Notizie Locali Cronaca

E' morta Suor Margherita, per 73 anni a Sansepolcro nel monastero delle clarisse

Ieri la cerimonia funebre: "Figura dolce, silenziosa e riservata", così la ricordano

Print Friendly and PDF

Ha trascorso a Sansepolcro ben 73 dei suoi quasi 87 anni, nell’unica realtà monastica rimasta in città: quella delle clarisse. Ma ora Suor Margherita non c’è più: la malattia della quale soffriva da tempo non le ha dato scampo, dopo che negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano ulteriormente aggravate. E il Borgo, che la conosceva molto bene, è in lutto per l’affetto che nutriva nei suoi confronti. Al secolo Angiolina Lollo e originaria di Motta Montecorvino, in provincia di Foggia, era arrivata nel 1950 assieme ad altre compaesane per seguire l’esempio di spiritualità di Santa Chiara d’Assisi e il nome da religiosa le era stato imposto dall’ordine di appartenenza. Una vita intera, di fatto, trascorsa a Sansepolcro nel monastero di clausura e all’insegna della preghiera e dell’ascolto verso chi, nei momenti di difficoltà, si rivolgeva alle clarisse per una parola di conforto. Peraltro, era proprio Suor Margherita ad assistere le monache malate, ad accudirle e ad accompagnarle in ospedale qualora si fosse reso necessario il ricovero. Fra le attività che si svolgevano nel monastero, c’era un tempo la produzione del cartoni per le fette biscottate Buitoni, ma qui si stampavano anche le ostie da consacrare e soprattutto si rammendavano stoffe preziose e raffinate che la gente affidava alle clarisse. Suor Margherita era stata nominata quale vice dell’attuale priora, suor Marisa Melodia. Un ricordo speciale arriva da parte di monsignor Giancarlo Rapaccini, parroco della concattedrale e di Laura Chieli, insegnante elementare e consigliere comunale: “Suor Margherita era una figura dolcissima, umile, silenziosa e riservata. La classica immagine della clarissa contemplativa con la luce negli occhi, che trasmetteva serenità. Era anche una persona molto elegante nei modi, propensa alla ricerca dell’armonia e sempre disposta all’ascolto, come è nelle prerogative di questo ordine; dalla sua bocca usciva sempre un messaggio di speranza verso chi in quel momento aveva particolarmente bisogno”. Nel pomeriggio di ieri, l’ultimo saluto nella chiesa del monastero di Santa Chiara, alla presenza anche dei parenti venuti dalla Puglia, con la successiva veglia serale. Poi, il feretro ripartirà per il cimitero di Montecorvino, dove Suor Margherita riposerà per sempre nella cappella di famiglia. Il monastero biturgense è ora orfano di lei e con tre suore rimaste, due delle quali non più giovani a livello di età; si pone quindi l’esigenza di garantire un ricambio con l’invio possibilmente di novizie. Per il momento, un grazie di cuore e un bacio affettuoso a Suor Margherita, la giovane venuta dalla Puglia che aveva trovato in Sansepolcro la sua nuova patria. 

La Nazione Arezzo
© Riproduzione riservata
23/09/2023 08:52:07


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

Autoarticolato in fiamme nel tratto aretino dell'A1: nessuna persona coinvolta >>>

Sansepolcro, weekend movimentato: ladri in azione 8 volte, in 5 vanno a vuoto >>>

Sempre grave, ma non in pericolo, il bambino ferito in piscina ad Arezzo >>>

Città di Castello, il cordoglio dell'amministrazione per la scomparsa del dottor Paolo Biagini >>>

Perde il controllo dell'auto e finisce fuori strada a Promano di Città di Castello >>>

Arezzo, cade in moto in via Emilia: ferito un 47enne >>>

Sposo rapito da sette persone armate ad Arezzo: ma era solo uno scherzo >>>

Morto a 64 anni l'artista aretino Luigi Agnelli >>>

Raffica di furti a Monte San Savino >>>

Controllo straordinario del territorio in Arezzo: Due persone denunciate e cinque segnalate >>>