Notizie Locali Comunicati

Sanità, infrastrutture, agricoltura: alcuni dei punti del candidato Mirco Meozzi

L'avvocato anghiarese appoggia la candidatura di Tommaso Fattori con la lista "Toscana a Sinistra"

Print Friendly and PDF

L’ argomento Agricoltura ci porta a formulare la seguente domanda “al candidato consigliere”

– Per quanto attiene il sistema agricolo, in modo particolare quello della Valtiberina, occorre trovare, con urgenza, alternative alle colture intensive e all’uso di fitofarmaci. Cosa dice a tal proposito?

-“E’ opportuno a tal proposito –  è la risposta di Meozzi  – che la Regione si faccia tramite con le istituzioni Europee, al fine di captare i fondi europei necessari per la riconversione delle colture e le necessarie incentivazioni alle aziende agricole del territorio”.

Sui  Trasporti e le condizioni delle Infrastrutture

A questo punto formuliamo domande che non possono che riguardare l’insicurezza per caduta di cemento in galleria e sulle condizioni della E-78 a cui segue l’articolata  risposta del candidato:

“- Sulle infrastrutture della Valtiberina  risulta inaccettabile  che nel 2020 si rischi la vita per distacco di pezzi di cemento da una galleria di una superstrada o per crollo di viadotti resi insicuri dall’assenza della necessaria manutenzione. Una strada che ha l’ambizione di collegare il nord con il sud d’Italia, non può più trovarsi in queste pessime condizioni. Per non parlare delle annose attese relative alla E78, che vede questa fondamentale infrastruttura ancora lontana dalla sua realizzazione”.

-A questo punto non possiamo che domandargli:  ‘Ma la politica cosa fa?’

-“Siamo davanti ad un chiaro esempio di carenza di volontà politica –  è la risposta – tanto che le regioni Umbria e Marche in pochi anni sono riuscite a collegarsi attraverso la realizzazione, in fase di completamento, della Perugia – Ancona, che sarà un vero e proprio volano di sviluppo per i territori e le imprese che insistono sugli stessi. Ciò potrebbe peraltro creare un’alternativa ai nostri territori con ulteriore danno alle nostre attività economiche ed imprenditoriali. Questo non possiamo assolutamente permetterlo per il bene della Valtiberina Toscana e della Provincia di Arezzo!

– Avv.Meozzi, come giudica i trasporti e gli altri servizi?

-“”Anche i trasporti come gli altri servizi, sono stati privatizzati dalla Regione Toscana con la conseguenza di aumentare i prezzi dei biglietti a cui è corrisposto un peggioramento considerevole del servizio e soprattutto della vita dei lavoratori pendolari, che purtroppo in Valtiberina risultano essere particolarmente numerosi. Ciò ha contribuito a determinare il fenomeno di spopolamento della nostra valle, dove i lavoratori che hanno visto venir meno la possibilità di spostarsi in maniera agevole, hanno preferito spostarsi definitivamente loro andando ad abitare nei paesi dove sono occupati. Per avere la riprova di ciò basta recarsi in un qualsiasi ufficio anagrafe e verificare i dati della popolazione dei nostri comuni negli ultimi anni. A questo per la Valtiberina si deve aggiungere  la chiusura del tratto ferroviario Sansepolcro/Perugia con ulteriore grave nocumento e danno sia ai lavoratori che ai tanti studenti che si recano all’Università di Perugia.  Inutile parlare poi dei collegamenti pressochè inesistenti tra la Valtiberina e la Provincia di Siena””.

-Ci dica il suo giudizio, chiediamo, sull’Unione dei Comuni e Consorzio di Bonifica.

-“” Per quanto attiene l’Unione dei Comuni si deve partire dal presupposto che la Legge Regionale, che ha di fatto abolito le Comunità Montane è stato un ulteriore atto di depotenziamento di rappresentanza e di autonomia dei territori.

-Perchè? Ce lo spieghi.

-L’attuale norma prevede, che la composizione della Giunta sia in capo ai Sindaci dei Comuni facenti parte dell’Unione. Ciò determina un forte depotenziamento, anche in questo caso, della rappresentanza dei singoli comuni, infatti,  i sindaci, già impegnati nel lavoro e nelle responsabilità che gli competono nei loro rispettivi comuni, restano di fatto impossibilitati  a gestire l’attività dell’ente sovracomunale, che nella migliore delle ipotesi rimane gestito dai tecnici e nella peggiore non viene gestito affatto. Urge una riforma legislativa a livello regionale, che mantenga in vita l’Unione dei Comuni e che la ripotenzi nel suo agire. Ecco perché la “battaglia” politica che dovremo svolgere in Regione sarà quella di non concedere i ruoli dell’Unione dei Comuni al Consorzio di Bonifica Alto Valdarno affinchè restino maggiori servizi possibili nelle mani del primo ente, come i servizi associati necessari e indispensabili per una zona montana come la nostra valle.

Argomento importantissimo, vitale: la Sanità e l’ Ospedale di Sansepolcro

Su questi argomenti, il candidato consigliere regionale E’ un: “ fiume in piena

- ” Anche in tema sanitario, la politica della nostra Regione è stata carente, di fatto con la creazione di ambiti aziendali vasti, e volta alla incentivazione e all’utilizzo delle strutture private più che di quelle pubbliche. In Valtiberina ci siamo purtroppo accorti ben prima del’arrivo del Covid 19 cosa significhi il depotenziamento delle strutture sanitarie e dei servizi pubblici. Confidiamo che le ingenti risorse promesse servano e vengano utilizzate per riscrivere completamente i servizi territoriali al cittadino, garantendo continuità assistenziale in loco ai nostri malati e ai nostri anziani, il servizio di pediatria, ciò non solo in conseguenza di continue battaglie portate avanti localmente, ma in virtù di riconoscimenti di legge. Per quanto attiene alla nostra valle, la “battaglia” è rivolta al mantenimento della struttura ospedaliera biturgense, non solo attraverso investimenti indirizzati all’ammodernamento della struttura e dei macchinari, ma soprattutto per quanto attiene il personale e l’organico che dovranno garantire il soddisfacimento dei bisogni primari dei pazienti. Il nostro personale sanitario va ringraziato sia per quanto fatto durante l’emergenza Covid 19, che per quanto svolto in questi anni a seguito dei tagli subiti per colpa di una gestione Regionale che è sempre stata distante dai bisogni del nostro territorio. In ultimo preme ricordare che l’Ospedale di Sansepolcro sa esprimere servizi di vera e propria eccellenza a tal proposito, si cita, tra i tanti, sia il servizio del centro trasfusionale (vera e propria eccellenza nazionale) che il reparto di chirurgia. In questo contesto voglio ricordare l’eccellenza dei volontari delle varie associazioni di Misericordia presenti in Valtiberina e della Croce Rossa di Sansepolcro, che sempre di più sanno esprimere un servizio di alto livello particolarmente apprezzato dalla nostra popolazione. Anche per loro si può e si deve fare di più!””

-In conclusione Avv.to Mirco Meozzi, la sua decisione e la sua raccomandazione

-“” A chiusura ci sarebbero tantissimi altri temi da trattare e che meritano di trovare un punto di riferimento in seno al Consiglio Regionale. Ho deciso di appoggiare la Candidatura di Tommaso Fattori, candidato alla Presidenza della Regione con la Lista “Toscana a Sinistra”, perché intende promuovere queste linee programmatiche, doverose nei confronti e a favore di tutta la nostra comunità. Mio compito, in caso di  elezione, sarà quello di portare la voce della mia terra, la Valtiberina e della Provincia di Arezzo nell’istituzione regionale””.

Redazione
© Riproduzione riservata
18/09/2020 08:41:28


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

Street Art e mura pulite, tutte le facce della riqualificazione a Sansepolcro >>>

Fratelli d'Italia Arezzo: “Screening di massa, iniziativa lodevole di Ghinelli” >>>

Sei nuovi positivi al Covid-19 a Città di Castello: il totale sale a 106 casi >>>

Niente è mai stato così chiaro: la Sanità deve essere pubblica! >>>

Podere Rota: “Uniti nel dire no a questo scempio: la Regione Toscana respinga il progetto” >>>

Dall'Europa ci dicono che Banca Etruria poteva essere salvata >>>

Ceccarelli (Pd): "Tagli nel bosco, burocrazia insostenibile per piccole imprese" >>>

Pacchi alimentari, Sansepolcro ne consegnano circa 250 a settimana >>>

Anghiari: “Nuova raccolta dell’umido e informazioni fantasma” >>>

PEBA in commissione a Città di Castello: attenzione alle barriere architettoniche >>>