Notizie Locali Cronaca

Presunte molestie sessuali all'ospedale San Donato di Arezzo

Due donne sarebbero state molestate da un operatore sanitario

Print Friendly and PDF

Un brutto episodio sarebbe accaduto presso l'ospedale San Donato di Arezzo, dove, a quanto scrive l'associazione Collettivae, due donne sarebbero state molestate sessualmente. Questo il testo integrale della denuncia:

Vi segnaliamo un serio episodio avvenuto all’Ospedale San Donato di Arezzo, riferitoci da una donna che ci ha contattato. La donna si è recata al Punto Prelievi ed ha subito pesanti molestie da un Infermiere.

L’uomo ha toccato la donna nelle parti intime, proferendo commenti riferiti alla sua fisicità e rivolgendole domande relative alla sfera privata e intima, oltreché pesanti avances. Ha inoltre dichiarato alla stessa di essere coniugato.

La donna non è riuscita ad identificare l’uomo, avendo desiderato solo allontanarsi il più velocemente possibile al termine della procedura medica. Purtroppo la donna era sola all’interno del box e non ci sono testimoni diretti dell’accaduto, se non un’amica della donna stessa, che l’ha vista evidentemente scossa dopo la sua uscita dall’Ospedale.

Collettivae si è già attivata per chiedere provvedimenti e sanzioni disciplinari tramite opportuni canali.

In queste ore, un’altra donna ci ha riferito di aver subito la medesima esperienza, sempre stamattina e presumibilmente da parte dello stesso uomo.

Se anche voi avete subito molestie da quest’uomo, se vi riconoscete in questa storia e se vi sentite pronte ad esporvi, contattateci, anche in forma anonima. Vi assisteremo lungo l’iter, indicandovi le vie percorribili e supportandovi in ogni modo possibile. Poniamo fine all’istituzionalizzazione delle violenze, non possiamo più tollerare di sentirci violate, non sicure e non tutelate nemmeno da parte del nostro sistema sanitario.

NON UNA DONNA DI PIÙ DEVE SUBIRE QUESTO.

Associazione Collettivae

Sulla vicenda si registra anche la presa di posizione dell'Opi Arezzo, che con il suo presidente Giovanni Grasso ha dichiarato:

“Qualora fosse confermata la veridicità di quanto viene segnalato dall'associazione Collettivae e e se l'autore del gesto fosse un infermiere iscritto a Opi Arezzo, applicheremo la legge. In questi casi, infatti, il Consiglio Direttivo dell’Opi, d’ufficio o su segnalazione del prefetto o del procuratore della Repubblica, inizia e porta a termine i procedimenti disciplinari secondo le modalità dettate nel D.P.R. 221/1950 nei confronti dei sanitari che si rendano colpevoli di abusi o mancanze nell’esercizio della professione o, comunque, colpevoli di fatti disdicevoli al decoro professionale. Le sanzioni disciplinari che possono essere comminate sono la sospensione dall’esercizio della professione per la durata da uno a sei mesi e la radiazione dall’Albo. Rimaniamo in attesa dell'indagine interna alla Ausl Toscana Sudest, e della denuncia della persona lesa”.

Redazione
© Riproduzione riservata
06/12/2021 06:14:14


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Cronaca

L'attività 2021 della Polizia Locale di San Giustino: fondamentale la videosorveglianza >>>

Covid-19: guarigioni di nuovo superiori ai nuovi casi (1300 contro 1029) nell'Aretino >>>

Duemila posti in più per le vaccinazioni anti Covid-19 in Alta Valle del Tevere >>>

Covid-19: in Toscana vi sono 12564 nuovi casi con 33 decessi >>>

I gestori della piscina comunale di Arezzo sfidano il sindaco non rispettando la chiusura >>>

Polizia Provinciale, controllati 1910 mezzi e fatti 432 verbali nel territorio Aretino >>>

Scontro fra auto e moto a Terranuova Bracciolini: ferito il 63enne centauro >>>

Covid-19, risalita a 1263 dei nuovi casi (più delle guarigioni) e nessun decesso >>>

Covid-19: in Toscana i nuovi casi sono 14799, con 29 decessi >>>

Covid-19: a Città di Castello 156 nuovi positivi e 104 guarigioni >>>