Notizie Locali Cronaca

Disoccupati, ma con la professione di spacciatori: arrestati madre e figlio

Lunghe e complesse indagini portate avanti dai carabinieri di Arezzo

Print Friendly and PDF

Nell’estate del 2021 personale del Nucleo Investigativo di Arezzo, coordinato dalla locale Procura della Repubblica, avviava un’attività di indagine finalizzata a disarticolare un possibile traffico di sostanze stupefacenti presente sulla piazza aretina.

In particolare, i prolungati servizi di osservazione, controllo e pedinamento espletati nei confronti di giovani assuntori consentivano di individuare il canale di approvvigionamento degli stessi.

I servizi di o.c.p. prima e i riscontri avuti dall’analisi tecnica dei dati, nonché dalle dichiarazioni rese da alcuni assuntori, consentivano di individuare negli odierni destinatari della Misura Cautelare in Carcere, i principali e probabili fornitori di hashish, marijuana e cocaina.

In particolare, le indagini svolte permettevano di rivolgere l’attenzione nei confronti di una donna e di un ragazzo, che veniva accertato trattarsi di madre e figlio italiani, residenti ad Arezzo da svariati anni. I due, ben integrati nel tessuto sociale aretino, pur non espletando ufficialmente alcuna attività lavorativa, avrebbero trovato presuntivamente nella cessione del narcotico la principale fonte di sostentamento.

Le indagini consentivano altresì, di accertare che le cessioni avvenivano per lo più direttamente all’interno dell’abitazione degli indagati o nelle pertinenze della stessa, dove i predetti, in maniera veloce e riservata, erano soliti ricevere gli acquirenti. Proprio il continuo via vai di persone presso il domicilio degli indagati, induceva il personale operante a richiedere ed a ottenere, nel novembre 2021 dalla competente A.G. un decreto di perquisizione la cui esecuzione, supportata dalla presenza di unità cinofile, faceva rinvenire e sequestrare una notevole quantità di stupefacente di vario tipo. Nello specifico, all’interno della cucina dell’abitazione dei due venivano trovati gr. 6 di hashish, mentre occultati all’interno di un congelatore in disuso riposto nel vano cantine del medesimo stabile, si sequestravano gr. 38 di sostanza stupefacente tipo cocaina suddivisa in 7 dosi e 4 panetti di altra sostanza, nonché materiale per il confezionamento.

Acquisito questo importante tassello di indagine, la prosecuzione delle investigazioni unitamente ai gravi indizi di colpevolezza raccolti, consentivano di richiedere ed ottenere la suddetta Misura Cautelare, emessa dal G.I.P. di Arezzo ed eseguita, con l’ausilio dei colleghi di Napoli e del Nucleo Carabinieri Cinofili di Firenze nella mattina del 18 maggio 2022

I due indagati che venivano tratti in arresto, rispettivamente l’uomo in questo capoluogo e la donna in Campania, erano ovviamente associati in carcere a disposizione dell’A.G. competente, dovranno giustificare le accuse mosse nei loro confronti.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/05/2022 13:55:12


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Subbiano: incidente fra auto e moto, ferito un 48enne >>>

Incendi in corso a Bucine (loc. Capannole) e Signa (loc. Castelletti) >>>

Covid-19: saliti a 783 i nuovi casi nell'Aretino, con 255 guarigioni >>>

Maltempo, codice giallo in Toscana per temporali forti dalle 12 alle 20 di mercoledì 6 luglio >>>

Covid-19: sono 7930 i nuovi casi in Toscana, con 11 decessi >>>

Città di Castello: è morto Antonio Fiorucci, sarto e presidente degli "Amici del Cuore" >>>

Lutto nel mondo degli artisti in Valtiberina, si è spento Evangelista Felici in arte Cico >>>

Covid-19: sono 118 i nuovi casi nell'Aretino e 39 le guarigioni >>>

Presunta evasione milionaria da parte di Sei Toscana >>>

La Toscana verso la richiesta dello stato di emergenza idrica >>>