Notizie dal Mondo Spettacolo

Al via il 61esimo Festival del Cinema di Berlino

Grandi sorprese preannunciate fino al 20 febbraio fra Iran, 3D e Madonna

Print Friendly and PDF
Tanta Usa (quattro film), un po' di Francia, Russia e Inghilterra, niente Italia e una nutrita pattuglia tedesca (davvero forte se si considerano le coproduzioni). Tutta qui, per quanto riguarda il solo concorso, la 61/a edizione del Festival del cinema di Berlino che si apre oggi. Ma la manifestazione, che dura fino al 20 febbraio, non mancherà di sorprese. C'é intanto, oltre a una grande attenzione alla cinematografia iraniana, l'opera prima di Ralph Fiennes che passa dietro la macchina da presa con 'Coriolanus' (fuori concorso) e poi l'ombra lunga della pop star Madonna che presenterà, in anteprima mondiale al mercato di Berlino, il suo film 'W.E.' che racconta della relazione tra Re Edoardo VIII del Regno Unito e Wallis Simpson.

Alla Berlinale quest'anno anche una galleria di grandi film del cinema internazionale in odor di Oscar come 'Il discorso del Re' di Tom Hooper (sezione Special con 12 candidature) e il 'western-western' d'apertura dei fratelli Coen, ovvero 'Il grinta' (10 candidature). E ancora sul fronte 'grande cinema' c'é 'Sacrifice' del regista cinese Chen Kaige e due film davvero speciali. Il primo è 'Offside' di Jafar Panahi chiamato come giurato al festival, ma solo virtualmente dopo la condanna in Iran; il secondo, invece, è il debutto in 3D di Werner Herzog con 'Cave of Forgotten Dreams', un viaggio nelle grotte preistoriche di Chauvet. Sul fronte Iran, il regista Asghar Farhadi (A proposito di Elly) torna alla Berlinale con 'Nader et Simin, una separazione'. Farhadi, va detto, è stato temporaneamente interdetto di girare nel suo paese per aver sostenuto il suo compatriota Jafar Panahi, condannato a sei anni di prigione e venti di interdizione nel lavoro.

Tra le proiezioni, nella sezione Special, c'é poi la versione restaurata in digitale di 'Taxi Driver' di Martin Scorsese e, come omaggio al nostro Mario Monicelli, la proiezione de 'Il Marchese del Grillo' e, fuori concorso, il nuovo documentario in 3D di Wim Wenders 'Pina', atteso omaggio alla leggendaria coreografa Pina Bausch. Star attese alla Berlinale. Per ora ci sono Liam Neeson e Diane Kruger, protagonisti del thriller psicologico 'Unknown - Senza identità' e Moritz Bleibtreu in concorso con 'My Best Enemy' di Wolfgang Murnberger.

Forse in arrivo a Berlino anche Kevin Spacey e Paul Bettany interpreti di 'Margin Call', opera prima di J.C. Chandor già passato al Sundance film per certi versi inquietante con il racconto delle 24 ore di una banca di credito durante la crisi finanziaria del 2008. Presidente di giuria, la nostra Isabella Rossellini, che sarà accompagnata dall'attrice tedesca Nina Hoss, dalla costumista londinese Sandy Powel, dal regista canadese Guy Maddin, dalla produttrice australiana Jan Chapman e la star del cinema indiano Aamir Khan. L'Italia, infine, è presente fuori concorso con tre lungometraggi: la commedia amara 'Qualunquemente' di Giulio Manfredonia con Antonio Albanese; con 'Gianni e le donne' di Gianni Di Gregorio, opera seconda del regista e sceneggiatore romano e, infine, con il film bucolico e minimalista di Michelangelo Frammartino, 'Le quattro volte'.

Francesco Gallo, Ansa

Redazione
© Riproduzione riservata
11/02/2011 06:00:23


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Spettacolo

Oscar: vince Nomadland, delusione per l'Italia >>>

Gran Bretagna, il concerto senza distanziamento e mascherine come test per la ripartenza >>>

I 70 anni di Phil Collins >>>

Gwyneth Paltrow dà l’addio al cinema: “Disamorata e stanca del giudizio del pubblico” >>>

Festival del Cinema di Cannes: Palma d’oro a Parasite, Antonio Banderas migliore attore >>>

Oscar, vittoria di "Green Book" per il miglior film >>>

Festival di Cannes 2018, Palma d’oro a Kore-eda >>>

Joan Baez, al via l'ultimo tour >>>

Incassi Usa, record per Wonder Woman >>>

Cannes: Un Certain Regard, miglior attrice Jasmine Trinca >>>