Notizie Locali Sanità

Ospedale del Valdarno, una Tac di ultima generazione a servizio del Pronto soccorso

La nuova strumentazione è stata finanziata con fondi Pnrr – Next generation EU

Print Friendly and PDF

Una Tac di nuova generazione per il Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria alla Gruccia di Montevarchi. La nuova strumentazione, finanziata con i fondi PNRR – Next Generation EU, è entrata in funzione da alcune settimane al termine dei lavori di ristrutturazione necessari ad accogliere la nuova strumentazione diagnostica. La nuova Tac è identica a quella installata al San Donato di Arezzo e presenta caratteristiche che garantiranno performance avanzate a fronte di un tempo di esposizione ridotto rispetto alla precedente. 

«I lavori sono terminati il 7 maggio, come da cronoprogramma - spiega il Dott. Christian Fraldi, attuale Direttore F.F. della Radiologia Ospedale Valdarno - e la nuova apparecchiatura è ora pienamente operativa. L'intervento ha garantito il completo rifacimento della sala e la sostituzione della vecchia TAC con l'installazione di una nuova apparecchiatura dotata di applicativi di intelligenza artificiale che miglioreranno il flusso di lavoro, la qualità e l'accuratezza degli esami di pronto soccorso. Ogni anno in media vengono effettuati con la Tac di Pronto Soccorso oltre 8000 esami che consistono principalmente in esami TC cranio, esami angiografici, TC torace addome e per i segmenti scheletrici in caso di traumi piu gravi».

«La nuova tecnologia - dice la Dr.ssa Rita Papi, Responsabile dei Tecnici di Radiologia - migliora la qualità e le tempistiche degli esami in quanto dotata di software di intelligenza artificiale che consentono il posizionamento automatico del paziente sul lettino e la scelta dei protocolli di esame più adatti per ottimizzare e ridurre le radiazioni erogate rendendo quindi gli esami più sicuri».

«Si tratta di un intervento innovativo – conclude la Dott.ssa Patrizia Bobini, Direttrice PO Valdarno - che consente di rendere più efficienti i servizi erogati dal presidio ed in particolare la nuova apparecchiatura dedicata al pronto soccorso ridurrà i tempi di attesa per l'utenza e per eventuali urgenze interne dei reparti. I servizi del pronto soccorso saranno ulteriormente migliorati con l'ampliamento dei locali per il quale sono in corso interventi importanti che si concluderanno nei prossimi mesi».

Redazione
© Riproduzione riservata
01/06/2024 11:12:18


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Riabilitazione: da 25 anni la CRT del Valdarno al servizio della comunità della ASL Toscana Sud Est >>>

Valtiberina, lunedì 15 luglio punto informativo dell’Asl Tse per il servizio Pronto Badante >>>

All'ospedale San Donato di Arezzo aperto un ambulatorio vaccinale per i più fragili >>>

Ondata di caldo anomalo, i consigli per evitare comportamenti a rischio >>>

Valdarno, al via l’allestimento cantiere per le case di comunità e per l’ospedale di comunità >>>

Sara Casalini è la nuova direttrice dell’UOC Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale del Valdarno >>>

La Asl Toscana Sud Est vince il primo premio Protagoniste in Sanità 2024 >>>

Valtiberina, assistente familiare per persone non autosufficienti: come accedere ai contributi >>>

Prevenzione oncologica, i dati del 2023 raccontano una Toscana virtuosa >>>

Ricostruzione della vescica dopo l’asportazione: un corso all'urologia di Arezzo >>>