Amore Vita Di Coppia

La scienza rivela l’identikit del probabile traditore

La tua storia sarà di lunga durata o avrà vita breve?

Print Friendly and PDF

E’ la domanda che ci si fa sempre (o quasi) quando nasce un amorequanto durerà? La scienza ora ci dà una mano a capire se un rapporto appena nato ha in sé la forza per resistere al tempo e alle tentazioni, o se il sentimento appena sbocciato è rivolto a un partner che ha in sé le caratteristiche del potenziale traditore. Insomma, è possibile intuire la futura infedeltà grazie ad alcuni segni premonitori ed eventualmente correre ai ripari.

Uno studio della Florida State University, pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology, ha analizzato i casi di 233 coppie appena sposate, seguendole per tre anni e mezzo alla ricerca di caratteristiche psicologiche che possono servire ad evitare l'infedeltà. Proprio il tradimento è infatti una delle cause più frequenti di rottura di una relazione. In questo modo gli studiosi hanno tracciato un vero e proprio identikit della persona infedele.

La ricerca ha riservato alcune sorprese, la prima delle quali è che il partner fedifrago di solito non è insoddisfatto della propria relazione dal punto di vista sessuale, anche se è complessivamente poco felice in coppia. L'infedeltà è infatti più probabile nei soggetti che sono più appagati dal punto di vista sessuale, e ciò suggerisce che in loro possa esserci un atteggiamento più positivo nei confronti del sesso in generale e un desiderio di cercarlo indipendentemente dall'andamento della relazione principale.

Un altro fattore di rilievo è un fatto del tutto estetico: le donne meno attraenti hanno più probabilità di tradire, mentre, tra gli uomini, hanno una maggiore possibilità di cedere alle tentazioni quelli con partner meno attraenti.

Gli studiosi hanno inoltre focalizzato l'attenzione su due processi psicologi condivisi da tutti a vari livelli: il primo, l’”Attentional Disengagement” è la capacità di allontanare la propria attenzione da una persona considerata attraente, il secondo, denominato “Evaluative Devaluation”, è la tendenza a ridimensionare mentalmente l'attrazione verso un'altra persona. Agli sposi sono state mostrate alcune fotografie: chi distoglieva la sua attenzione più velocemente della media (si tratta di piccolissimi intervalli, nell’ordine di poche centinaia di millisecondi) aveva quasi il 50% meno probabilità di avere rapporti sessuali al di fuori del matrimonio. Meno propensi a tradire erano pure coloro che tendevano a dare meno peso all’aspetto estetico di una persona.

Un’altra indagine, realizzata dal sito Incontri-ExtraConiugali.com riservato a chi cerca un'avventura al di fuori della coppia, rivela invece alcune curiose differenze tra i due sessi: il 92% delle donne dichiara di preferire fare 100 volte l'amore con lo stesso amante piuttosto che una volta con 100 amanti diversi. Per gli uomini, invece, la percentuale è meno significativa: il 52% di loro esprime questa preferenza, mentre 48 uomini su 100 preferiscono fare l'amore una sola volta ma con 100 donne diverse.

Tgcom
© Riproduzione riservata
15/02/2018 10:21:27


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Vita Di Coppia

Giochi e trasgressioni: qualcuno non può farne a meno, perché? >>>

Le donne che dormono di più hanno una vita sessuale migliore >>>

Il litigio in coppia: elisir di lunga vita >>>

Gli errori nella vita di coppia >>>

Come capire se a lui è piaciuto fare l'amore non è certo un'impresa facile >>>

Tra bugie, dolore e perdono >>>

Rapporti intimi dolorosi: da cosa dipendono e cosa fare >>>

Come capire se lui sa baciare? >>>

Coppia: perché ci sentiamo più attratte da un uomo già impegnato >>>

Ti ha chiesto una pausa di riflessione? Ecco quel che devi sapere >>>