Notizie Locali Sanità

Ospedale del Valdarno, partito il progetto di Risonanza Magnetica (RM) Diffusion Whole Body

Una tecnica innovativa che consente di studiare l'intero corpo senza radiazioni ionizzanti

Print Friendly and PDF

Importante novità presso la Radiologia dell’Ospedale Santa Maria alla Gruccia in Valdarno diretta dalla dott.ssa Claudia Nocentini, è ora possibile infatti effettuare la risonanza Magnetica (RM) Diffusion Whole Body, una tecnica innovativa di risonanza magnetica che consente di studiare l'intero corpo senza radiazioni ionizzanti e senza mezzo di contrasto.

“Vista l’assenza di radiazioni e l’elevata accuratezza diagnostica e sensibilità– commenta il dottor Enrico Saloni Direttore Dipartimento diagnostica per immagini-  intorno al 90%, secondo i dati della letteratura, la RM Diffusion Whole Body è indicata nelle linee guida internazionali nei pazienti oncologici e in alcuni soggetti con predisposizione genetica a sviluppare tumori”.

Nei pazienti oncologici, la RM Total Body è  utilizzata in alcuni tumori (mieloma multiplo, tumore prostatico, linfomi, tumore della mammella) mentre nei pazienti asintomatici può essere eseguita in casi particolari su richiesta specialistica in aggiunta agli screening standard (ricerca del sangue occulto nelle feci, psa per gli uomini, mammografia e pap-test per le donne).

Presso la radiologia del Valdarno, la metodica è stata implementata dal Dott. Christian Fraldi, medico radiologo, supportato dallo Specialista Tecnico di Radiologia Dott. Matteo Masini ed è condotta sulla base delle linee guida sperimentate dal Dott. Giuseppe Petralia, Direttore Unità di Imaging di Precisione e di Ricerca, dell'Istituto Europeo di Oncologia, esperto e referente nazionale per questa diagnostica.

Dettagli dell’esame:

Il nome di questa tecnica (Diffusion) fa riferimento ad un’applicazione della RM sensibile alla diffusione delle molecole di acqua. Nei tumori, la diffusione delle molecole d’acqua è inferiore perchè la densità delle cellule tumorali è maggiore. La Diffusion Whole Body rileva il movimento delle molecole d’acqua che, quando sono addensate in un tessuto tumorale, brillano, quindi è più facile identificarne la natura.

La Diffusion Whole-body fornisce delle informazioni morfologiche cioè sull’aspetto degli organi e tessuti, e permette di studiare i processi fisiologici e funzionali degli organi e delle cellule del nostro corpo.

Il fatto che questo esame non esponga a radiazioni e non necessiti di mezzo di contrasto apre nuove prospettive nello studio e nella prevenzione di molti tumori, perché per la prima volta è disponibile un esame completo, affidabile e semplice dell’intero corpo umano senza rischi di alcun genere.

Redazione
© Riproduzione riservata
06/06/2023 09:53:29


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Sanità

Nuovo Poliambulatorio dell’Asl Toscana sud est a Rigutino >>>

Ospedale San Donato, il lavoro di squadra salva una bambina di 10 mesi >>>

Proseguono gli appuntamenti del progetto “Cantiere per i giovani" promosso da Asl 1 Umbria >>>

Salto di qualità per l’Urologia dell'ospedale Santa Maria alla Gruccia >>>

Come proteggere gli animali dal caldo ed evitare colpi di calore: i consigli dell’Asl Tse >>>

Viaggiare sì, ma in sicurezza: i consigli dell’Asl Tse per la prevenzione delle malattie infettive >>>

Riabilitazione: da 25 anni la CRT del Valdarno al servizio della comunità della ASL Toscana Sud Est >>>

Valtiberina, lunedì 15 luglio punto informativo dell’Asl Tse per il servizio Pronto Badante >>>

All'ospedale San Donato di Arezzo aperto un ambulatorio vaccinale per i più fragili >>>

Ondata di caldo anomalo, i consigli per evitare comportamenti a rischio >>>