Notizie Locali Comunicati

Arezzo, la Polizia al centro commerciale “Setteponti” contro la violenza sulle donne

Oltre 400 sono stati i contatti con cittadini e cittadine di ogni età

Print Friendly and PDF

Nella mattinata odierna, come preannunciato, nell’ambito delle iniziative sollecitate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza sul tema della violenza di genere, la Questura di Arezzo ha organizzato un evento mirato presso il centro Commerciale di viale Amendola finalizzato ad avvicinare la comunità e diffondere messaggi informativi in ordine all’odioso fenomeno.

Oltre allo stand ove erano presenti qualificati operatori della Polizia di Stato appartenenti agli uffici specializzati della Questura, accompagnati da figure esperte delle rete provinciale antiviolenza, ha suscitato forti emozioni e costituito un significativo richiamo ai valori di solidarietà e di sollevamento delle coscienze sul tema in questione la “Panchina colorata di rosso”, divenuta simbolo e “monumento” per le  numerose vittime  di questa tipologia di oppressione, troppo spesso caratterizzata da violenza fisica, nei confronti del sesso femminile.

L’equipe di operatori ha raccolto ampio consenso e destato grande interesse. Oltre 400 sono stati i contatti con cittadini e cittadine di ogni età, ai quali è stato consegnato un opuscolo informativo appositamente creato sul quale gli stessi poliziotti si sono intrattenuti per approfondimenti, chiarimenti e suggerimenti.

Il presidio informativo è stato visitato anche dal Prefetto di Arezzo Maddalena De Luca e Dal Questore Dario Sallustio che, nella circostanza, ha inteso sottolineare come “l’iniziativa, unitamente ad altre che si ripeteranno nel futuro, si pone come importante momento di approccio diretto al fenomeno nel contesto della strategia di rete finalizzata a contrastare in modo efficace la violenza di genere. L’obiettivo primario di tutti gli attori coinvolti in questa opera di prevenzione e contrasto è senz’altro quello di informare ed incoraggiare tutte le donne affinché, utilizzando qualsiasi via o strumento, riescano a far emergere situazioni di violenza di cui rimangono vittime. Alle donne vittime di violenza dico: la Polizia di Stato c’è, gli strumenti normativi e di prevenzione esistono e sono efficaci, non abbiate paura, non siete sole”.

Redazione
© Riproduzione riservata
25/11/2021 19:09:05


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Inaugurata ad Umbertide la passerella sul torrente Reggia >>>

Coronavirus in Toscana: 477 nuovi casi con età media di 40 anni >>>

Città di Castello, insediate le commissioni “Programmazione economica” e “Controllo e garanzia” >>>

Centri vaccinali e ospedale di Città di Castello: urgente un confronto con Regione e Usl Umbria >>>

Bracciali Pd: “Coingas faccia una proposta per un nuovo Presidente Estra” >>>

La presidente della Provincia di Arezzo Chiassai replica al centro sinistra >>>

Città di Castello, martedì 30 novembre chiuse le scale mobile >>>

Decadenza Macrì, meglio tardi che mai >>>

Arezzo, la Polizia al centro commerciale “Setteponti” contro la violenza sulle donne >>>

Accoglienza invernale per i senza tetto: Arezzo si conferma città sicura >>>