Notizie Nazionali Altre notizie

L'evoluzione del settore press delivery

Intervista a Cristiano Trapani di Servizi Diffusionali

Print Friendly and PDF

Il mondo dell'informazione sta attraversando una profonda fase di cambiamento e il ruolo un tempo fondamentale della carta stampata oggi è messo in discussione dai nuovi canali digitali che sembrano garantire un accesso in presa diretta a qualunque notizia e conoscenza. Eppure, quotidiani e riviste resistono alla travolgente marea del progresso, continuando a rappresentare un baluardo dell'informazione libera e, di conseguenza, della democrazia.

A garantire la possibilità di sfogliare, ogni mattina, i quotidiani freschi di stampa e di conoscere notizie, fatti e opinioni del giorno non è solo il puntuale lavoro delle piccole e grandi redazioni sparse lungo lo Stivale, ma anche quello delle storiche realtà che gestiscono la complessa filiera della carta stampata, occupandosi instancabilmente dello smistamento e della consegna dei giornali presso i punti vendita.

Quella della distribuzione della carta stampata è una professione nata in parallelo con la nascita dei primi, storici quotidiani nazionali e in breve divenuta un'attività nella quale è imperativa una metodica organizzazione delle mansioni: per comprendere la portata dell'impresa, basta pensare che gli stampati prodotti dalla tipografia nel giro di poche ore devono raggiungere le edicole, le tabaccherie, i punti vendita della grande distribuzione, ma anche enti pubblici e imprese private.

Come si articola il lavoro delle realtà che nel 2018 continuano, giorno dopo giorno, ad assicurare che le notizie fresche di stampa siano puntualmente pronte per la lettura nelle prime ore del giorno?

Cristiano Trapani, responsabile di Servizi Diffusionali Srl (sito web Servizi Diffusionali: www.s-dif.it), impresa romana da più di 40 anni attiva nella distribuzione dei prodotti editoriali cartacei su tutto il territorio della Capitale, ci offre nella breve intervista di cui sotto una panoramica su questa affascinante attività di "pubblica utilità", che nonostante il passare del tempo e l'evolversi delle tecnologie continua a rivelarsi essenziale.

- In quali step si articola il lavoro quotidiano di Servizi Diffusionali?

I passaggi dalla tipografia al punto vendita sono vari: in un primo momento, quotidiani e riviste freschi di stampa vengono trasportati verso il centro di distribuzione; qui, gli stampati vengono accuratamente smistati e affidati ai furgoni pronti a procedere con la consegna. Le copie del giorno raggiungono quindi l'edicola o il punto vendita e, parallelamente, le rimanenze della giornata precedente vengono recuperate e trasportate al deposito conteggio resi. Qui le copie invendute sono avviate al macero per il riciclo del materiale cellulosico e la produzione di nuova carta stampabile.

- Servire un territorio esteso come quello della città di Roma nell'arco di poche ore, garantendo una pronta consegna in qualunque giornata dell'anno: qual è il segreto di una simile impresa?

Il lavoro dei nostri trasportatori si concentra in un arco di tempo molto breve: dalle 4 alle 7 e mezza del mattino. Ovviamente, con tempistiche di questo tipo diventa fondamentale un'organizzazione impeccabile delle mansioni. Negli ultimi anni, grazie all'adozione di software gestionali creati ad hoc, in collaborazione con diverse agenzie informatiche, siamo riusciti ad ottimizzare ulteriormente il lavoro, ma le basi su cui si fondano i risultati della nostra attività rimangono il valore e la competenza dei dipendenti e quella gestione familiare dell'impresa che, sin dai primi anni, ha reso il nostro progetto qualcosa di più di una semplice azienda.

- Il lavoro 4.0 e l'adozione di sistemi informatici capaci di semplificare e velocizzare le attività sono alcuni dei grandi temi del momento. Quali vantaggi ha portato in azienda la scelta di investire in nuovi strumenti tecnologici?

La scelta di ricorrere a gestionali sviluppati sulla base delle nostre esigenze ha senza dubbio contribuito a ridurre il margine di errore e a sveltire tante attività, peraltro consentendo di rivedere le mansioni di alcuni membri del personale e di proporre servizi sempre più completi e curati alla clientela. Ad esempio, la semplice possibilità di compilare i report relativi alla consegna dei materiali tramite tablet ha reso questa importante operazione svolta dai trasportatori questione di pochi minuti.

- Quale futuro prevede per il mondo dell'editoria e dell'informazione italiana?

I trend già emersi negli ultimi anni continueranno senza dubbio a consolidarsi nel prossimo futuro. Il numero degli italiani che scelgono di informarsi sul web è destinato a crescere, a scapito del classico prodotto giornale, un tempo vero fulcro dell'editoria nazionale e internazionale.

Tuttavia, quotidiani e riviste non sono destinati a sparire: possiamo ipotizzare che l'informazione cartacea sarà rivolta ad un pubblico sempre più esigente, in cerca di notizie approfondite e pareri esperti, mentre, dal punto di vista delle attività di distribuzione, prevediamo un incremento delle consegne direttamente presso domicili privati e sedi aziendali.

- Il vostro lavoro comporta una responsabilità importante, quella di garantire sempre l'accesso all'informazione cartacea, indipendentemente da qualsiasi condizione avversa. Come vivete questo notevole onere?

Essere consci che con il nostro lavoro contribuiamo a garantire la circolazione di notizie, idee e opinioni in una grande città come Roma è lo stimolo che ci permette di affrontare le difficoltà che di giorno in giorno si presentano e di portare a termine il nostro compito. Da un lato, questo si traduce nel dover far fronte a qualunque situazione straordinaria, come avvenuto lo scorso inverno in occasione delle forti nevicate che hanno investito la Capitale e reso difficile il trasporto su strada, ma anche nel poter usufruire di privilegi speciali concessi a chi svolge un lavoro di pubblica utilità, come quando nel giorno dei funerali di Papa Giovanni Paolo II i nostri mezzi ebbero il permesso di circolare nelle vie del centro nonostante gli stringenti divieti imposti dal comune.

Redazione
© Riproduzione riservata
16/07/2018 15:53:47


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Altre notizie

Il prete anti-migranti: "Sbarcano con smartphone e catene d'oro" >>>

Aifa: “Gli italiani prendono troppi farmaci” >>>

Mihajlovic choc: "Ho la leucemia ma vincerò questa battaglia" >>>

Come andare in Sardegna in traghetto >>>

Cicciolina: voglio il Reddito di Cittadinanza dai 5 Stelle >>>

Italiani a rischio estinzione >>>

Roulette online: capire come funziona per vincere sempre? >>>

Germi in auto: il volante è quattro volte più sporco di un bagno pubblico >>>

Sanremo 2019, ecco tutti i compensi >>>

Tassa di sbarco fino a 10 euro per chi arriva a Venezia >>>