Notizie Locali Comunicati

L’acqua della diga ai territori in cui non arriva e investire su un marchio della Valtiberina

Il candidato sindaco Laurenzi ha discusso di agricoltura con Saccardi, Ceccarelli e De Robertis

Print Friendly and PDF

Ieri sera la Casa del Popolo di Gricignano ha ospitato un incontro incentrato sul tema dell’agricoltura, all’interno del quale il candidato sindaco di Sansepolcro Andrea Laurenzi ha discusso con la Vicepresidente della Regione Toscana e assessore all’agricoltura Stefania Saccardi e i consiglieri regionali Vincenzo Ceccarelli e Lucia De Robertis. Si è parlato dell’importanza di investire in un’agricoltura moderna, sostenibile e che implementi al proprio interno l’energia dei giovani; delle opportunità che si andrebbero ad aprire con la creazione di un marchio della Valtiberina che permetta la collaborazione di diverse realtà; di come risolvere il problema dei troppi animali selvatici sul territorio e soprattutto della possibilità di attingere direttamente all’acqua della diga di Montedoglio. Troppi terreni di Sansepolcro, tra cui Gricignano, hanno infatti difficoltà ad attingere a una risorsa così fondamentale per la coltivazione e in tal senso è necessario intervenire. 

Come ricordato in apertura da Andrea Laurenzi, una maggiore cura e attenzione verso il settore agricolo sarà fondamentale per il rilancio dell’economia biturgense. “In queste due settimane abbiamo deciso di non fare passerelle, ma di trattare dei temi. Iniziamo questa settimana in un luogo come Gricignano, che è un po’ la nostra casa, e con un tema, quello dell’agricoltura, che abbiamo sviluppato nel nostro programma, ma a cui vogliamo dare un approfondimento e sul quale la nostra amministrazione si impegnerà nei prossimi cinque anni. La nostra vallata a una vocazione fortemente agricola, e tutt’ora è volano e motore di Gricignano e di tutta la città. Sull’agricoltura va fatto un ragionamento, per capire quali sono i percorsi da fare. Il mio impegno è quello di istituire uno specifico assessorato. Istituirlo in maniera proattiva, iniziando la coprogettazione vera con le associazioni di categoria, gli imprenditori, la Regione e il Comune.”

È poi intervenuto il capogruppo PD in Consiglio Regionale Vincenzo Ceccarelli. “Durante tutta la sua campagna elettorale Andrea ha toccato temi concreti. Nella sua proposta c’è un’idea di città e di territorio. Quello dell’agricoltura è un tema strategico per la Valtiberina e per la Toscana. L’agricoltura non è solo prodotti, ma è anche paesaggio e accoglienza che si fonde con arte e storia. Ciò che manca è una visione di agricoltura come attività polifunzionale, che va oltre le capacità produttive. Per quanto riguarda l’infrastruttura per la distribuzione dell’acqua della diga di Montedoglio, questa è finanziabile con i fondi del PNRR, per i quali bisogna attivarsi velocemente. Se ci sarà la capacità di fare il progetto, ci sarà anche la possibilità di attuarlo. Stasera possiamo prenderci l’impegno di favorire questo processo e di vedere questo progetto realizzato. Essere sotto a Montedoglio e non poterne utilizzare l’acqua e inconcepibile e credo che questa legislatura sia quella che possa dare una risposta in merito.” 

“È importante dare fiducia ad Andrea Laurenzi in questa sua corsa a sindaco perché lui è abituato a progettare e portare a compimento progetti che sembravano davvero complicati” ha detto la consigliera regionale Lucia De Robertis. “La sfida che stasera vogliamo lanciare è quella di immaginare un’agricoltura che investa nei giovani imprenditori, per i quali la Regione metterà a disposizione molti fondi, così come lo farà anche per modernizzare l’agricoltura. A volte intercettare i bandi europei è complicato, e in questo senso la Regione darà una mano. Dobbiamo inoltre vedere l’agricoltura come un’opportunità legata a un’altra delle nostre grandi risorse, ovvero il turismo. Si viene in Toscana per il paesaggio, perché si mangia bene e perché si è sicuri che quel cibo è stato rispettato.”

È quindi intervenuta Stefania Saccardi, che ha subito affrontato il tema dell’irrigazione. “L’attenzione con cui Andrea ha deciso di impegnarsi per il territorio dimostra l’idea di una politica che punta alla risoluzione dei problemi delle persone, più che alle discussioni ideologiche. In questo senso il dialogo con il territorio è fondamentale. Mi sono impegnata affinché i bandi del Programma di Sviluppo Rurale che riguardano l’irrigo siano destinati anche all’Unione dei Comuni. Certamente bisognerà attrezzarsi per avere progetti esecutivi. Bisogna lavorare affinché ci sia un fondo di locazione che consenta ai consorzi di poter attingere a fondi per progettualità che sono importanti. La situazione riguardante il tema dell’acqua è paradossale. Il tema di avere una rappresentanza dei territori all’interno dell’Ente Acqua Umbre Toscane è già stato posto. Per garantire una presenza bisogna però cambiare lo statuto in accordo con la Regione Umbria e possiamo tranquillamente iniziare a lavorarci. Su questo tema va messa un’attenzione particolare, in modo da dare all’agricoltura di questo territorio un servizio che la renda competitiva.” L’assessore all’agricoltura ha però voluto porre l’accento sull’importanza di un’agricoltura moderna e sostenibile. “Dobbiamo però pensare che l’acqua non è una risorsa infinita e spingere sulle innovazioni che ne consentano l’utilizzo consapevole. Da un lato bisogna quindi agire perché questa zona sia servita dall’acqua, dall’altro cogliere le opportunità che consentano una gestione più attenta di questa risorsa. È il momento di andare a premiare quelle aziende che fanno investimenti che gli permettono di innovare e crescere. I finanziamenti arriveranno per un’agricoltura attenta al cambiamento climatico, che sappia misurare l’emissione di CO2, sempre più ecocompatibile e attenta alla biodiversità. Oltre alle risorse sull’irrigo, abbiamo fatto un bando sull’agricoltura biologica, abbiamo messo a disposizione milioni di euro per aziende che si trovano in aree montane disagiate, andremo a sostenere le filiere corte. Metteremo risorse sui giovani, che stanno riscoprendo il mondo dell’agricoltura, spingendo ancora i progetti che ci sono e proponendone di nuovi. Investiremo nel settore dell’agriturismo: un elemento preponderante del turismo della Toscana, ma anche un elemento che permette alle aziende agricole di reggere in momenti di difficoltà. In questo senso servono amministrazioni comunali attente e pronte. Prevedere un assessorato all’agricoltura credo sia una scelta intelligente, così come credo sia intelligente fare un ragionamento sui distretti.” La Vicepresidente della Regione Toscana ha infine concluso parlando di filiere e del problema legato alla sovrabbondanza di animali selvatici. “Uno dei punti su cui ci saranno le risorse del PSR saranno le filiere. Progetti di questo tipo saranno sostenuti fin da subito dal PNRR. Quella degli animali selvatici è un’emergenza vera. Siamo stati la Regione che per prima si è mossa per risolvere questo problema. Il paradigma dovrebbe essere invertito, consentendo la caccia per tutto l’anno fatta eccezione per il periodo della riproduzione, e non per soli tre mesi. Su questo fronte le Regioni si incontreranno, senza distinzioni fra destra e sinistra, per ottenere un intervento normativo parlamentare.       

A concludere il dibattito è stato Andrea Laurenzi. “Torniamo a casa con impegni concreti, come quello di portare l’acqua della diga a Gricignano e negli altri territori dove non arriva, ma anche l’impegno di investire su un marchio della Valtiberina. Un territorio che si promuove e propone le sue eccellenze crea un legame col cliente. Mettersi insieme e fare sistema vuol dire creare filiera, ma anche tessere legami con il territorio, così da narrare il nostro territorio, le sue tipicità e il lavoro di tanti agricoltori.” 

Redazione
© Riproduzione riservata
12/10/2021 14:54:55


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Umbertide: Noemi Roselli è la nuova centenaria residente nel Comune >>>

Fondazione: finalmente si parla di contenuti >>>

Articolo Uno Sansepolcro esprime forte preoccupazione per il futuro della città >>>

Piano di sostegno alle famiglie: tariffe Tari Agevolate in Valtiberina >>>

Umbertide: il Pd chiede una data certa per la riapertura della RSA >>>

Bagno di Romagna, via al cantiere per la messa in sicurezza del Ponte del Fosso dell'Anguilla >>>

Coronavirus in Toscana: 280 nuovi casi, età media 45 anni >>>

A Bagno di Romagna parte il progetto "Leggo per Te" >>>

Pd Umbertide: Lavoriamo per costruire un futuro insieme >>>

Ex Fisadorelli: evitare oggi la chiusura per difendere il futuro del territorio >>>