Notizie Nazionali Politica

Braccio di ferro sul condono, poi il via libera al dl Sostegni: ecco cosa cambia

Draghi: "Dare più soldi a tutti il più velocemente possibile"

Print Friendly and PDF

Ritardi su ritardi, mediazioni su mediazioni, proposte su proposte, veti su veti: il Consiglio dei ministri è continuato a slittare da oggi pomeriggio per poi iniziare verso le ore 18:30. A dividere fortemente i partiti della maggioranza è stato il nodo relativo al "maxi condono".

Sulle cartelle esattoriali Forza Italia e Lega hanno insistito per il saldo e stralcio di quelle fino a 5mila euro e fino all'anno 2015. Alla fine è stato trovato il punto di incontro che tra l'altro prevede anche l'introduzione della riforma della riscossione: sì alla cancellazione di vecchie cartelle, ma solo con un reddito Irpef che non superi i 30mila euro. La misura riguarderà le cartelle fino al 2011, mentre inizialmente avrebbe dovuto coprire il periodo 2000-2015.

Fino al 2015, è la mediazione raggiunta in Cdm, la cancellazione dovrebbe essere legata alla riforma per l'efficientamento del sistema della riscossione chiesta da Carroccio e Fi. L'accordo prevede anche un successivo provvedimento per mettere a regime il problema dei crediti di difficile esigibilità: stando a quanto riportato da Radiocor, si rinvia a un decreto - fatto di concerto con il direttore dell'Agenzia delle Entrate - per rendere più efficiente il sistema della riscossione, definendo modalità e criteri atti a rivedere il meccanismo di stralcio dei debiti per inesigibilità. "Il ministro dell'Economia e delle Finanze, entro 60 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto, presenta al Parlamento per le conseguenti deliberazioni una relazione contenente i criteri per procedere alla revisione del meccanismo di controllo e di discarico dei crediti non riscossi", si legge nel testo. Vittoria di Forza Italia sulla decontribuzione lavorativa degli agricoltori per cui sono stati stanziati 300 milioni di euro.

"Più soldi con rapidità"

Il presidente del Consiglio è intervenuto in conferenza stampa per parlare del decreto varato dal Consiglio dei ministri: "Il nostro obiettivo è dare più soldi possibile a più gente possibile nel più breve tempo possibile. Questo decreto è una risposta significativa molto consistente alle povertà, al bisogno che hanno le imprese e ai lavoratori. È una risposta parziale ma il massimo che abbiamo potuto fare". Un cambio di passo rispetto all'era del governo giallorosso: "Abbandono dei codici Ateco e velocità nei pagamenti. L'Ufficio delle Entrate mette a disposizione una piattaforma per i pagamenti a fine mese, i pagamenti inizieranno l'8 aprile per chi avrà fatto domanda, quindi 11 miliardi entreranno nell'economia nel mese di aprile".

Quanto alla situazione AstraZeneca, il premier Draghi ha chiaramente detto che appena possibile si sottoporrà alla vaccinazione dell'antidoto in questione: "Non ho ancora fatto la prenotazione, anche se la mia classe di età mi permette di avere il vaccino e sì, farò l'AstraZeneca. Mio figlio lo ha fatto l'altro ieri in Inghilterra. Non c'è nessun dubbio". La scuola, ha poi fatto sapere, "sarà la prima a riaprire quando la situazione dei contagi lo permetterà. La volontà è di riprendere in presenza almeno fino alla prima media".

Cosa prevede il dl Sostegni

Le partite Iva che dimostreranno di aver subito nell'anno 2020 delle perdite superiori al 30% del fatturato dichiarato nel 2019 dovrebbero avere il diritto di accedere eventualmente alla definizione agevolata per gli anni di imposta 2017 e 2018. Previsti ristori dal 20% al 60% delle perdite per tutte quelle attività con un fatturato fino a 10 milioni di euro (si va da un minimo di 1000 euro fino ad arrivare alla soglia massima di 150mila euro). Per calcolare tali perdite dovrebbe essere valutato il fatturato medio mensile del 2020 rispetto a quello dell'anno precedente l'arrivo della pandemia: "Il contributo a fondo perduto spetta a condizione che l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto all'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2019".

La bozza del dl Sostegni prevede non solo la sospensione fino al 30 aprile dei versamenti fiscali e degli avvisi esecutivi ma anche la proroga di 12 mesi del termine per le notifiche e di 24 mesi per quello della prescrizione. Sarà concesso più tempo pure per saldare le rate della Rottamazione ter e del saldo e stralcio: i versamenti saltati nel corso del 2020 dovranno essere saldati entro luglio 2021 e quelli previsti fino a luglio di quest'anno dovranno essere pagati entro il 30 novembre. L'Agenzia delle entrate inoltre metterà a disposizione dei cittadini la dichiarazione precompilata il 10 maggio, anzichè il 30 aprile, con lo slittamento dei termini delle certificazioni uniche a fine marzo.

Il fondo per il reddito di cittadinanza viene rifinanziato nel 2021 per un miliardo. Il decreto prevede l'erogazione di tre nuove mensilità del reddito di emergenza con le stesse regole previste dal decreto rilancio, ma la soglia di reddito viene incrementata per i nuclei che sono in affitto: si parte da 400 euro per arrivare fino a un massimo di 800 a seconda dei componenti il nucleo familiare, prevedendo una spesa complessiva per il Rem nel 2021 di 1,52 miliardi.

Il decreto Sostegni stanzia complessivamente 1,7 miliardi per il settore turistico messo in ginocchio: si stanziano 700 milioni per il fondo "Montagna", 900 milioni per i lavoratori stagionali, gli autonomi del turismo e i termali, 100 milioni per le fiere. In più al settore viene destinata anche una quota parte del maxi Fondo da 200 milioni per le imprese della ristorazione nei centri storici e la ristorazione specializzata per eventi privati e quota parte dei 10 miliardi assegnati al Fondo perduto.

Notizia e foto tratte da Il Giornale
© Riproduzione riservata
20/03/2021 09:13:52


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Salvini all'attacco sulle riforme, nuova lite con Letta >>>

Sostegni bis, si allarga il bonus vacanze: sconti anche in agenzie di viaggio >>>

Rai, bufera per il servizio antieuropeista di “Anni 20” >>>

Scende la Lega, Fratelli d’Italia a un punto dal Pd >>>

Caso Renzi-Mancini, il Copasir chiede a Draghi un’inchiesta >>>

Elisabetta Belloni nuovo capo dei Servizi segreti >>>

Lega: “Salvini minacciato di morte per l'appoggio a Israele” >>>

Roma: Conte, M5s con Raggi >>>

Mattarella in via Caetani nel ricordo di Aldo Moro >>>

Odg di FdI. Trovato l’accordo in maggioranza, le restrizioni saranno riviste a maggio >>>