Notizie Locali Attualità

Dopo la neve ecco le voragini: SOS in E45

Numerose sono state le segnalazioni lungo il tratto da Sansepolcro a Sarsina

Print Friendly and PDF

Quelle che restano ora sono le buche, con numerose segnalazioni giunte direttamente agli agenti della Polizia Stradale delle sezioni di Città di Castello e Bagno di Romagna. La E45 come una groviera dopo le abbondanti nevicate della notte scorsa. Un passo indietro: grazie al tempestivo intervento dei mezzi spalaneve e spargisale non vi sono stati grossi disagi, seppure l’arteria è rimasta chiusa dalle 23 di mercoledì fino alle prime luci dell’alba di ieri mattina. Tutto ciò a seguito anche del forte vento che soffiava lungo i viadotti tra gli svincoli di Pieve Santo Stefano e l’Alto Savio provocando degli accumuli. E45, quindi, chiusa per diverse ore in direzione nord da Sansepolcro con i veicoli che sono stati fatti uscire. Ieri mattina, invece, il problema maggiore era il fondo ghiacciato seppure la situazione è tornata alla normalità con il passare delle ore. Quello che preoccupa di più, però, è il fondo stradale decisamente compromesso: numerose sono state le buche segnalate lungo tutto il tratto appenninico dell’arteria, alcune delle quali si sono accentuate dopo il passaggio – comunque inevitabile – dei mezzi spalaneve. Non meglio la situazione anche nei chilometri che si avvicinano più al casello di Cesena Nord dove Anas, ente gestore, ha previsto su alcuni tratti pure il limite di 50 chilometri orari. Crateri segnalati agli organi competenti, ma che comunque – almeno questo è quello che emerge – non avrebbero procurato grossi danni agli automezzi. “Anas, nell’immediato, si è attivata per il ripristino, compatibilmente con l’evoluzione delle condizioni meteorologiche; per consentire l’esecuzione di tali interventi sono necessarie limitazioni al transito, attraverso l’installazione di cantieri mobili che implicano restringimenti della carreggiata”, queste le poche righe inviate dall’ufficio stampa di Anas.

Redazione
© Riproduzione riservata
23/02/2018 11:20:30


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

1 commento alla notizia

sanborgo
ha commentato il
24/02/2018 08:30:25

E' una vergogna totale questa strada e vergogna e si dovrebbero vergognare anche coloro che la gestiscono in primis ANAS. Ma come faranno nei paesi del nord Europa ? sono fortunati che hanno un altro tipo di neve e ghiaccio o quando costruiscono le strade non rubano o rubano meno.? a voi la domanda ma che di sicuro avrà una sola risposta.I lavori non si fanno solo al ribasso,non ci sono subappalti vergognosi,c'è un controllo sui lavori immediati e in corso d'opera e non si ruba ecco la risposta. VERGOGNA
Archivio Attualità

Inaugurata a Citerna la nuova area verde della scuola Colleverde >>>

Tiberina 3Bis, i sindaci dal Puleto: "Dopo tre anni siamo al punto di prima" >>>

Un pievano a New York: Dante Donati chiamato ad insegnare alla Columbia University >>>

Quartiere Porta Sant’Andrea di Arezzo: attribuite le cariche sociali >>>

Pesante calo delle nascite in Umbria >>>

Avviata la petizione per la stazione ferroviaria AV Medio Etruria vicino alla Città di Arezzo >>>

All’istituto Margaritone di Arezzo attivato il nuovo corso “Tech-Oro” >>>

Attivato il piano per l'emergenza neve da parte del 118 Aretino >>>

Nevica in Valtiberina, strade bianche ma mezzi al lavoro >>>

La Via Crucis dei Cammini di Francesco: da Sansepolcro all’Eremo di Montecasale >>>