Notizie dal Mondo Politica

Israele, Gantz verso l’appoggio alla sfiducia al governo Netanyahu

La protesta motivata principalmente dalla mancata approvazione della finanziaria

Print Friendly and PDF

Nubi scure sul governo di coalizione guidato da Benyamin Netanyahu con il rischio di nuove elezioni. Il suo principale alleato, il centrista Benny Gantz, si è detto - secondo i media - disposto a votare inizialmente la mozione di sfiducia contro l'esecutivo che il leader dell'opposizione Yair Lapid presenterà alla Knesset mercoledì prossimo e che ha già avuto l'appoggio di Naftali Bennet, capo della destra non di maggioranza. Ad accrescere il fronte del malcontenti nell'attuale coalizione di governo c'è anche la piccola pattuglia del Laburisti. Amir Peretz, segretario del partito e ministro dell'economia, ha preannunciato il voto favorevole alla mozione.

La protesta è motivata dal fatto che Netanyahu finora non ha fatto approvare la finanziaria. Ma anche dalle accuse che lo ritraggono come interessato solo alle sue vicende giudiziarie. «Non è possibile - ha denunciato Peretez -continuare in un governo nel quale la cosa più sicura è l'incertezza». Si tratta ora di vedere se Gantz - ministro della difesa e premier alternato - darà effettivamente il suo appoggio e se questo sostegno andrà oltre la lettura preliminare della mozione da parte della Knesset confermandolo anche nei successivi passaggi parlamentari. Se così sarà la Knesset sarà sciolta e si andrà a nuove elezioni, le quarte in poco meno di 2 anni.  

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
01/12/2020 14:20:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Olanda: scandalo bonus figli, si dimette il governo Rutte >>>

Cnn: Pence favorevole alla destituzione di Trump >>>

Usa, Trump: “Non andrò alla cerimonia di insediamento di Biden il 20 gennaio” >>>

Il congresso Usa proclama vittoria di Biden. Trump isolato, rischia la rimozione >>>

Audio di Trump: minacce per ribaltare il voto delle presidenziali in Georgia >>>

Brexit, il premier della Scozia alla Ue: "Noi torneremo presto" >>>

Londra ratifica l’accordo sulla Brexit, Johnson esulta: “Con il 2021 guardiamo avanti” >>>

Brexit, l'accordo raggiunto in extremis: dogane, controlli, fine dell'Erasmus >>>

Germania: Soeder in vantaggio come candidato cancelliere >>>

I “grandi elettori” incoronano Biden: “Ha vinto la democrazia, ora unità” >>>