Notizie Locali Comunicati

La Pinacoteca di Città di Castello nel calendario di eventi “La sottile linea d’Umbria”

Evento dedicato al contemporaneo di Regione Umbria e Galleria Nazionale dell’Umbria

Print Friendly and PDF

Anche la Pinacoteca comunale di Città di Castello con un evento il 3 agosto è stata inserita nel calendario di eventi “La sottile linea d’Umbria”, che Regione Umbria e Galleria Nazionale dell’Umbria hanno dedicato al Contemporaneo. La Pinacoteca è infatti è stata selezionata sulla base dei dati ISTAT tra i dieci musei umbri di Musei On, progetto finanziato dalla Regione Umbria: ai beneficiari è stata riservata una fornitura in comodato d’uso gratuito, di strumentazione hardware e multimediale destinata al potenziamento della rete museale ed ora oggetto di una specifica rassegna che mette a leva le tecnologie digitali per trasformare i musei in portali interattivi L’iniziativa si struttura in cinque eventi: ogni evento collegherà due musei attraverso performance artistiche simultanee. La Pinacoteca di Città di Castello è stata abbinata al Complesso museale di San Francesco a Montefalco nell’evento che si svolgerà sabato 3 agosto 2024. “Città di Castello sta potenziamento l’impegno e le iniziative sul fronte del Contemporaneo, che rappresenta una dei due poli, insieme al Rinascimento della nostra identità culturale, grazie all’eredità di Alberto Burri” dichiara l’Amministrazione comunale. “Ringraziamo la Regione dal momento che Musei On  interpreta l’approccio con cui l’Amministrazione sta orientando la valorizzazione delle emergenze artistiche, sperimentando nei nostri contenitori di pregio i linguaggi contemporanei nell’ottica dell’interconnessione e  di nuovi orizzonti creativi, in cui le tecnologie siano alleate per estendere l’accessibilità e inoltrarci nel terreno di nuove visioni”. A coordinare la macchina artistica e tecnologia è il Collective + Trascendanza ETS con l’idea di “collegare due musei rendendoli portali digitali, che durante l'evento si espandono nelle aree interessate. Attraverso la performance di live painting, si formerà un'unica opera gigante in split screen. Una metà realizzata in presenza e l'altra proiettata dal museo connesso. Questa fusione visiva rappresenterà un ponte artistico tra i due spazi, rendendo l'arte tangibile e virtuale allo stesso tempo. In sintesi, Musei On mira a rendere l'arte accessibile e coinvolgente, sfruttando le tecnologie digitali per creare un’esperienza inclusiva. Ogni evento rappresenterà un'opportunità per esplorare nuove modalità di interazione e connessione, rendendo la visita ai musei un'esperienza arricchente e interessante”. Tra le città coinvolte Spoleto dove sabato 15 giugno è stato presentato il progetto complessivo con il nome “La Sottile linea d’Umbria”, a cura dei Musei nazionali di Perugia e della Direzione regionale Musei nazionali dell’Umbria.

Redazione
© Riproduzione riservata
19/06/2024 08:40:45


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Torna a nuova vita la Lunetta di Beato Angelico sopra il portale di San Domenico a Cortona >>>

Pronto Badante, domenica 21 luglio punto informativo al mercato di Monterchi >>>

AAA cercasi rilevatori per il Censimento Permanente della Popolazione >>>

Inizia da San Giovanni la raccolta di firme contro l’autonomia differenziata >>>

"Necessarie misure urgenti da parte del Governo per la sicurezza delle aziende orafe" >>>

Corrente replica al vice sindaco di Umbertide >>>

Il Comune di Arezzo ha dimenticato Francesco Petrarca nel 650° anniversario dalla morte >>>

"Il Casentino in ginocchio per i cantieri sulla strada regionale 71” >>>

Città di Castello, premiati i 100 studenti tifernati che si sono diplomati con il massimo dei voti >>>

Fp Cgil e Uil Fpl di Arezzo: “Sugli organici della sanità siamo al disastro” >>>