Notizie Nazionali Cronaca

“Non basta una data, 116 mila locali senza spazio esterno resteranno chiusi”

Fipe: "Dobbiamo dare una prospettiva a tutti gli imprenditori"

Print Friendly and PDF

Ci voleva più coraggio. La pensano così i gestori dei locali pubblici. Che poi puntano il dito contro il governo per aver dimenticato quei ristoranti che non potranno aprire perché non hanno uno spazio esterno. E così, la Fipe, la federazione dei publbici esercizi tuona contro la decisione: «Riaprire solo le attività che hanno i tavolini all'esterno, significa prolungare il lockdown per oltre 116mila pubblici esercizi. Il 46,6% dei bar e dei ristoranti della penisola non è dotato di spazi all'aperto e questa percentuale si impenna se pensiamo ai centri storici delle città nei quali vigono regole molto stringenti. Se questo è il momento del coraggio, che lo sia davvero. I sindaci mettano a disposizione spazi extra per le attività economiche che devono poter apparecchiare in strada ed evitare così di subire, oltre al danno del lockdown, la beffa di vedere i clienti seduti nei locali vicini».

«La data da sola non basta - conclude la Federazione - dobbiamo dare una prospettiva a tutti gli imprenditori. Bisogna lavorare da subito a un protocollo di sicurezza sanitaria stringente, che consenta la riapertura anche dei locali al chiuso e bisogna darci un cronoprogramma preciso, a partire dal 26 aprile. Non c'è più tempo da perdere. Nelle prossime ore chiederemo ad Anci, l'Associazione nazionale dei Comuni, di collaborare con noi per spingere i sindaci a concedere il maggior numero di spazi esterni extra, in via del tutto eccezionale e provvisoria, agli esercizi che in questo momento ne sono sprovvisti. Sarebbe un bel segnale di unità e di voglia di uscire dal pantano tutti insieme».

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
17/04/2021 13:41:57


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Violenza su donne: Istat,+79,5% chiamate al numero 1522 durante la pandemia >>>

Bergamo, ancora un morto sul lavoro: è il terzo in dieci giorni >>>

Coprifuoco alle 23 da subito e abolito dal 21 giugno >>>

Covid, Costa: “A giugno aboliremo il coprifuoco” >>>

Test in discoteca il 5 giugno a Gallipoli e Milano con il green pass >>>

Scendono terapie intensive e ricoveri: meno 6 mila, 93 vittime è il dato più basso da ottobre >>>

Scampia, picchiano e buttano in un cassonetto lo zio accusato di abusi sui tre nipotini >>>

La Campania brucia le tappe e offre mille dosi di Pfizer ad agricoltori e viticoltori >>>

Iss: 'A 35 giorni dalla prima dose -95% decessi, -90% ricoveri' >>>

Covid, il bollettino del 15 maggio in Italia: 6.659 nuovi casi e 136 morti >>>