risultato è un bellissimo libro - sarà presentato a fine scuola – nel quale confluiscono le esperienze vissute dai bambini, la collaborazione delle famiglie e l’impegno degli insegnanti che credono in una scuola che racconta il proprio territorio. Un altro progetto particolarmente importante è legato alla fruizione da parte della cittadinanza del giardino segreto di Castello Bufalini. Con il nuovo direttore museale, la dottoressa Veruska Picchiarelli, con la quale si è subito stabilito un legame di proficua collaborazione, opereremo al fine di poter raggiungere questo obiettivo. Un passaggio significativo di questo nostro secondo mandato, sul versante delle politiche scolastiche, è l’essere riusciti, nella piena collaborazione con il dirigente scolastico Elio Boriosi che ne ha fatto richiesta all’Usr, a far partire la scuola dell’infanzia pubblica nella frazione di Selci Lama. Le nuove sezioni saranno dislocate negli spazi della scuola media che hanno accolto negli ultimi anni la scuola paritaria “Carlo Liviero”, la quale proseguirà altrove la propria attività educativa”.

Qual è il suo obiettivo tanto desiderato per il 2021: riavere al più presto gli eventi in presenza e quali?

“Diversi sono gli obiettivi che vorrei fossero realizzati nel corso del 2021: sicuramente lavorare per poter offrire ai nostri concittadini l’opportunità di incontrarsi e, in piena sicurezza, di partecipare ad eventi musicali, teatrali, presentazione di libri in quelli che sono gli spazi più suggestivi del territorio. Ciò che ha contraddistinto questo tempo di emergenza sanitaria è stato il distanziamento, che ci ha fatto ricordare quanto siamo interdipendenti e legati agli altri. Ritrovarsi insieme, frequentare le nostre piazze e gli angoli più caratteristici del nostro Comune, ascoltare buona musica, partecipare a serate teatrali, ascoltare le pagine di qualche autore, magari del territorio, organizzare iniziative aperte ai bambini: non ho progetti faraonici, come mai ne ho avuti durante questi anni! Il mio obiettivo è una attenzione continua, fatta anche di “piccole cose” che abbiano il fine di creare identità e coesione, valori in cui credo particolarmente perché fondanti la Cittadinanza Attiva”.

In tema di turismo, visto che si tratta di una delle sue deleghe, come intende impostare la ripartenza per valorizzare San Giustino e il territorio?

“Al fine di valorizzare il nostro territorio, oltre a progetti specifici miranti per esempio alla riqualificazione dell’antico borgo di Cospaia, continueremo a lavorare in rete con altri Comuni e altri soggetti utilizzando canali strategici che promuovano la conoscenza di questa parte della vallata, bella e da valorizzare anche tramite investimenti ad hoc per quanto riguarda le vie di comunicazione, indispensabili per ogni forma di turismo”.

Faccia una previsione: quando ci saremo liberati, anche in larga misura, dal virus e dai suoi effetti?  

“Non sono una scienziata, non ho competenze per poter fare una simile previsione. Certo è che, a parer mio, non ci libereremo tanto presto e facilmente di questa pandemia. Mi affido alla scienza: spero nella vaccinazione. Spero nella vaccinazione e nel senso civico di ciascuno di noi”. 

 

Redazione
© Riproduzione riservata
06/05/2021 09:28:24


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Interviste locali

Mondo Politica: intervista a Chiara Andreini segretario del Pd di Sansepolcro >>>

Mondo Politica: intervista a Libero Valenti assessore al comune di San Giustino >>>

Mondo Politica: intervista a Manuela Puletti esponente della Lega in Umbria >>>

Mondo Politica: intervista a Sara Marzà consigliere comunale a San Giustino >>>

Mondo Economia: intervista con Patrizio Pecorari responsabile Coldiretti Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Maria Cristina Polcri, presidente del consiglio comunale di Monterchi >>>

Mondo Economia: intervista con l'imprenditore Andrea Marsupini >>>

Mondo Politica: intervista a Samuel Fedele assessore al comune di Citerna >>>

Mondo Economia: intervista con Matteo Tarducci presidente di Confesercenti Valtiberina >>>

Mondo Politica: intervista a Franco Mollicchi esponente del Pd di Sansepolcro >>>