Sport Nazionale Ciclismo (Nazionale)

Froome shock: alla Vuelta salbutamolo oltre il limite. Sky: "Spiegheremo tutto"

Sky: "È un comune farmaco antiasmatico per cui non è necessario nemmeno il Tue e che Froome assume da tempo"

Print Friendly and PDF

Il ciclista britannico Chris Froome, quattro volte trionfatore al Tour de France e recente vincitore della Vuelta in Spagna, è stato trovato positivo al salbutamolo (un broncodilatatore) durante un controllo antidoping effettuato proprio nella corsa a tappe spagnola, il 7 settembre, al termine della 18ª tappa da Suances a Santo Toribio de Liebana. Lo comunica la Federazione ciclistica internazionale, aggiungendo che le controanalisi sono già state effettuate, e hanno confermato la positività del primo campione. L'Uci comunica di non avere provveduto alla sospensione provvisoria del corridore, in ragione della natura della sostanza incriminata, un farmaco antiasmatico che Froome assume da tempo. La concentrazione di salbutamolo nelle urine del capitano del Team Sky, però, è superiore alla soglia massima consentita di 1000 nanogrammi/millilitro. Un caso simile a quelli di Alessandro Petacchi e Diego Ulissi, che per lo stesso motivo furono squalificati per un anno e per nove mesi rispettivamente. Se anche a Froome toccasse la stessa sorte, tra l'altro, Vincenzo Nibali potrebbe vincere a tavolino la sua seconda Vuelta, dato che fu proprio il siciliano a contendere al britannico la maglia rossa fino all'ultimo giorno, salendo sul secondo gradino del podio a Madrid.
 

TEAM SKY — "Chris soffre d'asma sin dall'infanzia - scrive in una nota il Team Sky - e usa un farmaco molto comune, il salbutamolo, per prevenire e curare i sintomi dell'asma da sforzo. Si tratta di un farmaco permesso dalle regole della Wada, per il quale non è necessario nemmeno il TUE (esenzione per uso terapeutico, ndr) a patto che non si inalino più di 1600 microgrammi ogni 24 ore e più di 800 ogni 12. I sintomi dell'asma nell'ultima settimana della Vuelta si sono intensificati - prosegue il comunicato - e su suggerimento del medico Froome ha aumentato il dosaggio di salbutamolo, pur rimanendo nei limiti". Come detto, tuttavia, la concentrazione di salbutamolo nelle urine di Froome il 7 settembre, era superiore al consentito: 2000 ng/ml, il doppio esatto della soglia massima permessa (Ulissi ne aveva 1900, ndr). A cosa può essere dovuta una presenza così massiccia della sostanza, se - come Sky sostiene - non sono stati assunti dosaggi superiori alle regole Wada? "Molteplici fattori possono condizionare il risultato dei test - scrive il Team Sky - come ad esempio l'interazione del salbutamolo con alcuni cibi o con altri medicinali, la disidratazione, e il tempo trascorso tra l'assunzione e l'esecuzione dei test antidoping".


FROOME E BRAILSFORD — "È noto che io soffro d'asma, e conosco perfettamente quali sono le regole - le parole di Chris Froome -. Su consiglio del medico ho incrementato i dosaggi di salbutamolo, ma sempre prestando grande attenzione a non superare i limiti. Prendo molto sul serio la posizione di leadership che occupo nel mio sport. L'Uci ha ragione a esaminare i risultati dei test e insieme alla squadra fornirò tutte le informazioni necessarie", conclude. Poi, attraverso Twitter, il corridore britannico ha ringraziato i suoi tifosi: "Grazie per tutti i messaggi di supporto. Sono fiducioso che arriveremo fino in fondo. Purtroppo non posso aggiungere ulteriori dettagli fino a quando non si chiuderà l'indagine". "Siamo impegnati a circostanziare i fatti e capire esattamente cosa possa essere successo - fa sapere il grande capo del Team Sky, Dave Brailsford - ho estrema fiducia nel fatto che Chris abbia seguito le indicazioni mediche corrette nella gestione dei suoi sintomi di asma, restando nei limiti consentiti della sostanza. Naturalmente faremo tutto ciò che possiamo per fornire le risposte necessarie". (Gazzetta)

Redazione
© Riproduzione riservata
13/12/2017 18:09:04


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Ciclismo (Nazionale)

Gianmarco Garofoli nuovo campione italiano Juniores >>>

Ciclismo, doping nel team di dilettanti: arrestati dirigenti di una delle maggiori squadre >>>

La Rocca di Assisi in "rosa" per il Giro d'Italia >>>

Ciclismo, Nibali: "Tour 2018, ci sarò. Il percorso è molto vario: mi piace" >>>

Froome shock: alla Vuelta salbutamolo oltre il limite. Sky: "Spiegheremo tutto" >>>