Notizie Locali Attualità

Badia Tedalda è "zona arancione": si esce solo se autorizzati

Ordinanza firmata dal sindaco Alberto Santucci: dal 26 marzo fino al 16 aprile

Print Friendly and PDF

Badia Tedalda e Sestino, in particolar modo la piccola località di Ponte Presale, sono le due realtà della Valtiberina Toscana che ad oggi stanno pagando a caro prezzo l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Qua, infatti, si è sviluppato un consistente focolaio epidemiologico da Covid-19: 3 le persone decedute, 26 i casi positivi accertati, di cui 3 ricoveri ospedalieri in terapia intensiva in condizioni critiche oltre a 40 casi di isolamento domiciliare con sorveglianza attiva. In queste ore, con entrata in vigore dalla mezzanotte, il sindaco di Badia Tedalda Alberto Santucci ha firmato un’ordinanza piuttosto restrittiva creando una sorta di “zona arancione”; tutto ciò fino al prossimo 16 aprile. Queste le parole del primo cittadino. “Ho dovuto emettere un’ordinanza comunale nel nostro territorio comunale, senza vincolare i rifornimenti provenienti dall’esterno ma limitando le uscite dal capoluogo alle frazioni e verso gli altri Comuni ai soli casi autorizzati con specifico decreto sindacale. Se non lo facevo io lo avrebbe fatto la Regione vista la moltitudine dei residenti risultati positivi al virus e la significativa percentuale sulla popolazione totale. Questo provvedimento entrerà in vigore a mezzanotte di oggi e varrà fino al 16/04/2020. È stato redatto dal sottoscritto, corretto da S. E. Il prefetto di Arezzo e condiviso con Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Sestino, Giunta e Consiglio Comunale di Badia Tedalda. Chi ha necessità assoluta di uscire dal Comune di Badia per una visita specialistica, o per ragioni inderogabili di lavoro, oppure per rifornire (una volta la settimana massimo) il proprio alimentari, frutta-verdura o la farmacia chieda il permesso scritto indicando con precisione motivo e data del viaggio a ragioneria@comunebadia.it. Questo provvedimento non ha efficacia per l’Isola amministrativa di Ca’ Raffaello e non esclude la possibilità per gli abitanti di Ponte Presale di continuare ad entrare a Badia Tedalda. Io il mio impegno ce l’ho messo cercando di produrre un provvedimento utile e calibrato sulle nostre esigenze e particolarità territoriali... ora cerchiamo tutti quanti di rispettarlo!”.

Redazione
© Riproduzione riservata
25/03/2020 19:07:14


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Fioritura di Castelluccio, servono soluzioni definitive e sostenibili e non interventi spot >>>

La Banca Popolare di Cortona dona un’ambulanza alla Misericordia di Camucia >>>

Venerdì 3 luglio l'inizio delle corse di Baschetti Autoservizi per la riviera adriatica >>>

Acqua della Diga di Montedoglio cara come l'oro: protestano gli agricoltori della Valtiberina >>>

"Grazie per il tricolore": il presidente della Repubblica scrive a Nonna Lisa Zappitelli >>>

Cantone a Perugia assume la guida della Procura >>>

Da Arezzo in Armenia: medico del San Donato nel team nazionale anti Covid >>>

Lotta alla Mosca dell’olivo a Castiglion Fiorentino >>>

La Guardia di Finanza di Arezzo celebra il 246° Anniversario della Fondazione del Corpo >>>

Arezzo, bufera Coingas: inviati 13 avvisi di chiusura delle indagini >>>