Notizie Nazionali Cronaca

Allarme acqua da Nord a Sud, l’Italia chiude i rubinetti

Fontane spente, divieto di innaffiare gli orti e lavare le auto

Print Friendly and PDF

Scatta l’allarme acqua, da Nord a Sud. Per l’assenza di precipitazioni da mesi e le temperature elevate degli ultimi giorni, sindaci e governatori di Regione stanno chiudendo i rubinetti. Nel fine settimana farà ancora più caldo e diverse regioni sono allo stremo. «Sulla siccità il governo sta lavorando moltissimo, soprattutto il ministero delle Politiche agricole l'Agricoltura sta lavorando allo stato di emergenza, è tutto un work in progress», ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, a margine dell'evento Anci “Missione Italia”. Fontana parla di una situazione «mai così grave» prima in Lombardia. Lazio e Piemonte pronti a dichiarare lo stato di emergenza. Anche il vicepresidente della Commissione europea Timmermans cita «le siccità estreme che in Italia stanno portando a un'orribile carenza d'acqua», chiedendo di agire al più presto sulla questione clima. 

Si aggrava la situazione per la siccità in Trentino Alto Adige, a causa delle precipitazioni nevose poco abbondanti dello scorso inverno, della scarsità delle piogge primaverili e del clima torrido degli ultimi giorni. Nel comune di Ronzo-Chienis, sospesa la fornitura di acqua alla popolazione tra le ore 23 e le 6. Nel comune di Orvieto, con apposita ordinanza sindacale pubblicata all'Albo Pretorio on-line del sito web dell'ente, viene vietato l'utilizzo della risorsa idrica dal pubblico acquedotto per usi non domestici e non essenziali, come ad esempio: il lavaggio di autoveicoli, l'annaffiatura degli orti, di giardini, il ricambio di acqua nelle piscine private eccettera. Comportamenti che sono quindi perseguiti nei termini di legge. Il provvedimento di limitazione dei consumi idrici emanato dal Comune recepisce la richiesta formalizzata in tal senso dal Servizio idrico integrato - spiega lo stesso ente - ed è motivato dall'assenza di precipitazioni che in tutto il territorio comunale, come in altri territori della provincia e della regione, sta determinando un preoccupante stato di siccità, nonchè dall'esigenza di salvaguardare la salute pubblica prevenendo tutti i potenziali rischi. L'ordinanza è stata trasmessa a tutte le Forze di Polizia operanti sul territorio comunale.

Da venerdì 24 giugno le sei fontane pubbliche d'arredo di Scandicci smetteranno di erogare acqua, fino a che non sarà cessata l'emergenza idrica. Il Sindaco Sandro Fallani ha infatti deciso di spegnere gli impianti di piazza Resistenza, piazza Togliatti, piazza Matteotti, via Caboto, via Foscolo e della rotatoria tra via Pisana e via delle Nazioni Unite, in coerenza con l'impegno di razionalizzare il consumo di acqua; le fontane d'arredo cittadine hanno sistemi di ricircolo con recupero d'acqua, ma in ogni caso resta una parte di consumo: la stima dell'ufficio Ambiente del Comune di Scandicci è che con lo spegnimento delle sei fontane vengano risparmiati mensilmente circa 180 mc di acqua della rete idrica cittadina. Si ricorda che proprio per l'impegno a razionalizzare il consumo idrico, da sabato 18 giugno e fino a venerdì 30 settembre 2022 in tutto il territorio è in vigore il divieto assoluto, per gli utenti domestici, di utilizzare l'acqua potabile proveniente dagli acquedotti per scopi diversi da quelli igienico domestici. L'ordinanza del Sindaco , la 434 del 17 giugno 2022, ribadisce che è proibito fare uso di acqua potabile per l'innaffiamento di parchi, giardini e orti, per il lavaggio di cortili e piazzali, per il lavaggio domestico di veicoli a motore, per il riempimento di piscine, vasche da giardino, fontane ornamentali e simili. L'ordinanza fa seguito alla necessità «di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l'approvvigionamento durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell'aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell'aumento dei consumi per attività turistiche e irrigue», e in considerazione della richiesta dell'Autorità idrica Toscana con cui si comunica il passaggio del livello della severità idrica da bassa a media.

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
23/06/2022 14:11:04


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Pantelleria, grosso incendio: evacuate anche ville dei vip >>>

E' morto Niccolò Ghedini, senatore di Forza Italia e storico avvocato di Silvio Berlusconi >>>

Biella, 58enne uccide la madre in casa e poi si lancia dal ponte >>>

Piero Angela, l'ultimo saluto in Campidoglio >>>

Maltempo, tromba d'aria in Salento: alberi sradicati e turisti in fuga >>>

Trovata viva Marina Paola Micalizio, figlia dell'ex superpoliziotto scomparsa all'Elba >>>

Pasian di Prato (Udine), bimbo investito da un'auto: è grave in ospedale >>>

Colpita da una serranda staccatasi da una finestra, 26enne torinese muore in Francia >>>

Firenze, maltrattata e costretta alla prostituzione: arrestato il marito >>>

“Buon viaggio papà”: la morte di Piero Angela, la malattia e il messaggio d’addio commovente >>>