Notizie dal Mondo Politica

Bielorussia, Putin telefona a Conte: “L’Europa non si deve intromettere”

Colloquio per trovare una soluzione dopo le sanguinose proteste di Minsk

Print Friendly and PDF

La catena di eventi che tiene insieme la crisi bielorussa, il caso del blogger avvelenato Alexey Navalny, la sempre fragile situazione della Libia e la sfida globale alla pandemia disegna un quadro in cui i rapporti tra Russia e Unione Europea sono chiamati a una prova decisiva. Da giorni, il Cremlino ha intensificato i suoi contatti con i maggiori Paesi europei: è partito da una telefonata con la cancelliera Angela Merkel, poi è stato il turno del presidente francese Emmanuel Macron, del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, e ieri, per oltre un’ora, ha conversato con il premier italiano Giuseppe Conte.

La crisi in Bielorussia
In testa all’agenda del colloquio, i fatti di Minsk, cruciali per il futuro delle relazioni tra Russia e Ue, oltre che per la martoriata popolazione bielorussa. Il premier Conte ha fatto presente che di fronte a manifestazioni e proteste di queste dimensioni non è pensabile girarsi dall’altra parte, e pur consapevole del fatto che non ci può essere una soluzione della crisi in Bielorussia senza il consenso (e diciamo pure l’approvazione) di Mosca, ha sollevato l’importanza di una mediazione internazionale affidata all’Osce. Il problema però, come confermano anche fonti russe, è che quello che gli europei considerano «un tentativo di mediazione» è visto dai russi come «un’interferenza». «Durante lo scambio di opinioni sulla situazione in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali - si legge nella nota del Cremlino diffusa da Gazeta.ru - la parte russa ha sottolineato quanto controproducente possa essere ogni tentativo di interferire negli affari interni della Repubblica». Ma se Lukashenko perdesse il controllo della situazione, chi si farebbe carico della gestione del Paese?, ha chiesto l’Italia di fronte alla fermezza con cui Mosca rifiuta eventuali interventi di mediazione europea. Putin ha fatto capire che una perdita di controllo da parte di Lukashenko sarebbe un disastro per tutti, e che per questo avrebbe consigliato lui stesso, a Lukashenko, di incontrare gli altri ex candidati alla Presidenza per cercare di trovare una soluzione di compromesso. Per quanto riguarda un possibile sostegno militare al dittatore, Putin ha ricordato che in base al Trattato di Sicurezza Collettiva, la Russia, qualora fosse avanzata la richiesta, sarebbe «obbligata» a offrire il proprio aiuto. E ha anche detto che Lukashenko quella richiesta l’ha già avanzata, ma la Russia non ritiene che ci siano al momento le condizioni per un intervento. «Se però la situazione dovesse precipitare, e si dovessero verificare attacchi a palazzi delle istituzioni - ha detto Putin - allora la valutazione sarà diversa».

Il caso Navalny
Sono in molti gli analisti che vedono una stretta correlazione tra le rivolte in Bielorussia e il ruolo di oppositore portato avanti da Alexey Navalny, e certo le circostanze temporali tra i disordini a Minsk e l’avvelenamento a Tomsk facilitano loro questo genere di congetture. Ma il premier Conte, in linea con i partner europei, si è limitato a valutare i contorni «preoccupanti» che circondano l’intera vicenda. Il presidente russo gli ha detto di essere anche lui interessato all’accertamento della verità, tanto da voler istituire una commissione d’inchiesta per far luce sull’accaduto. Allo stesso tempo, Putin ha fatto notare come sia importante, in questa fase, una grande condivisione dei risultati scientifici con la parte tedesca. «Al momento - ha detto - non pare risultino tracce della sostanza incriminata nell’organismo della persona colpita (il nome di Navalny non è stato mai pronunciato dal presidente nel corso di tutta la telefonata), ma soltanto gli effetti che questa avrebbe avuto nel medesimo organismo». Difficile quindi, secondo, i russi, far derivare direttamente la presenza dell’agente Novichok nel corpo del blogger. Indizi, ma non prove, e per questo «senza condivisione delle informazioni sarà difficile capire cosa è accaduto».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
27/08/2020 08:21:40


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

È il socialista Luis Arce il nuovo presidente della Bolivia >>>

Brexit, trattative tra Ue e Regno Unito in stallo: la tensione è alle stelle >>>

Tra i ricchi pensionati della Florida: “Ora basta Trump, scegliamo Biden” >>>

Trump al comizio in Florida dopo la malattia lancia mascherine ai fan >>>

Pelosi: “Instabile lo stato di Trump”. Parte la procedura per rimuoverlo >>>

"Trump non ha pagato le tasse": lo scoop del Nyt che fa tremare la Casa Bianca >>>

Uccidere o meno i lupi, la Svizzera decide in un referendum >>>

Trump ha scelto: Amy Coney verso la Corte Suprema >>>

Pelosi, impeachment per evitare la nomina >>>

Gli Usa ripristinano le sanzioni contro l’Iran e spaccano l'Onu >>>