Notizie Locali Sanità

Arezzo, due giornate dedicate alla prevenzione di melanoma e tumori della cute

Giovedì 21 e venerdì 22 settembre visite gratuite del “Progetto Melanoma”

Print Friendly and PDF

Due giornate dedicate alla prevenzione del melanoma e dei tumori della cute. Giovedì 21 e venerdì 22 settembre, gli studi medici adiacenti alla Farmacia Comunale n.8 “Ceciliano” torneranno a ospitare il “Progetto Melanoma ANT” che prevede quarantotto visite dermatologiche gratuite per il controllo dei nei finalizzate alla diagnosi tempestiva di lesioni sospette o neoplastiche, ma anche alla sensibilizzazione dei cittadini sull’importanza della prevenzione primaria.

La volontà è di combattere un tumore caratterizzato da un’incidenza particolarmente elevata che registra in Italia 7.000 nuovi casi all’anno e 1.500 decessi, con la fascia d’età maggiormente a rischio che si colloca tra i 50 e i 60 anni. L’insorgenza della diagnosi è prevalentemente intorno ai 57 anni con il decesso a 67 anni, ma nel 20% dei casi sono coinvolti anche soggetti più giovani tra i 15 e i 39 anni. La patologia può avere origine nella cute (in molti casi nasce su un nevo preesistente), nelle mucose e nell’occhio, con un rischio d’insorgenza legato a fattori genetici (parenti affetti da melanoma), fattori fenotipici (pelle chiara e con molti nevi) e fattori ambientali (esposizione incongrua ai raggi ultravioletti naturali e artificiali). Questa tipologia di cancro è particolarmente aggressiva ma può essere guarita se diagnosticata preventivamente, con le visite proposte da ANT in sinergia con le Farmacie Comunali di Arezzo che puntano proprio a questo obiettivo, per valutare e individuare in tempo eventuali fattori di rischio. In parallelo, nel corso delle due giornate, alla farmacia “Ceciliano” verrà svolta anche una specifica campagna per informare sulla prevenzione primaria che tende a ridurre l’incidenza del tumore rimuovendo le cause che ne provocano la comparsa e che viene attuata soprattutto attraverso misure atte a evitare l’incongrua esposizione ai raggi ultravioletti (compreso l’uso di lampade abbronzanti).

Questa iniziativa rinnova l’impegno della Fondazione ANT che ad Arezzo ha sede in via Pietro Lorenzetti 21 e che, dal lontano 2004, affianca il proprio servizio gratuito di assistenza medica domiciliare ai malati di tumore all’attività di prevenzione oncologica gratuita, con la volontà di fornire l’opportunità di effettuare controlli anche a persone in difficoltà economiche e sociali. Le visite del 21 e 22 settembre sono riservate a cittadini di Arezzo e provincia; per accedere ai controlli è obbligatoria la prenotazione on-line fino ad esaurimento posti aperta da giovedì 14 settembre al link https://ant.it/cosa-facciamo/prevenzione/registrazione-visite/.

Redazione
© Riproduzione riservata
14/09/2023 11:03:19


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Riabilitazione: da 25 anni la CRT del Valdarno al servizio della comunità della ASL Toscana Sud Est >>>

Valtiberina, lunedì 15 luglio punto informativo dell’Asl Tse per il servizio Pronto Badante >>>

All'ospedale San Donato di Arezzo aperto un ambulatorio vaccinale per i più fragili >>>

Ondata di caldo anomalo, i consigli per evitare comportamenti a rischio >>>

Valdarno, al via l’allestimento cantiere per le case di comunità e per l’ospedale di comunità >>>

Sara Casalini è la nuova direttrice dell’UOC Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale del Valdarno >>>

La Asl Toscana Sud Est vince il primo premio Protagoniste in Sanità 2024 >>>

Valtiberina, assistente familiare per persone non autosufficienti: come accedere ai contributi >>>

Prevenzione oncologica, i dati del 2023 raccontano una Toscana virtuosa >>>

Ricostruzione della vescica dopo l’asportazione: un corso all'urologia di Arezzo >>>