Notizie dal Mondo Cronaca

Tonga, soccorsi aerei bloccati dopo l'eruzione vulcanica: gli aiuti non possono arrivare

Si teme una possibile crisi umanitaria nell'arcipelago, tagliato fuori dalle comunicazioni

Print Friendly and PDF

Si teme una possibile crisi umanitari a Tongadopo l'eruzione vulcanica di sabato che ha innescato uno tsunami e ha reciso un cavo sottomarino, tagliando fuori il Paese dalle comunicazioni con il mondo esterno. La Nuova Zelanda prova a inviare aiuti ma la cenere sulla pista principale dell'aeroporto della capitale impedisce l'atterraggio degli aerei di soccorso. Secondo le autorità potrebbero servire giorni prima che le navi militari con i rifornimenti riescano a raggiungere le isole.

Governo: "Disastro senza precedenti" - Il governo dell'arcipelago nella prima dichiarazione ufficiale in cui ha definito un "disastro senza precedenti" ciò che è avvenuto nei giorni scorsi, ha parlato di tre morti. Le vittime sono una britannica e due abitanti locali. Due delle isole più piccole e periferiche sono state colpite in modo particolarmente grave, fanno sapere le autorità, con tutte le case distrutte su una e solo due rimaste in piedi sull'altra. 

"Emergenza acqua" - Oltre alla Nuova Zelanda, anche l'Australia ha condotto voli di sorveglianza per valutare i danni. Il ministro degli Esteri neozelandese Nanaia Mahuta ha affermato che "l'acqua è tra le massime priorità per Tonga in questa fase". Le agenzie umanitarie hanno spiegato da parte loro che è probabile che la polvere vulcanica e lo tsunami abbiano contaminato le riserve idriche di Tonga.

Aiuti in attesa di partire - Secondo il ministro neozelandese, un aereo C 130 Hercules è in attesa di volare a Nukualofa, la capitale di Tonga, per fornire aiuti umanitari, inclusi contenitori per l'acqua pieghevoli, generatori e kit igienici. "Tuttavia, le immagini mostrano cenere sulla pista dell'aeroporto di Nukualofa che deve essere ripulita prima che l'aereo possa atterrare", ha aggiunto. 

Incerto il numero delle vittime - L'Alto Commissario ad interim della Nuova Zelanda a Tonga, Peter Lund, ha affermato che il governo locale ha dichiarato lo stato d'emergenza e che l'entità della distruzione sta iniziando a venire alla luce. Ci sono danni agli edifici, ci sono molte macerie e rocce, ma le persone ora cercano di tornare alla normalità nella capitale", ha detto a 1News, aggiungendo che sono in corso sforzi per sbarazzarsi della "spessa coltre di cenere" che ricopre l'area.

notizia e foto tratte da Tgcom 24
© Riproduzione riservata
18/01/2022 20:08:12


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Boeing cinese precipitato il 21 marzo, il gesto "provocato intenzionalmente" >>>

Allarme violenza in Messico, il ministero dell’Interno: “Superati i 100 mila desaparecidos" >>>

Ucraina: McDonald's esce definitivamente dalla Russia >>>

Pakistan: attentato suicida, uccisi 3 bambini e 3 soldati >>>

Usa, spari in un supermercato a Buffalo: almeno 10 morti >>>

Hector, il fossile di dinosauro venduto per 12,4 milioni di dollari >>>

Il capo degli 007 ucraini: "Putin è gravemente malato di cancro" >>>

Concluse le ricerche per esplosione hotel a Cuba, 45 morti >>>

Media, Russia minaccia stop gas a Finlandia da venerdì 13 maggio >>>

Covid: Oms, oltre due milioni di morti in Europa >>>