Notizie Nazionali Politica

Dl aiuti, verso un provvedimento da 14 miliardi

Bonus di 200 euro per lavoratori e pensionati sotto i 35mila euro

Print Friendly and PDF

Il provvedimento a sostegno di imprese e famiglie sarà complessivamente di più di 14 miliardi. E' quanto si apprende da fonti parlamentari durante la cabina di regia che precede il Consiglio dei ministri sul dl aiuti: il decreto contiene i nuovi aiuti per famiglie e imprese per fronteggiare gli effetti della guerra in Ucraina. Tra gli interventi allo studio del cdm un ulteriore incremento della tassazione sull'extra gettito delle grandi imprese legate all'energia: si prevede un aumento di un altro 15%.

Gli aiuti alle imprese
«E' istituito, nello stato di previsione del ministero dello Sviluppo economico, un Fondo con una dotazione di 200 milioni finalizzato a far fronte, mediante erogazione di contributi a fondi perduto, alle ripercussioni economiche negative per le imprese nazionali derivanti dalla crisi internazionale in Ucraina, che si sono tradotte in perdite di fatturato derivanti dalla contrazione della domanda, dall'interruzione di contratti e progetti esistenti e dalla crisi nelle catene di approvvigionamento». Lo prevede la bozza del decreto legge Aiuti all'esame del Governo.

Gli aiuti a lavoratori e pensionati
La bozza del decreto dovrebbe comprendere un contributo una tantum da 200 euro per i lavoratori e i pensionati con reddito inferiore ai 35 mila euro.

Il consiglio dei ministri
Nel pomeriggio la riunione del Consiglio dei ministri. Alla riunione, oltre al presidente del Consiglio Mario Draghi, partecipano i ministri dell'Economia Daniele Franco, della Transizione ecologica Roberto Cingolani, dell'Agricoltura Stefano Patuanelli, del Lavoro Andrea Orlando, degli Affari regionali Mariastella Gelmini, dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, della Salute Roberto Speranza e delle Pari opportunità Elena Bonetti.

«Dal Consiglio dei ministri di oggi – dice il segretario del Pd, Enrico Letta – misure che siano all'altezza della sfida. Essere all'altezza della sfida vuol dire che il nostro Paese rischia una recessione. Questa recessione è dovuta ai costi che stanno crescendo per via dell'invasione russa dell'Ucraina, costi che hanno a che vedere con i costi dell'energia che stanno diventando insostenibili sia per le imprese, per le famiglie, per il mondo dell'agricoltura. Abbiamo danni che sono terribili in tutti questi campi».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
02/05/2022 20:01:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Politica

Ballottaggi amministrative: sono oltre 2 milioni gli italiani chiamati al voto in 65 comuni >>>

Femminicidi, scontro Valente-Pillon sulle audizioni della Commissione giustizia >>>

Berlusconi in comizio a Monza: “Torno in campo per le politiche del 2023" >>>

Di Maio lascia i 5Stelle: “Di fronte ad atrocità di Putin dovevamo scegliere" >>>

M5S, convocato il consiglio nazionale: sul tavolo l’espulsione di Di Maio >>>

Comunali, a Messina lo scrutinio non è ancora concluso a sei giorni dal voto >>>

A settembre L'Italia c'è, il polo riformista guidato da Sala >>>

Conte: "Il nostro elettorato soffre a stare nel governo, ci chiede di uscire >>>

Comunali: Palermo, Genova e L'Aquila al centrodestra. Al primo turno 15 ballottaggi >>>

Exit poll, Genova e Palermo verso il centrodestra già al primo turno >>>