Notizie Nazionali Cronaca

Anziani drogati e rapinati col sonnifero: 11 colpi a Roma, arrestate due donne

Il valore complessivo di gioielli e denaro portato via ammonta a circa 160 mila euro

Print Friendly and PDF

Undici rapine in sei mesi. Colpi messi a segno a casa di anziane vittime che venivano narcotizzate. Per questo due donne sono state arrestate oggi dai carabinieri nell'ambito di una indagine della Procura di Roma. Le rapinatrici al sonnifero sono accusate di avere messo a segno 11 colpi e un furto tra settembre e marzo. Una delle due era stata già condannata, in via definitiva, a 11 anni di carcere. Si tratta di Natascia Glaudi, 50 anni, accusata di omicidio preterintenzionale. In base a quanto emerge dall'ordinanza del gip, la donna, circa venti anni fa, era stata condanna per avere causato la morte di un anziano per la somministrazione di sostanze psicoattive, in particolare benzodiazepine. Un modus operandi del tutto simile a quello contestato oggi a lei e alla sua complice, Meghi Lucchesi, 30 anni. Il valore complessivo dei gioielli e denaro portato via alle vittime ammonta a circa 160 mila euro. Gli accertamenti degli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Giovanni Conzo, sono scattati dopo una rapina avvenuta il 9 settembre 2022 ai danni di un novantenne nella zona di via di Bravetta. Nella circostanza una donna, dopo aver avvicinato con una scusa l'anziano in strada ed averlo convinto a rientrare a casa in sua compagnia, lo ha narcotizzato con una bevanda: probabilmente un mix fatto di sostanze stupefacenti e narcotici. Approfittando del suo stato di confusione gli ha portato via il bancomat, i soldi in contante e il telefono cellulare, per evitare potesse chiamare i soccorsi. Nella circostanza l'anziano, probabilmente a causa dell'età e dell'eccessivo uso di narcotico, è rimasto assopito a letto per circa due giorni. A dare l'allarme ai carabinieri sono stati i familiari, preoccupati poiché non riuscivano in alcun modo a contattarlo. 

All'interno dell'abitazione la vittima è stata trovata in completo stato confusionale al punto da non essere in grado di interloquire o riferire circostanze utili alle indagini. Nell'appartamento gli inquirenti sono riusciti a trovare una ricetta medica e lo scontrino di una farmacia della zona dove l'anziano era stato in precedenza. Passando al setaccio le immagini delle telecamere della farmacia e di altri esercizi commerciali del quartiere i carabinieri sono riusciti a ricostruire la fase di adescamento della vittima e ad individuare il veicolo utilizzato dalle indagate. La successiva fase di indagine ha consentito di raccogliere gravi elementi indiziari a carico delle due donne indagate per ulteriori altri casi di rapina ed un furto in abitazione.

La parte fondamentale dell'azione criminale, come riscontrato dai carabinieri, era quella dell'adescamento della vittima, attraverso un'attenta attività che poteva durare anche settimane e che spesso si concretizzava con l'offerta di doni (ad esempio durante il mese di dicembre la stella di Natale), finalizzata a carpire la fiducia dell'anziano ed ottenere l'accesso all'interno della sua abitazione. Le indagate prestavano molta attenzione a far sparire qualsiasi traccia del loro passaggio, compresi i contenitori nei quali veniva disciolto il narcotico somministrato alla vittima. In una delle rapine i carabinieri sono riusciti a recuperare anche le fedi nuziali sottratte ad una signora ottantenne, che le custodiva gelosamente in ricordo del marito defunto. 

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
22/03/2023 06:13:40


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Voto di scambio e corruzione in Sicilia: arrestato un sindaco, sospeso vicepresidente Regione >>>

Morto Roberto Cavalli: i jeans e la stravaganza sexy per un successo mondiale >>>

Centrale di Suviana: la ricerca dei dispersi va avanti >>>

Recuperato un medaglione col volto di Federico da Montefeltro trafugato negli anni '70 >>>

Olive danneggiate e puzzolenti? Boom dell'olio deodorato: come viene prodotto e perché si diffonde >>>

Forte esplosione in una centrale idroelettrica a Suviana, sull'Appennino Bolognese: è strage >>>

Occhio alla mail dell'Agenzia delle Entrate: sei alert per difendersi dal phishing >>>

Ilaria Salis nuovamente in aula tenuta al guinzaglio. Negati i domiciliari, minacce agli avvocati >>>

Dopo l’attacco dell'Isis in Russia anche in Italia è scattata l'allerta terrorismo >>>

Sesso con l'ex marito, lei non vuole e lo evira: il gesto choc >>>