Animali Cani & Gatti

Blu di russia

E' un gatto misterioso ma simpatico e molto equilibrato

Print Friendly and PDF

Il Blu di Russia è un gatto misterioso ma simpatico e molto equilibrato. Il suo compagno ideale è una persona dal carattere calmo ed equilibrato, che sappia ricambiare con pari intensità il suo affetto quasi morboso e che non conduca una vita troppo impegnata e stressante. Si adatterà e vivrà serenamente in una famiglia tranquilla senza bambini irrequieti o rumorosi, che altrimenti gli impedirebbero di oziare in modo pacifico.

ORIGINI
Le origini del Blu di Russia sono avvolte da un alone di mistero. Alcuni sostengono che la sua origine sia russa perché in quella nazione, tuttora, esistono degli esemplari che gli somigliano. Altri, invece, scartano l’ipotesi di tale provenienza e affermano che l’unica certezza è che era allevato in Inghilterra e che comparve nel 1900 in America. Il Blu di Russia è descritto per la prima volta da Frances Simpson in una pubblicazione del 1903. L’autrice racconta che uno di questi gatti giunse in Inghilterra nel 1860 a bordo di una nave mercantile inglese; alcuni marinai durante lo scalo nel porto russo di Arcangelo (sul Mar Bianco) ne prelevarono alcuni esemplari e li vendettero a buon prezzo agli inglesi, favorendo così la loro diffusione in tutta la Gran Bretagna. Il nome della razza ha, come le origini, una storia travagliata: in passato venne denominato Blu di Spagna, Maltese e Blu Arcangelo. Quest’ultimo nome, con tutta probabilità, deriva dal luogo da cui furono importati; l’attuale nome, Blu di Russia, è sicuramente più recente. Questo gatto è stato apprezzato per la tessitura e la colorazione del suo mantello, ma il riconoscimento ufficiale della razza non è stato semplice perché alle esposizioni era giudicato insieme con il British di colore blu, che per la sua corporatura più robusta era preferito alla più longilinea e flessuosa figura del Blu di Russia. Lo standard ufficiale della razza fu rivisto e rielaborato più volte e solo nel 1967 fu fondato in Inghilterra il primo Club dei Blu di Russia. In seguito la razza fu riconosciuta ufficialmente da tutte le associazioni feline.

CARATTERE
Il Blu di Russia ha un temperamento mite e tranquillo che gli consente di adattarsi con facilità alla vita domestica. Anche i maschi, infatti, a differenza dei gatti di altre razze, abbandonano raramente le mura domestiche persino durante il periodo degli amori. È un gatto dolce e amabile che solo all’occorrenza si dimostra coraggioso. Il Blu di Russia, anche se in genere molto quieto, è intelligente e sempre attento a ciò che lo circonda; è un ottimo cacciatore e dimostra questa predisposizione soprattutto nel gioco: guardingo, sa perlustrare minuziosamente il giardino e, con scatti improvvisi, avventarsi sulle sue “prede”; alterna sempre la caccia a lunghi momenti di pausa e di tranquillità. Inoltre accetta di buon grado di giocare. Convivere con lui è molto facile perché tende a instaurare con l’uomo un rapporto molto corretto, anzi sembra quasi che cerchi di compiacerlo; passa gran parte della giornata vicino al padrone, che riconosce e ama al di sopra di tutto e di tutti, osservandone ogni suo movimento, e non disdegna neppure di seguirlo a passeggio. Questo gatto miagola soprattutto per comunicare i suoi desideri e sentimenti al padrone e la sua voce delicata e pacata non lo rende un gatto noioso. Le femmine, generalmente, sono più chiacchierone, esclusive e gelose dei maschi.
La toelettatura
Il Blu di Russia ha un mantello corto, aderente al corpo e fitto come quello di una lontra. Per mantenerlo soffice e delicato al tatto, basterà accarezzarlo almeno una volta al giorno. Inoltre, secondo alcuni allevatori è opportuno, di tanto in tanto, fargli un bagno con della crusca. Durante il cambio di stagione il Blu di Russia perde molto pelo: è consigliabile pettinare dolcemente il mantello con un pettine di ferro. Soprattutto in estate è d’obbligo ripetere quest’operazione settimanalmente, per controllare che non ci siano pulci.

MORFOLOGIA
Il Blu di Russia assomiglia al Certosino, ma la sua struttura è più leggera, flessuosa e slanciata. Ha un corpo longilineo e solido, che lo rende grazioso sia per la linea sia per il portamento. La muscolatura è snella ed elastica e l’ossatura è fine (può sembrare robusta a causa del pelo denso). La testa è corta e cuneiforme, con i lati piatti. Il muso è di media lunghezza, la fronte è alta e piatta, il naso è dritto, il mento è forte e allineato con la punta del naso e la bocca è all’insù (sembra che il gatto sorrida). Le labbra e il tartufo sono color grigio scuro, i cuscinetti possono essere o grigi o rosa. Il collo è lungo e grazioso, ma può sembrare corto a causa del pelo folto. Le orecchie, aperte alla base e più strette alle estremità, hanno la forma di un triangolo arrotondato, sono grandi e lunghe, ben distanziate tra loro e piazzate agli angoli della testa; la loro pelle è trasparente e leggermente coperta di peli all’interno. Gli occhi sono grandi e ben distanziati, hanno una forma ovale leggermente inclinata e sono colore verde intenso. Nei cuccioli il colore degli occhi è giallo e verso i quattro mesi comincia a definirsi, diventando poi verde. Le zampe sono lunghe e sottili e sono sorrette da piedi piccoli e arrotondati. La coda, abbastanza larga alla base, è lunga e snella, si assottiglia all’estremità ed è dritta quando il gatto cammina. Il mantello è caratterizzato da pelo fine, setoso, corto, folto e leggermente diritto.

MANTELLO
Il Blu di Russia ha il colore del mantello di una tonalità particolare e originale. Il colore base del pelo è un blu intenso, che deve essere uniforme e preferibilmente di tonalità chiara. La particolarità, che lo distingue dal colore del Certosino, è il riflesso argentato sulla punta di ogni pelo, che dona al mantello un aspetto lucente e scintillante.

CURE
Il Blu di Russia non richiede cure particolari. Solo è bene ricordare che i cuccioli potranno affrontare senza problemi il cambio d’ambiente e di padrone solo dopo 70 giorni dalla nascita: devono quindi essere svezzati dalla madre dopo avere affrontato le prime vaccinazioni accanto a lei. Di questa razza è possibile possedere anche più di un esemplare, dal momento che sono gatti molto affettuosi, tolleranti e attenti fra di loro. Per la stessa ragione sono degli ottimi genitori. Il Blu di Russia è molto adatto alla vita d’appartamento in quanto preferisce la calma e la tranquillità, ma soprattutto perché, amando poco il freddo, nel periodo invernale passa volentieri ore interminabili davanti alla stufa o sul termosifone. È un gatto di buon appetito al quale è bene somministrare una dieta varia, a base di carne e pesce, ma che apprezza molto anche la cucina casalinga.

Notizia e Foto tratte da mysocialpe.it
© Riproduzione riservata
24/12/2019 06:49:33


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cani & Gatti

Il Don sphynx una gatto veramente particolare >>>

Maine Coon una delle razze di gatti più antiche nel Nord America >>>

Il Basenji è una delle razze di cani più antiche esistenti >>>

Il Balinese >>>

Azawakh >>>

Blu di russia >>>

Il Bouledogue Francese >>>

Il Maltese >>>

Lo Yorkshire Terrier >>>

Il Savannah, un gatto veramente particolare >>>