Notizie Locali Comunicati

Dal primo marzo a San Giustino via alla raccolta differenziata “porta a porta” del verde

Il servizio riservato alle utenze domestiche sarà completamente gratuito

Print Friendly and PDF

“Da lunedì primo marzo l’amministrazione comunale metterà a disposizione dei proprietari di orti e giardini di San Giustino il nuovo servizio gratuito di raccolta differenziata ‘porta a porta’ del verde gestito da Sogepu”.

Lo annuncia il vice sindaco con delega all’Ambiente Elisa Mancini, che sottolinea come “il ritiro a domicilio di sfalci d’erba, piccole potature, foglie, fiori recisi, ramaglie sarà rivolto alle utenze domestiche e non comporterà alcun costo aggiuntivo per i cittadini”.

“Continuiamo ad assecondare l’importante investimento dell’amministrazione comunale di San Giustino per adottare un sistema di raccolta differenziata ‘porta a porta’ dei rifiuti moderno ed efficace, mettendo a disposizione la nostra esperienza e la nostra professionalità nella gestione di un ulteriore servizio, come quello del ritiro del verde, che va incontro a esigenze quotidiane degli utenti”, commenta l’amministratore unico di Sogepu Cristian Goracci, nel rinnovare la massima disponibilità dell’azienda a collaborare con i cittadini.

“Gli utenti che ne hanno fatto richiesta hanno già ricevuto i bidoni carrellati e siamo quindi pronti a partire con questo servizio finalizzato a qualificare e potenziare ancora di più la raccolta differenziata ‘porta a porta’, che dall’attivazione del nuovo modello organizzativo nello scorso ottobre è cresciuta nel nostro territorio comunale di oltre 30 punti, dal 43 al 77 per cento”, afferma Mancini, nell’invitare i cittadini a contattare l’Ecosportello di Sogepu (numero verde 800.132152) per prenotare la consegna dei contenitori e per ogni informazione utile.

“Contestualmente all’attivazione del nuovo servizio ‘porta a porta’ del verde non verranno più ritirati dagli addetti di Sogepu i sacchi nei quali finora i cittadini smaltivano sfalci, potature, foglie, fiori e ramaglie – chiarisce Mancini – per cui chi ha necessità di conferire gli scarti vegetali è tenuto a richiedere gli appositi bidoni”.  

I contenitori consegnati a domicilio dal personale di Sogepu dovranno essere esposti per consentire lo svuotamento da parte degli operatori dell’azienda nei giorni indicati nel calendario in dotazione agli utenti, per poi essere ricollocati all’interno della proprietà.

Redazione
© Riproduzione riservata
27/02/2021 11:13:01


Potrebbero anche interessarti:

Ultimi video:

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Bisogna essere registrati per lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account, è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui ora.


Accedi

0 commenti alla notizia

Commenta per primo.

Archivio Comunicati

In piazza dell’Archeologia un’aiuola sempreverde tra i tesori di Città di Castello >>>

Covid-19 a Città di Castello, in un mese e mezzo più che dimezzati i contagiati >>>

“Orti sociali” a Sansepolcro: c’è il bando per i cittadini interessati >>>

Regione Toscana: Capo di Gabinetto di Giani indagato su inchiesta per Ndrangheta >>>

Il biturgense Massimo Braganti nuovo direttore della sanità in Umbria >>>

“Curva del contagio discendente: circa 200 gli attuali positivi a Città di Castello” >>>

Approvato dal Consiglio Comunale di Umbertide il bilancio di previsione 2021-2023 >>>

Successo per la campagna vaccinale di Croce Rossa e Circolo Velico a Città di Castello >>>

Ex Fcu: accolti gli emendamenti del consigliere umbro Bettarelli >>>

Apertura il primo maggio, Confesercenti Arezzo ci sta! >>>