Notizie Nazionali Economia

Superbonus, per lo Stato incassi per il 30% dell’extragettito

“Ultima opportunità per evitare danni a famiglie e imprese”

Print Friendly and PDF

“Questa è l'ultima opportunità che abbiamo per sbloccare realmente il meccanismo della cessione del credito che sta paralizzando gli interventi di Superbonus già avviati ed è fonte di grandi disagi per le famiglie e le imprese”. Lo dichiara la presidente dell'Ance, l’associazione nazionale costruttori edili, Federica Brancaccio, in vista del Consiglio dei ministri nel quale sarà esaminato il nuovo dl aiuti bis. L’associazione nazionale dei costruttori in un rapporto stilato in vista del dl Aiuti sottolinea come il settore delle costruzioni abbia contribuito per il 30% dell’extragettito fiscale nel primo semestre del 2022 con un beneficio per le casse statali stimato a 4,2 miliardi di euro.  Spero che il governo intervenga "tempestivamente per evitare il fallimento di migliaia di imprese che hanno immagazzinato i crediti ma che ora non riescono più a monetizzarli", afferma Brancaccio, spiegando che “occorre modificare il meccanismo della responsabilità solidale che di fatto impedisce a nuovi acquirenti di accedere al credito". "Le frodi non si combattono facendo fallire le imprese e mettendo in difficoltà le famiglie" sostiene Brancaccio, ricordando che "come Ance siamo stati i primi a segnalare, mesi fa, i vuoti nella normativa di alcuni bonus edilizi a causa dei quali sono scaturite la gran parte delle frodi ai danni dello Stato, il Superbonus peraltro non è tra questi. Ma con il recente decreto antifrode questi errori sono stati corretti e non c'è ragione ora per mantenere l'estensione del principio della responsabilità solidale anche ai successivi acquirenti bloccando di fatto il meccanismo della cessione del credito". Secondo la presidente dell'Ance, inoltre, "occorre ampliare la capacità di acquisto da parte degli istituti di credito che hanno in pancia grandi liquidità mentre le imprese sono in sofferenza". "I dati dell'occupazione e della crescita del Pil - conclude - dimostrano che il Superbonus seppur con alcuni limiti e miglioramenti da apportare è stata e rimane una grande misura di crescita per il Paese. Invito quindi a non farne oggetto di scontro politico e a lavorare tutti per creare un sistema efficiente e virtuoso a vantaggio dell'intera collettività".

Notizia e foto tratte da La Stampa
© Riproduzione riservata
04/08/2022 14:11:49


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Economia

Gas, via libera alle bollette mensili: più facile "spalmare" la spesa >>>

Bonus 200 euro ai lavoratori autonomi, da lunedì via alle domande >>>

Contratti a termine, più frequenti ma più brevi: solo uno su 100 supera l’anno >>>

Pane, i rincari non si fermano più: ecco perché i prezzi sono alle stelle >>>

Benzina, al self scende sotto 1,7 euro: ai minimi da un anno >>>

Orlando,smart working fragili-genitori under 14 fino 31 dicembre >>>

Lavastoviglie e lavatrice accese insieme e il contatore si blocca: piano Ue per tagliare i consumi >>>

Assegno unico, Inps: oltre 6 miliardi erogati nei primi cinque mesi >>>

Bollette a 28 giorni, la Cassazione chiude e dice no >>>

Rincari di luce e gas, l’allarme di Coldiretti: “Colazione amara" >>>