Notizie Locali Comunicati

La Sinistra per Castello "è il momento costruire un nuovo progetto politico di sinistra"

L'assessore Bartolini con le sue dimissioni non ha rispettato i cittadini

Print Friendly and PDF

La Sinistra per Castello e Rifondazione Comunista si dissociano dalle dichiarazioni e dalle scelte dell’Assessora Bartolini.

La stessa infatti,  che fino dal Novembre 2016, insieme al Consigliere Procelli, aveva abbandonato  La Sinistra per Castello era poi finita per rappresentare poco più di sé stessa. Dichiarazioni e dimissioni che seguono a breve distanza di tempo quelle degli ex Socialisti , Bartolini e Schiattelli , e che oltre a sempre più probabili aspetti  personali o future  opportunità sembrano manifestare  una regia  che goffamente tenta  di affossare  una esperienza politica unica nella regione che dal 2011 governa la quarta città dell’Umbria.   La Sinistra per Castello e Rifondazione Comunista avevano da tempo avvertito che la mancanza di competenza , i  personalismi politici,  uniti ai  rancori  sarebbero potuti essere utilizzati come leva da quelle forze politiche che hanno più di altri sofferto la mancata leadership in questi ultimi 10 anni nel governo della Città. Le dimissioni dell’Assessora  Bartolini, se non viste in questa ottica , sarebbero  derubricate all’insignificanza di fatto, visto la scelta di vivere l'incarico amministrativo in maniera del tutto autonoma e marginale, privo di un contributo innovativo e sostanziale al governo della città nel rispetto del mandato elettorale dei cittadini.  Oggi, a 6 mesi dalla scadenza del mandato, tutto ciò sembra avere  l’obiettivo di mettere sul tavolo degli accusati  il Sindaco, ma senza che gli autori si fossero posti una domanda normale e semplice al termine di un mandato appunto : siamo stati all’altezza del nostro ruolo ? 

Questa è la  domanda che avrebbe dovuto porsi  l’Assessora Bartolini  così come tutti gli altri Consiglieri ed Amministratori , soprattutto o  almeno per rispettare i Cittadini.

La Sinistra per Castello e Rifondazione Comunista  costruiscono percorsi, confronto ed eventualmente scontri nel merito delle questioni all’interno delle coalizioni,  che hanno contribuito in maniera decisiva a costruire e portare al successo, vogliamo tentare di unire e non dividere , in particolare in momenti gravi come questi, caratterizzati dalla crisi economica e sociale dettata dalla pandemia e   per continuare a dare a Città di Castello un governo illuminato progressista e di sinistra.

LA SINISTRA PER CASTELLO - ALESSANDRO ALUNNO - MAURO ALCHERIGI

 

RIFONDAZIONE COMUNISTA -  PAOLO CAPACCI 

Redazione
© Riproduzione riservata
01/12/2020 15:25:33


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Alla scuola Franchetti di Fighille lezioni di arabo: la Lega chiede spiegazioni >>>

Nuova area commerciale a Sansepolcro: serve visione politica e trasparenza >>>

Veneri-Carini (Fdi): “Ato troppo grandi e dispersivi, servono Ato provinciali per i rifiuti” >>>

Sansepolcro: Rivi (Lega) chiede l'attivazione di un Centro di Aiuto alla Vita >>>

Sahel: oggi a Perugia il webinar gratuito di Tamat in diretta YouTube >>>

Prosegue il percorso del Pd di Città di Castello verso le Amministrative del 2021 >>>

Letizia Giorgianni: Solidarietà e vicinanza per i genitori di Martina Rossi >>>

Umbria: la soddisfazione dei consiglieri Pd per la nomina dei commissari delle grandi opere >>>

Vicenda segretario generale: Caridi sia convocato a riferire in Commissione controllo e garanzia >>>

Da Consulente gratuito a dipendente stipendiato dalla provincia di Arezzo >>>