Notizie Locali Attualità

Il Castello di Sorci di Anghiari diventa il protagonista di una tesi di laurea

Lei è Eleonora Gobbi che ha progettato cambiamenti, adattandosi alle nuove esigenze

Print Friendly and PDF

Si chiama Eleonora Gobbi e ha deciso di dedicare la sua tesi di laurea al Castello di Sorci, un luogo storico e conosciuto in tutto il mondo che continua ad attrarre turisti nel territorio anghiarese e che potrebbe cambiare volto, adattandosi alle nuove esigente contemporanee.

“Il progetto della mia tesi – spiega Eleonora - è stato quello di valorizzare la figura leggendaria del fantasma di Baldaccio, trasformandolo da pura attrazione turistica a veicolo per la trasmissione della storia e della cultura del luogo. In particolare nella mia tesi descrivo un intervento di Interior design dedicato ad uno specifico ambiente della Locanda, attualmente poco valorizzato. L'ispirazione è nata attraverso l'analisi dello scenario visivo del Castello, della sua storia e della leggenda che lo ha reso famoso a livello internazionale, tenendo conto delle esigenze contemporanee: attualmente, infatti, il Castello di Sorci e la sua Locanda sono strutture ricettive, rispettivamente dedicate all’alloggio e all’attività ristorativa. Di fronte ai cambiamenti che si sono recentemente imposti, sia legati alla pandemia, sia legati agli sviluppi tecnologici e comunicativi, appare appropriato interrogarsi sul contributo offerte dal design. Nel caso specifico il progetto di tesi si interroga su come il progetto di Interior design possa incarnare e raccontare la forte tradizione storica di un luogo, tenendo conto al contempo delle potenzialità offerte dalle tecnologie attualmente a disposizione”.

Quanti e quali segreti di questo luogo così attrattivo non sono mai stati raccontati? Come può un il Castello di Sorci affascinare così tanta gente? Eleonora con la sua tesi di laurea ha cercato di rispondere a questi quesiti, focalizzando l’attenzione della sua tesi di laurea su una struttura ricettiva del territorio, conosciuta in tutto il mondo.

“Tra i vari incontri effettuati con la famiglia Barelli, proprietaria del Castello, e in particolar modo con la signora Veronica, è emerso che vi è la volontà ampliare l'attuale impiego della location, da iniziative di carattere gastronomico a iniziative di carattere letterario e musicale – ha continuato Eleonora - da qui è nata l'idea di creare uno spazio in cui tradizione, storicità e leggenda si fondessero, per offrire alle persone un'esperienza effimera, trascinandole in una realtà parallela, con l'intento di fargli vivere un'esperienza insolita. La mia idea è raccontata nella tesi che è comunque diventata uno strumento per dare spazio ad una realtà locale che ben rappresenta il nostro comune”. 

“Siamo molto orgogliosi che i nostri ragazzi apprezzino così tanto le ricchezze del territorio da renderle protagoniste delle loro tesi di laurea – ha dichiarato l’assessore al turismo nel comune di Anghiari Ilaria Lorenzini – è successo con l’azienda storica Busatti e adesso con il Castello di Sorci, un luogo storico importantissimo per Anghiari, punto di riferimento per i turisti di tutto il mondo, il cui proprietario è stato un personaggio molto conosciuto che tutti ricordano con affetto”.

 

Redazione
© Riproduzione riservata
11/03/2023 12:14:57


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Attualità

Anche Caprese Michelangelo vuole la presenza programmata del pediatra >>>

I 100 anni di Giuliana Pecchi a Villa Fiorita >>>

Vinti 117mila euro al Superenalotto in una ricevitoria di Gubbio >>>

Sicurezza ad Arezzo, Ghinelli: "A breve saranno attivate altre 93 telecamere" >>>

Montedoglio, scatta la stagione irrigua e saracinesche aperte per tutta l'estate >>>

Varato il nuovo impalcato del cavalcavia in E45 a Promano: la riapertura a luglio >>>

Gregorio Boriosi di Città di Castello inserito fra le 7 migliori carbonare al mondo >>>

E’ vivo l’ideale di libertà per il quale si è battuto Venanzio Gabriotti >>>

Lavori alle scale mobili di Arezzo >>>

Educazione stradale: la polizia locale di Città di Castello sale in cattedra >>>