Notizie Locali Comunicati

"Anche Città di Castello deve adottare il marchio DE.CO"

Mozione dei consiglieri comunali del gruppo Tiferno Insieme

Print Friendly and PDF

In una nostra precedente interpellanza avevamo posto l’attenzione sull’opportunità di impegnare maggiormente il Comune nella tutela e la promozione delle produzioni tipiche locali attraverso i marchi di riferimento quali DOC, DOCG, IGT, IGP ecc.

Il nostro territorio può annoverare la paternità esclusiva o condivisa a livello locale, regionale, interregionale o nazionale di eccellenze alimentari quali: “tartufo”, “mazzafegato”, “vinsanto”, “porchetta”, “ciaccia”, “crostino briaco”, “crostino nero”, “ciaramia”, “caccia dolce”, “ciaccia al formaggio”, “crostello”, “castagnole”, “zuccarini”, “torcoletto” ecc.che possono a ben ragione essere considerate un’importante fonte di sviluppo economico e culturale.

In seguito a tale iniziativa è emerso che il Comune non ha ancora deliberato e regolamentato su alcuna di queste denominazioni  nonostante la legge nº 142 dell'8 giugno 1990 consenta ai Comuni la facoltà di disciplinare, nell'ambito dei principi sul decentramento amministrativo, in materia di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali. Nello specifico, sulla base di questa opportunità normativa, è stata individuata la “Denominazione Comunale” (DE.CO.) quale importante riconoscimento concesso dall'amministrazione comunale a prodotti strettamente collegati al territorio e alla loro comunità, senza alcuna sovrapposizione con le denominazioni d'origine vigenti.

Tale strumento è stato adottato in più di 400 Comuni italiani e fra questi alcuni a noi vicini come la città di Gubbio che si è recentemente dotata di un apposito regolamento. Ritenuto necessario che il nostro Comune debba adottare delle strategie atte a favorire una piena, pianificata e organica opera di valorizzazione, tutela,  produzione e commercializzazione delle produzioni tipiche locali abbiamo ritenuto utile richiedere alla Giunta di impegnarsi ad istituire la denominazione DE.CO per tramite della predisposizione e approvazione di un apposito Regolamento per tutti quei prodotti agro-alimentari per i quali si   ritenga utile tale segnalazione. Inoltre abbiamo richiesto di  coinvolgere nell’iniziativa i produttori, i distributori locali, le associazioni e le pro-loco che a vario titolo vogliano promuovere l’iniziativa anche con riferimento alla programmazione delle cosiddette “sagre”. Infine chiediamo di realizzare un apposito concorso di idee per individuare un logo che esprima graficamente, e in forma efficace, i contenuti promozionali per la tutela e valorizzazione dei prodotti agroalimentari della tradizione tifernate.

Redazione
© Riproduzione riservata
07/11/2019 08:47:10


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, 4 decessi e 55 guarigioni >>>

Città di Castello: domani riapre al pubblico l'ufficio della polizia municipale >>>

Dopo 70 giorni si chiude la brutta pagina del Covid-19 per un cittadino di Sansepolcro >>>

L’analisi e le proposte di Legambiente Umbria per un’economia circolare dei rifiuti >>>

Il 2 giugno il centrodestra scende nelle piazze per manifestare il dissenso contro il governo >>>

Tiziana Nisini ed Elena Vizzotto (Lega): "Una mascherina contro la violenza" >>>

Coronavirus in Toscana: ci sono 12 nuovi casi, 6 decessi e 95 guarigioni >>>

Citta’ di Castello: nessun nuovo malato e nessun nuovo guarito >>>

Subentro del Comune di San Giustino nell’anagrafe nazionale della popolazione residente >>>

Toyota Material Handling Italia supporta la Protezione Civile di Città di Castello >>>