Notizie Locali Economia

Caffè servito al banco? Se ne parla a luglio

Un paradosso giuridico e sanitario che deve essere rimosso

Print Friendly and PDF

La normativa che proibisce di servire il caffè al banco rende furiosi i proprietari dei bar e la Fipe che la giudica "giuridicamente incomprensibile e immotivato sotto il profilo sanitario". Stiamo vivendo il divieto di consumazione al banco come un attacco al modello di offerta del bar italiano che si differenzia da quelli degli altri Paesi proprio perché basato sul consumo al banco – dichiara il presidente di Fipe – Un provvedimento punitivo ingiustificato anche sotto il profilo scientifico rispetto i rischi sanitari che si corrono, perché la scienza continua a sostenere che il rischio di contagio cresce con l’aumento del tempo di contatto". Stando alla circolare del Ministero dell’Interno, la somministrazione al bancone non si potrà fare prima del 1° luglio mentre a partire dal 1° giugno sarà possibile consumare al chiuso ma al tavolo. Un paradosso giuridico e sanitario, che deve essere rimosso.

Redazione
© Riproduzione riservata
01/05/2021 11:39:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Cisl: primo consiglio generale in presenza >>>

Consiglio generale Cisl: si parla di subappalti >>>

CNA Pensionati: è Moreno Carloni il nuovo Presidente >>>

Stabile l’export della provincia di Arezzo nel 1° trimestre 2021 >>>

Nasce la nuova Banca Tema – Terre Etrusche di Valdichiana e di Maremma >>>

Proroga della moratoria: per le Pmi rischio di periodi di sorveglianza creditizia >>>

Nasce Tiberina Travel Team, unione fra sei agenzie di viaggio >>>

Livio Sassolini è il nuovo presidente Cna Valtiberina >>>

Chiara Rubbiani nuova Presidente di Federconsumatori Arezzo >>>

L'imprenditrice Cristina Colaiacovo approda a Cassa Depositi e Prestiti >>>