Notizie dal Mondo Economia

Cina, nuovi dazi su 75 miliardi di dollari di importazioni Usa

Spazieranno dal 5 al 10% ed entreranno in vigore con la stessa tempistica di quelli americani

Print Friendly and PDF

Aveva detto che sarebbe stata costretta a reagire con delle ritorsioni. Oggi è arrivata la conferma: la Cina ha deciso di rispondere ai dazi del 10% che gli Usa imporranno dal primo settembre su 300 miliardi di dollari di importazioni cinesi. Lo farà adottando nuovi dazi su 75 miliardi di dollari di importazioni statunitensi, anche sulle auto Made in Usa.

I dazi riguarderanno 5.078 prodotti e andranno dal 5% al 10%, secondo quanto annunciato dall'ufficio del Consiglio di Stato che si occupa di imposizioni doganali: un primo round dall’1 settembre e un secondo dal 15 dicembre (la data in cui il governo Trump ha deciso di posticipare, per salvare lo shopping natalizio, l'entrata in vigore di dazi su smartphone, laptop, monitor, giocattoli, console per videogiochi e certi capi d'abbigliamento). 

Immediata la ricaduta sulle Borse. A Wall Street i future sul Dow Jones scendono dello 0,42%, quelli sullo S&P dello 0,6% e quelli sul Nasdaq dello 0,82%. Il petrolio cala: le quotazioni perdono il 2,4% a 54,03 dollari al barile. Anche le Borse europee virano in negativo. Londra guadagna lo 0,3%, Milano perde lo 0,9%, Francoforte lo 0,55% e Parigi lo 0,4%. 

Notizia e Foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
24/08/2019 08:49:03


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Germania: crollo storico Pil, -10,1% nel secondo trimestre. Disoccupazione al 6,3% >>>

Vertice Ue, raggiunto l’accordo sul Recovery Fund: all'Italia 209 miliardi >>>

Apple e Irlanda battono l'Ue: illegittimo il pagamento di 13 miliardi di imposte arretrate >>>

Coronavirus: il piano del governo britannico vale oltre 33 miliardi >>>

L’Europa fa la voce grossa con gli Usa sulle tariffe >>>

Londra, 600 milioni di sterline per comprare Wembley >>>

Fallisce il più grande proprietario dei Pizza Hut travolto dal coronavirus >>>

Fallimento Wirecard, da Sisalpay venti milioni per tutelare i conti dei clienti >>>

Anche per Starbucks niente più pubblicità sui social network >>>

La Coca Cola ritira la propria pubblicità dai social >>>