Notizie Locali Attualità

Antenna ad Anghiari, il cantiere sospeso ma la minoranza chiede un'ordinanza

Documento inviato in Comune firmato dai capigruppo di minoranza Checcaglini e Bianchi

Print Friendly and PDF

Non si placano le polemiche, in particolare della minoranza consiliare, sulla nuova antenna telefonica che sta per essere installata lungo via del Carmine ad Anghiari. È la società Inwit ad aver presentato il progetto. Nei giorni scorsi fu direttamente il sindaco Alessandro Polcri a spiegarlo, sottolineando che “l’elemento negativo non sta tanto nell’installazione dell’antenna, bensì sull’opportunità del luogo”. Smacco per un luogo storico dove inevitabilmente l’antenna avrà un impatto paesaggistico: la base è già stata completata, a questo punto manca solamente l’installazione del traliccio alto 24 mesi dove nella parte terminale sarà collocata una piccola scatola che di fatto sarà il ripetitore per il segnale tramite le tecnologie attualmente in uso, non legandosi al tema del 5G. La minoranza, però, è tornata all’attacco e ieri mattina ha inviato una lettera di “richiesta di emissione di un’ordinanza di sospensione per la costruzione di un basamento atto a ricevere l’installazione di una antenna per ripetitori telefonici in località La Gattina, lungo la strada comunale del Carmine”. Anche se da quello che emerge, al momento, il cantiere è stato sospeso in attesa della chiusura del procedimento. È firmata da Mario Checcaglini e Danilo Bianchi, rispettivamente capigruppo di minoranza di Anghiari Unita e Patto Civico per Anghiari. “Considerate le istanze dei cittadini volte a chiedere la diversa collocazione dell’antenna per le ragioni sia dei prevedibili danni paesaggistici che sanitari che la collocazione può avere – scrivono i consiglieri – e le dichiarazioni di questa amministrazione secondo cui non avrebbe avuto, in ragione dei tempi ristretti con i quali ha potuto esaminare la pratica, esercitare il diritto-dovere di indicare collocazioni più consone dell’attuale, affinché fosse perseguito l’obiettivo di ridurre, se non eliminare, sia il danno paesaggistico che sanitario chiediamo l’emissione di ordinanza urgente, in via cautelare, a sospendere i citati lavori riguardanti sia la prosecuzione della costruzione del basamento che della successiva installazione su di esso della stessa antenna, affinché non si pregiudichi la possibilità di valutare per tutti gli elementi richiamati in premessa altro luogo più idoneo e meno impattante e affinché, qualora essi concordemente convergano, a ritenere non idonea e inopportuna l’attuale collocazione, procedendo per l’effetto a collocare il manufatto in un luogo diverso senza ulteriori alterazioni ambientali”. Una questione bollente seppure la normativa nazionale, quella del decreto Gasparri, con le recenti modifiche intervenute, è abbastanza chiara e prevede una legge speciale proprio in favore del concessionario in funzione dell’interesse pubblico generale come quello delle telecomunicazioni.

Redazione
© Riproduzione riservata
08/02/2024 16:22:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

La ciclovia Fossato di Vico – Umbertide diventa realtà >>>

Pomeriggio a Sansepolcro per il Vescovo Andrea Migliavacca >>>

Tra ricordi e ritratti: Moira Lena Tassi rivive l'emozionante incontro con Paola Gassman >>>

Civitella, il 25 aprile la presenza di Sergio Mattarella e del Ministro Guido Crosetto >>>

Valtiberina sismica: ma sotto i nostri piedi in Alta Valle del Tevere cosa c’è? >>>

Vinti 20mila euro a San Giustino al 10eLotto >>>

Caprese Michelangelo a Striscia la Notizia con i “Bringoli di farina di castagne antispreco" >>>

"Anghiari diventi luogo di pace": la Reliquia di San Francesco è al suo posto >>>

Giorno di festa per Anghiari: arriva la Reliquia del saio di San Francesco >>>

Emergenza di personale infermieristico all'ospedale San Donato di Arezzo >>>