Notizie Locali Comunicati

Umbertide, iniziati i lavori di sistemazione del fosso Rio

Sarà rimesso a cielo aperto con la creazione di un canale a cielo aperto

Print Friendly and PDF

Hanno preso il via i lavori di sistemazione del Fosso Rio nella zona lungo via Morandi. Tale progetto è stato posto in essere per evitare fenomeni di allagamento in via Morandi in caso di intense precipitazioni. L'intervento si rende possibile grazie a un contributo di 100mila euro erogato dal Ministero dell'Interno. Il fosso Rio a monte della strada è attualmente interrato, sarà rimesso a cielo aperto attraverso la rimozione di detriti con la creazione di un canale a cielo aperto che avrà la lunghezza di circa 50 metri, una larghezza di circa 5,5 metri e una profondità di 3 metri. Saranno quindi rimosse le tubazioni attualmente interrate e che risultano inadeguate per il regolare deflusso delle acque. Il canale andrà a ricongiungersi allo scatolare di raccolta delle acque presente a valle lungo via Morandi. Sempre nel tratto posto a valle si procederà a una risagomatura e una ripulitura delle sponde del fosso Rio, oltre alla costruzione di due scogliere, una posizionata all'imbocco della congiuntura con lo scatolare che passa sotto via Morandi e l'altra nella zona posizionata nella parte superiore. “Sono lavori attesi da anni che finalmente vedono la luce – dicono il sindaco Luca Carizia e l'assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini - Questi interventi permettono di apportare modifiche per la sistemazione del fosso Rio e sono volti a una soluzione dei fenomeni di allagamento di via Morandi nei giorni in cui avvengono notevoli temporali, andando così a risolvere alcune situazioni che daranno normalità a tutta l'area vicina a dove si svolgono le operazioni. I lavori che sono partiti questi giorni si aggiungono a quelli già attuati davanti al Palazzetto dello Sport cittadino che hanno portato alla sistemazione della condotta fognaria. A questo si aggiungono altri interventi di riqualificazione nell'area, come quelli che hanno portato a una rigenerazione della Pineta Ranieri e del Bosco del Macchione che hanno apportato significative sistemazioni degli argini del Fosso Rio e dei suoi attraversamenti”.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
04/07/2022 14:17:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Agricoltura Aretina, è la conta dei danni: la Cia al lavoro per stime >>>

“Per l’area Sadam c’è voluto il fresco per svegliare il sindaco Agnelli” >>>

Primo passo di Città di Castello nel circuito internazionale delle Città della Ceramica >>>

Maltempo in Toscana, codice giallo esteso fino a venerdì >>>

Castiglion Fiorentino, dall'amministrazione massima attenzione per l'area ex zuccherificio >>>

San Giustino, con il PNRR finanziato un nuovo asilo >>>

Il parco nazionale delle Foreste casentinesi ospite del numero in edicola di Topolino >>>

UNIPG, istituiti laboratori per futuri geometri laureati in tutta l'Umbria >>>

Poste Italiane, in provincia di Arezzo prelievi senza carta >>>

Castel Focognano festeggia i cento anni di Angiolo Cardini >>>